eCommerce marketing trend 2021

Silvia Teodori

Pubblicato da Silvia Teodori

Ecomemrce-trend-2021-header

 

Il 2020 sarà ricordato come l’anno della pandemia, l’emergenza sanitaria che ha costretto il mondo a restare in casa per mesi e mesi, obbligando anche i più restii a modificare le proprie abitudini quotidiane. A causa delle particolari circostanze, molti hanno iniziato ad utilizzare i dispositivi digitali per diverse attività quotidiane

Non potendo acquistare presso i negozi, molti clienti si sono avvicinati al mondo degli acquisti online e all'eCommerce, un settore che nel 2020 è cresciuto notevolmente e ha potuto esprimere al massimo le sue potenzialità.

Nel 2020, infatti, si stima che l’eCommerce sia cresciuto del 26% raggiungendo un valore complessivo di 22,7 miliardi di Euro, 4,7 miliardi in più rispetto al 2019. Questi sono i dati rilevati dall’Osservatorio eCommerce B2C promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e Netcomm, il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano.

 


Punti chiave dell’articolo: 

  • Identificazione delle tendenze protagoniste nell’anno in corso: assistenti vocali, realtà aumentata, intelligenza artificiale sono soltanto alcuni caratteristiche
    dell’eCommerce attuale
  • Individuazione delle principali strategie da seguire e dei contenuti da condividere: dall’eCommerce omnicale al direct-to-consumer marketing per essere sempre in contatto con il tuo pubblico, coinvolgendolo con video accattivanti e contenuti di valore
    (anche green). 

 

L’eCommerce è un settore in continua evoluzione e il 2021 conferma questo trend. Ogni anno emergono nuove tendenze che consentono alle aziende più lungimiranti di riflettere sulla propria offerta e agire per riorganizzare la propria strategia di business, con l’obiettivo di restare competitive sul mercato. 

In questo articolo scopriremo quali sono i principali trend dell’eCommerce nel 2021 e quali strategie di marketing implementare per restare competitivi durante tutto l’anno.

customer-experience-eCommerce

I trend eCommerce che domineranno il 2021

La pandemia da COVID-19 che ha colpito l’intero pianeta ha fatto esplodere un settore che era già in forte crescita: l’eCommerce. Secondo la ricerca di Statista, entro il 2022, i ricavi del commercio elettronico cresceranno fino a $ 6,54 trilioni, rispetto ai $ 3,53 trilioni del 2019.

L'eCommerce è un settore in continua evoluzione. Ogni anno emergono nuove tendenze che possono aiutare l’azienda a crescere e ad essere competitiva rispetto alla concorrenza.

Vediamo dunque quali sono le principali tendenze eCommerce a cui prestare attenzione
nel 2021:

  1. Ricerca tramite assistenti vocali
  2. Realtà aumentata e intelligenza artificiale
  3. Nuove opzioni di pagamento
  4. Attenzione alla sostenibilità
  5. Il valore del video

1. Ricerca tramite assistenti vocali

Le persone fanno sempre più affidamento su assistenti vocali come Amazon Echo con Alexa e Google Home con Google Assistant per fare qualsiasi attività: dalla sveglia all'acquisto
di prodotti online. 

Una ricerca di Loup Ventures ha stimato che il 75% delle famiglie statunitensi avrà assistenti di ricerca vocale entro il 2025, prevedendo che le vendite di questi dispositivi raggiungeranno
i 40 miliardi di dollari entro il 2022 .

Un altro motivo per cui il commercio vocale è in aumento è la crescente precisione e convenienza della tecnologia.

Sia Google che Amazon stanno introducendo molteplici lingue nei loro dispositivi di assistente vocale, per aiutare i clienti di tutto il mondo a fare acquisti in modo più veloce e pratico.

Inoltre, sempre più acquirenti stanno chiedendo agli assistenti vocali informazioni su prodotti da acquistare: secondo una ricerca condotta da Kantar quasi due terzi degli acquirenti online (64%) possiede un dispositivo abilitato alla voce, come Amazon Alexa, Google Home o uno smartphone con funzionalità di ricerca vocale attiva.

Più di un terzo di questi clienti utilizza i propri dispositivi per cercare i prodotti e il 28% li utilizza direttamente per acquistare.

In termini di marketing si traduce nella necessità di considerare anche questi nuovi canali di comunicazione all’interno della propria strategia, specie nelle prime fasi di canalizzazione
di vendita.

Un’opzione interessante è quella di permettere ai propri clienti di acquistare direttamente attraverso il loro assistente vocale, Alexa o Google. 

2. Migliore esperienza d'acquisto con realtà aumentata ed intelligenza artificiale

Un nuovo studio di Juniper Research ha evidenziato che i venditori online spenderanno $ 7,3 miliardi in intelligenza artificiale entro il 2022. Inoltre, più di 120.000 negozi useranno le tecnologie di realtà aumentata per offrire ai clienti una ricca esperienza di acquisto sempre
entro il 2022.

L'intelligenza artificiale offre la possibilità di avere un assistente allo shopping online, offrendo indicazioni e consigli personalizzati ai clienti.

Questa tecnologia si serve della cronologia degli acquisti passati degli acquirenti e del comportamento di navigazione per mostrare loro i prodotti che hanno maggiori probabilità
di acquistare.

A differenza dei negozi fisici, inoltre, gli acquirenti online non possono provare il prodotto che intendono acquistare. Soprattutto nel settore dell’abbigliamento questa mancata possibilità continua ad essere uno scoglio da superare.

La realtà aumentata aiuta a eliminare questo ostacolo, consentendo ai clienti di provare un determinato prodotto su di loro anche prima di acquistarlo.

L’introduzione di sistemi di intelligenza artificiale o realtà aumentata nel proprio eCommerce si tradurrà in una migliore esperienza di acquisto e, di conseguenza, determinerà un aumento delle conversioni e una diminuzione del tasso di abbandono.

 

Ecomemrce-trend-2021-quote-silvia

 

3. Nuove opzioni di pagamento

Un driver essenziale nelle scelte di acquisto di un marchio specifico riguarda le opzioni di pagamento. Le realtà che non offrono i metodi di pagamento preferiti dagli utenti, perderanno numerosi clienti potenziali.

Già da diversi anni, la maggior parte delle attività di eCommerce accetta portafogli digitali (come Google Pay, Samsung, Apple Pay e PayPal) oltre alle carte di debito e di credito. 

Perché Amazon ha un così grande successo? Tra i tanti vantaggi, la piattaforma eCommerce più grande al mondo permette ai clienti di pagare con svariati sistemi. Dalle carte di credito alle prepagate, fino alle carte interne vendute dal brand.

L’importanza di prevedere metodi sempre più immediati di pagamento è utile soprattutto per facilitare i pagamenti mobile, che spesso vengono fatti in situazioni dove manca il tempo o dove non si hanno sottomano i dati della carta di credito.

Più sono numerosi i metodi di pagamento, più si scoraggia l’abbandono del carrello.

4. Attenzione alla sostenibilità

L’attenzione alla sostenibilità sta crescendo rapidamente e i brand devono agire velocemente per rimanere pertinenti e competitivi.

Il fattore sostenibilità si riferisce a una situazione in cui i clienti cercano brand che producono in modo ecologico, per preservare l'ambiente e incentivare il riciclo. 

In una recente ricerca della Harvard Business Review, il 65% dei clienti afferma di prediligere l’acquisto di prodotti da marchi che adottano comportamenti sostenibili. 

L'attenzione ad un tipo di “acquisto verde” è un chiaro indicatore del fatto che i marchi di eCommerce che danno la priorità a pratiche rispettose dell'ambiente domineranno il mercato nei prossimi anni.

Il fattore ecologico e sostenibile in un prodotto influenza oggi la scelta di molti clienti.

I più grandi marchi di eCommerce hanno già iniziato a pianificare l'implementazione di pratiche più sostenibili nella loro attività. Ad esempio, la principale società di eCommerce al mondo, Amazon, si è impegnata ad azzerare le proprie emissioni di carbonio entro il 2040.

5. Il valore dei video

Le recenti statistiche elaborate da Smart Insights parlano chiaro: immagini e video sono elementi fondamentali per catturare l’attenzione degli utenti e ottenere il loro interesse. Il video ottiene ottimi risultati sia direttamente sull'eCommerce che sui social media con link all'eCommerce.

Si stima che, nel 2021,  una persona trascorrerà in media 100 minuti ogni giorno a guardare video online. Si tratta di un aumento del 19% rispetto agli 84 minuti di visione giornalieri
nel 2019.

Ma non è tutto. Tra le tendenze di video marketing nel 2021 ci sono: 

  • Video a 360°: questa tipologia di video ha una percentuale di completamento video del + 46% rispetto ai video normali e una percentuale di clic del + 300% rispetto agli annunci classici (Omnivirt)
  • Video acquistabili: si tratta di contenuti che consentono agli utenti dei social media di acquistare direttamente. Con questi, gli acquirenti non devono più andare a trovare manualmente il prodotto che desiderano. Tutto quello che devono fare è cliccare sul prodotto che desiderano  nel video, in modo che vengano reindirizzati automaticamente
    al sito eCommerce.
  • Video in diretta: i video live possono catturare l'attenzione degli spettatori tre volte più a lungo rispetto ai video preregistrati e possono produrre sei volte più interazioni. Ciò può essere attribuito al fatto che molti ritengono che i video dal vivo offrono un'esperienza più autentica per il pubblico e aggiungono un tocco umano alle campagne di marketing digitale.
  • Video educativi: questa tipologia di contenuto aggiunge valore all'esperienza del cliente. Con questi contenuti gli acquirenti non sentono la pressione all’acquisto ed è più probabile che percepiscano il valore del marchio, oltre i prodotti e servizi.

Tutti questi elementi arricchiscono l’esperienza utente, riuscendo a presentare il prodotto in tutte le sue funzionalità, facendo capire in modo chiaro il motivo per il quale il cliente necessita di quel particolare prodotto. 

Si tratta di aspetti da considerare all’interno della propria strategia di marketing, in modo da costruire e consolidare rapporti autentici con i clienti.

In questo modo si costruisce maggiore fiducia nel marchio e si acquisisce credibilità. Tutto questo si traduce in maggiori acquisti ripetuti nel tempo.

Queste sono le principali tendenze che domineranno il mercato dell’eCommerce per tutto il 2021, ma come tradurre questi dati nella propria strategia di marketing? 

Affinché il tuo eCommerce sia competitivo, devi strutturare una strategia che includa tutti questi elementi, in modo da trasmettere al cliente il valore dei tuoi prodotti e assicurarti un incremento di vendite ed una migliore reputazione online.

 

Ecomemrce-trend-2021-chart1

Torna all'indice

Le strategie di eCommerce marketing da seguire nel 2021

Le aziende che vogliono restare competitive sul mercato devono prestare particolare attenzione ai trend appena descritti, in quanto sono proprio questi cambiamenti nei comportamenti degli utenti che determineranno strategie di marketing innovative, adatte alle nuove
buyer persona.

Vediamo quindi quali sono le strategie di marketing da considerare nel 2021 nel proprio eCommerce per avere successo. 

1. eCommerce omnicanale

Oggi il customer journey è più ampio che mai. I clienti, per i loro acquisti, si servono non solo di una vasta gamma di siti; ma anche di numerosi motori di ricerca, piattaforme social
e dispositivi. 

Uno dei trend più rilevanti del 2021 è proprio l’utilizzo sempre crescente degli assistenti vocali, della realtà aumentata e dell’intelligenza artificiale.

Questi strumenti sono utilizzati per diverse attività durante il percorso di acquisto cross channel.

Mentre gli utenti tendono a utilizzare i social media per cercare ispirazione e gli assistenti vocali per trovare nuovi prodotti, i siti eCommerce e i motori di ricerca tradizionali continuano a giocare un ruolo importante nell’attività di acquisto vero e proprio.

Gli acquisti multipiattaforma sono il tratto distintivo dell’acquirente moderno.

Le aziende che vendono i loro prodotti o servizi anche sul web devono tenere in considerazione questo comportamento, detto cross-device commerce, per comprendere i processi di acquisto e migliorare l’esperienza complessiva.

I clienti sperimentano sempre più spesso una doppia vita analogica e digitale, usano tecnologia fissa e mobile, e sono influenzati non solo dai media tradizionali ma anche
dai social media. 

Questo evidenzia ulteriormente l'importanza degli approcci omnicanale: un'unica esperienza utente attraverso tutti i canali, digitali e non.

Ma attenzione, il marketing omnicanale non riguarda la presenza su tutti i canali di marketing esistenti.

Si tratta di concentrarsi sui canali di marketing che frequenta il tuo pubblico di destinazione, massimizzare la tua visibilità online su quelle piattaforme e creare opportunità per interagire con i tuoi potenziali clienti.

Un’azienda che ha saputo sfruttare questa tendenza a proprio vantaggio è IKEA: vediamo come ha organizzato la propria strategia di marketing ottenendo un ottimo successo.

La strategia omnicanale di IKEA

IKEA è il perfetto esempio di strategia omnichannel di successo. 

Tradizionalmente siamo abituati a pensare alla multinazionale svedese come ad un negozio fisico in cui è possibile trovare tutto ciò che ci serve. Da diversi anni ormai l’azienda si è aperta all’online, senza ottenere grande successo.

Nel 2017, però, IKEA ha organizzato la strategia ripensando alle esigenze della propria clientela, in particolare quella più giovane.

Il marchio nordico è passato ad un marketing omnichannel, introducendo un negozio online interattivo con un assistente virtuale per lo shopping. 

Questo strumento va oltre il semplice eCommerce: si tratta di uno strumento di pianificazione che, grazie alla realtà aumentata e all’intelligenza artificiale, consente di arredare la propria casa con mobili virtuali ed eventualmente acquistare direttamente i prodotti da sito eCommerce.

Il customer service è a completa disposizione, senza alcun costo. Nel blog si possono trovare idee di arredamento da cui prendere spunto; mentre sui canali social, specialmente Instagram, si trovano foto di design e informazioni di prodotto.

La loro pubblicità è estremamente efficace: chiara, semplice e diretta, giunge senza alcun problema a tutti i target dell’azienda.

Perché questa strategia di marketing è di successo? IKEA ha saputo analizzare le esigenze dei suoi clienti e utilizzare le nuove tecnologie per rispondere ai loro bisogni. 

Ogni strumento è stato calato all’interno della strategia di eCommerce marketing con un unico obiettivo: migliorare l’esperienza utente e accompagnare il cliente in ogni fase
del customer journey.

 


Vuoi approfondire l'argomento? Qui trovi dei contenuti pensati per te


 

2. Direct-to-consumer marketing

I brand direct-to-consumer utilizzano un approccio diretto al cliente, nascono online e offrono direttamente al cliente finale il prodotto tramite eCommerce.

Essi mantengono il pieno controllo di ogni aspetto logistico e organizzativo offrendo un’esperienza globale unica che li differenzia da tutti gli altri brand.

L’obiettivo di questa strategia non è fare concorrenza ai grandi player come Amazon, ma offrire un prodotto o un servizio diverso da tutti gli altri. 

I clienti vogliono la semplicità. Restringendo al minimo le opzioni disponibili, garantiscono una customer experience unica e gratificante e comunicano fiducia e senso di appartenenza
in modo efficace. 

I brand che adottano un approccio direct-to-consumer sono anche accomunati da un focus sui concetti di brand equity e brand purpose. 

In questo senso si conferisce importanza a un nuovo set di valori quali la trasparenza e l’autenticità, che i clienti cercano, ma che non riescono più a trovare
nell’offerta tradizionale.

Non importa se la qualità del prodotto non è la migliore in assoluto o il prezzo non è il più basso: in definitiva offrono ciò che il cliente vuole per sentirsi soddisfatto. 

Una gamma di prodotti semplice e chiara per il cliente permette inoltre di acquisire maggiore credibilità e di costruire solide basi per un rapporto di fiducia che duri nel tempo.

La strategia direct-to-consumer di Nike

Nike è forse l'esempio principe del direct-to-consumer marketing. L’azienda statunitense non solo ha perseguito questo approccio di vendita in modo aggressivo, ma la sua pubblicità, i contenuti social e lo sviluppo del prodotto incarnano il meglio dell'etica di DTC: uno storytelling carico di emozioni che entra nel mondo del suo pubblico senza invaderlo.

 

d2c-direct-to-consumer

 

3. Marketing "green"

Negli ultimi anni l’attenzione alla sostenibilità e all’ambiente è cresciuta notevolmente.

La ricerca condotta da Nionisma in collaborazione con Spin Life mostra dati particolarmente interessanti. Il 61% degli italiani è disposto a modificare le proprie abitudini di acquisto per ridurre l’impatto sull’ambiente e il 43% considera l’impatto ambientale del packaging un aspetto molto importante nelle decisioni di acquisto di prodotti alimentari. 

Nel 2021 l'attenzione verso questi temi continua a crescere. Questo si traduce in un’opportunità di marketing per imprese ed eCommerce.

Il green marketing è una strategia che comprende tutte quelle attività di promozione che evidenziano l’impegno delle aziende nel creare prodotti o servizi ecosostenibili e nel lottare contro problemi come il surriscaldamento globale o l’inquinamento.

La strategia di marketing verde deve coinvolgere l’azienda nel suo complesso.

Le strategie di green marketing dovrebbero puntare sullo sviluppo di una brand identity caratterizzata dall’impegno nel fare delle scelte ecologiche.

Le azioni di green marketing più efficaci nel caso di un eCommerce possono essere numerose:

  • Definire una chiara posizione verso il tema della sostenibilità e del proprio impatto sull’ambiente: l’obiettivo è spiegare ai visitatori del sito eCommerce quali azioni stai adottando per salvaguardare l’ambiente e come intenderai raggiungere il tuo obiettivo.
  • Utilizzare imballaggi e packaging ecologici: gli involucri dei prodotti sono il primo elemento che giunge nelle mani del cliente pertanto adottare imballaggi a basso impatto ambientale è fondamentale per trasmettere il proprio impegno sostenibile.
  • Inviare ricevute tramite mail: in questo caso non si invierà la fattura stampata su foglio, ma verrà inviato un documento elettronico con la stessa valenza. 

Tutte le azioni che hai intenzione di intraprendere dovranno essere comunicate in modo chiaro ed impeccabile; così come il bilancio di impatto dell’eCommerce. Il bilancio di sostenibilità ambientale è un report che descrive l’impatto ambientale e sociale dell’impresa. 

Questo documento consente di aumentare il valore percepito dagli stakeholder, incrementare la fidelizzazione dei clienti e, in ultimo, aumentare le vendite. 

La strategia di green marketing di Amazon

Amazon è il perfetto esempio di eCommerce che si impegna in modo impeccabile ad attivare azioni e processi sostenibili. L’impresa di Jeff Bezos, infatti, vuole raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi con 10 anni di anticipo.

Con l’adesione al programma Climate Pledge, Amazon si impegna a ridurre a zero le emissioni nette di carbonio entro il 2040, raggiungere l’80% di energia rinnovabile entro il 2024, investire nell’eolico e nel solare per raggiungere il 100% di energia rinnovabile nel 2030 e portare tutte le spedizioni a zero emissioni di carbonio. 

Tutte queste azioni si uniscono nell’unico grande obiettivo di arrivare a emissioni zero sul 50% delle spedizioni entro il 2030. 

Questi ambiziosi obiettivi si traducono in un innovazione dei processi logistici, del packaging e della consegna per garantire la sostenibilità di tutta la filiera. 

Dal punto di vista operativo, Amazon ha ordinato 100.000 veicoli elettrici per la consegna, (il più grande ordine di veicoli elettrici per la consegna di sempre) che inizieranno a consegnare i pacchi ai clienti già in questo 2021.

Il colosso del commercio elettronico prevede di avere 10.000 dei nuovi veicoli elettrici sulla strada già nel 2022 e tutti i 100.000 veicoli sulla strada entro il 2030, risparmiando 4 milioni di tonnellate di carbonio all’anno entro il 2030. 

Amazon non solo dedica tempo e risorse alla sostenibilità; ma fornisce ai suoi clienti prove tangibili dei risultati raggiunti. 

Trasmettere ai clienti i propri successi è fondamentale.

Il sito web è infatti regolarmente aggiornato con ricerche recenti e articoli su temi chiave di imballaggio, energia e sostenibilità.

4. Video marketing

Il contenuto è il re del marketing; l'abbiamo già detto e sentito un milione di volte. Tuttavia, sembra che non tutti i tipi di contenuto siano uguali.

Tra le diverse tendenze del marketing digitale, i video hanno probabilmente un vantaggio: i clienti moderni vogliono le informazioni e le vogliono velocemente. Per questo, il video rappresenta il miglior formato per dare loro ciò che vogliono. 

Inoltre, il video marketing del futuro è destinato a diventare ancora più coinvolgente e interattivo man mano che il settore si avvia verso l'uso di tecnologie più avanzate. 

Diventerà più efficace nel coinvolgere i lead e mantenere i clienti interessati a ciò che
il tuo marchio ha da offrire.

Per implementare una strategia di video marketing efficace, dovrai seguire alcune linee guida essenziali, tra cui: 

  • Porre al centro la storia e non gli obiettivi di vendita: il focus del contenuto deve essere la storia e non il prodotto e i relativi obiettivi di vendita. È fondamentale concentrarsi sul valore che si offre al cliente rispondendo ai suoi bisogni e ai suoi desideri nascosti sfruttando il potere emotivo ed evocativo del video stesso.
  • Dare il meglio nei primi 10 secondi: suscitare curiosità e interesse nei primi 5-10 secondi permette di non perdere gli utenti. Per attirare l’attenzione si può optare per l’utilizzo di un teaser: subito devono essere identificati i valori dell’azienda e i motivi per cui si deve guardare il video. 
  • Ispirare e divertire: la regola d’oro nel mondo video è non essere noiosi. Una buona dose di ironia può essere la strategia giusta, così come contenuti originali e creativi. L’obiettivo è quello di evitare toni rigidi. Al contrario, è importante attivare i clienti e coinvolgerli
    in modo divertente.

La strategia di video marketing di Dove

La visione di Dove, marchio molto noto di prodotti per l'igiene personale, è: “Crediamo che la bellezza debba essere una fonte di fiducia e non di ansia. Ecco perché siamo qui per aiutare le donne di tutto il mondo a sviluppare un rapporto positivo con il loro aspetto, aiutandole ad aumentare la loro autostima e realizzare il loro pieno potenziale".

La campagna #ChooseBeautiful dell'azienda incarna perfettamente la visione appena descritta. Il video, girato in quattro città, mostra le reazioni reali delle donne quando viene loro presentata la scelta di attraversare due porte, una dedicata alle "belle” e l'altra alle donne "normali”.

In nessun punto del video viene mostrato un prodotto Dove. Il messaggio si concentra sulla visione dell'azienda, consentendo agli spettatori di stabilire una connessione emotiva
più forte con il marchio.

E ci riesce perfettamente: nel giro di 24 ore dal lancio, la campagna ha ricevuto oltre 24.000 visualizzazioni su YouTube e ha realizzato 8,7 milioni di impression su Twitter. Questi numeri suggeriscono che potrebbe ripetere il successo delle precedenti campagne Dove Real Beauty Sketches, Dove Patches e Dove Legacy.

Dalla sua uscita nel 2013, Real Beauty Sketches ha raccolto oltre 65 milioni di visualizzazioni su YouTube, rendendolo il video più visto di tutti i tempi nella classifica del 2013.

 

Ecomemrce-trend-2021-chart2

Torna all'indice

Un aiuto da Adv Media Lab per il tuo eCommerce

Come riuscire ad emergere in un contesto così mutevole come quello dell’eCommerce marketing? È possibile anticipare le tendenze e prepararsi per sfruttare tutti i trend e tutti gli strumenti per far crescere il business?

La risposta è sì, ma bisogna affidarsi alle giuste professionalità.

Con oltre 10 anni di esperienza nel settore dell’advertising digitale, possiamo supportare gradualmente la tua azienda, trovando il giusto punto di equilibrio rispetto ai grandi cambiamenti che si stanno verificando. 

Con l’aiuto del nostro team potrai ricevere un aiuto in tutti gli ambiti che abbiamo descritto: dalla pianificazione della giusta strategia di marketing fino alla progettazione dei contenuti, passando per l'inbound marketing e la conversion rate optimization, in modo tale da aggiornare e migliorare la tua strategia passo dopo passo. 

Sei alla ricerca di un'azienda che possa supportarti in una corretta strategia di digital marketing?

Torna all'indice

In conclusione

In questo articolo abbiamo analizzato le tendenze eCommerce che si svilupperanno nel 2021.
I clienti moderni non hanno tempo da perdere: tutte le fasi del customer journey devono essere ottimizzate per dare al cliente ciò di cui ha bisogno nel minor tempo possibile.

Ecco perché l’esperienza omnicanale, l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia come la realtà virtuale, l’intelligenza artificiale e gli assistenti vocali, saranno elementi cruciali per accompagnare i potenziali prospect all’acquisto. 

Tutti questi elementi contribuiscono ad un’esperienza utente integrata e completa.

L’aspetto etico e sostenibile non è da sottovalutare: packaging sostenibile e impegno aziendale su temi ambientali sono elementi che i clienti considerano nel momento della scelta d’ acquisto. 

Includere questi elementi nella tua strategia di marketing eCommerce ti permetterà di essere competitivo e in linea con le nuove necessità dei clienti nel 2021. 

Tuttavia, devi ricordare un aspetto fondamentale: devi sempre essere pronto a cambiare la tua strategia nel tempo.

Sebbene queste tattiche siano efficaci ora, potrebbero non esserlo in futuro. 

Il tuo eCommerce deve canalizzare ogni sforzo alla ricerca dei migliori modi per valorizzare il tuo marchio e adattare le tue strategie secondo necessità. 

Questo ti aiuterà a promuovere il tuo marchio non solo nel 2021, ma per ogni anno a venire.

 


Vuoi costruire una strategia efficace per la crescita del tuo eCommerce ma non sai da dove iniziare? Contattaci.

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA »

Ora è il tuo turno: lascia un commento

 

 

ombrina.jpg

Sei un imprenditore o un marketer in cerca di risultati?

 

 

 

© Adv Media Lab, Riproduzione riservata