<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=1610768189248995&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Instagram marketing: guida e strategia verso il successo

In evidenza, Instagram, Instagram advertising, Instagram marketing, Social media, Social strategy

“

Su Instagram le aziende hanno la possibilità di incontrare una community di oltre 500 milioni di account attivi al mese e 300 milioni di utenti attivi ogni giorno. Instagram ti offre la possibilità di spingere all’azione il tuo pubblico attraverso la creazione di contenuti visuali accattivanti, è ora di prendere al volo questa opportunità. La nuova era della brand awareness digitale è alle porte, ecco come coglierne le opportunità.”

Gli utenti di Instagram amano entrare in contatto con il tuo brand, più di quello che immagini...

Secondo Iconosquare il 62% degli utenti di Instagram segue un brand su questa piattaforma. Invece secondo un recente studio di Forrester, si è scoperto che Instagram stia offrendo alle aziende 58 volte più opportunità di successo di Facebook e 120 volte quelle di Twitter.  

Forrester ha esaminato i sette social network principali, sei dei quali hanno mostrato che le aziende riescono a raggiungere un tasso di coinvolgimento degli utenti inferiore a 0,1%. Per Instagram, questo valore raggiunge il 4,21%. L’incredibile livello di interazione raggiungibile è data dalla natura fedele e attiva degli utenti di Instagram.

 


Instagram ti può offrire più di quello che immagini

Costruire il tuo brand o educare i tuoi clienti è una parte centrale delle attività di ogni azienda di successo. Il fatto che tu sia arrivato su questo contenuto è già un ottimo indicatore e significa che sei sufficientemente intelligente per capire e prendere sul serio che Instagram è sulla cresta dell’onda e le opportunità dietro a questo social network siano davvero molte. 

 

 


Non chiederti perché, ma come fare marketing con Instagram

E’ provato che i social network hanno sempre più influenza sulle decisioni di acquisto degli utenti. Riuscendo a trovare il giusto mix di contenuti (rilevanti) avrai la possibilità di attirare un maggior interesse verso il tuo brand e di spingere i tuoi utenti senza dover investire troppo in presentazioni e costose attività push. 

Perché Instagram è un social network unico?

  1. E’ completamente mobile
  2. E’ basato sul visual design
  3. E’ praticamente privo di link

Gli elementi alla base del successo

Per avere successo su Instagram non basta pubblicare belle immagini e foto in modo casuale. Al contrario è necessario:

  • Avere una visione chiara su obiettivi e strategia
  • Pubblicare con una frequenza costante
  • Avere familiarità con i tuoi followers
  • Avere una style guide ben definita

Unendo tutti questi ingredienti hai la possibilità di raggiungere in maniera diretta e focalizzata il tuo pubblico, di accrescere il suo interesse, aumentare la brand awareness e vedere risultati impressionanti nei ritorni d’investimento. 

Il primo passo fondamentale in una strategia di Instagram marketing è quello della definizione degli obiettivi. Anche se non hai mai utilizzato questa piattaforma e ti stai ancora preparando a condividere il tuo primo post è importante che tu abbia in mente degli obiettivi ben precisi da raggiungere. In questo modo i contenuti prodotti potranno essere focalizzati al loro raggiungimento e risulteranno più coerenti agli occhi dei follower. Solitamente le aziende utilizzano Instagram per mostrare il loro prodotto o servizio, costruire una community, aumentare la brand awareness, raccontare la storia dell’azienda e i suoi valori, aumentare la fedeltà verso il brand e condividere news e aggiornamenti. E’ molto importante scegliere uno o due obiettivi da perseguire, per farlo può essere utile rispondere a queste domande:

  • Perché sto utilizzando Instagram?
  • Come può aiutarmi Instagram a raggiungere i miei obiettivi di marketing?
  • Quanto tempo e quanto budget devo investire su Instagram?
  • Cosa mi offre di diverso Instagram rispetto agli altri social network?

Una volta definiti gli obiettivi e le metriche per valutare i risultati raggiungibili, diventa importante capire a quale pubblico ci si vuole indirizzare. Il focus principale del marketing è quello di comunicare il giusto messaggio al tuo pubblico proprio nel momento in cui lo desidera e conoscere le caratteristiche demografiche dell'utente che utilizza una piattaforma è un elemento centrale per capire se si sta raggiungendo il pubblico in target.  

Una volta definiti gli obiettivi e determinata l’efficacia di Instagram per il tuo target, puoi entrare nel vivo della tua strategia:

  • Ottimizzando il tuo profilo
  • Creando un piano editoriale
  • Definendo i tempi
  • Misurando i ritorni

Come ottimizzare il tuo profilo Instagram

Pensa al tuo profilo Instagram come ad una homepage. Nel tuo profilo hai la possibilità di condividere alcune informazioni riguardanti la tua impresa e di inserire link per inviare traffico verso il tuo website. Com’è possibile ottimizzare il tuo profilo Instagram? 

Sfruttando al massimo i quattro elementi di seguito riuscirai a creare un elevato valore per i tuoi utenti

  1. La biografia/descrizione dell’azienda
    La descrizione deve essere strettamente legata al brand. Ciò che scegli di condividere nel breve spazio messo a disposizione da Instagram deve essere rappresentativo della tua storia, della tua offerta e dei tuoi valori e deve essere in grado di spiegare agli utenti di cosa ti occupi. Oltre a questo le aziende tendono ad inserire uno slogan o una tagline come nel caso di “Just Do It” di Nike. Le aziende di più grandi dimensioni possono anche scegliere di inserire il loro hashatag all'interno della descrizione. 
     
  2. L’immagine del profilo
    E’ molto importante che il tuo brand risulti immediatamente riconoscibile quando un utente guarda un tuo post o visita il tuo profilo. Per la maggior parte delle aziende questo significa utilizzare il proprio logo, un marchio (il logo meno alcune parole) o una mascotte come immagine del profilo.
     
  3. I link
    A differenza di altri social network, Instagram non permette di aggiungere link ai post. L’unica parte in cui è possibili aggiungere link è tra le informazioni personali del profilo. Molte aziende tendono ad utilizzare questo link per rimandare alla loro homepage, ciò nonostante è possibile sfruttare questa possibilità anche per guidare traffico verso una landing page o un contenuto particolare.
     
  4. Instagram Business Profile
    A luglio Instagram ha rilasciato la notizia del lancio di un nuovo strumento molto utile per tutte le aziende: il Business Profile. Attualmente questa funzionalità è ancora in fase di sperimentazione ed è disponibile solamene negli Stati Uniti, in Nuova Zelanda e Australia, ma sarà disponibile anche in altre nazioni nei prossimi mesi. Con questo nuovo strumento le aziende avranno la possibilità di collegare il proprio profilo Instagram alla loro pagina Facebook, avere insights e statistiche sui follower e sui post e promuovere post mirati al raggiungimento di obiettivi prestabiliti direttamente dalla propria app. In questo modo potrai sapere quali post hanno un maggiore successo, in quali giorni e in quale fascia oraria il tuo target è più attivo e da chi è composto il tuo pubblico su Instagram. Le novità non finiscono qui. Con questa nuova funzionalità, infatti, gli utenti avranno la possibilità di mettersi in contatto con l’azienda con un semplice tocco sul pulsante “Contact” direttamente dall’app. 

Come creare una strategia di content marketing efficace su Instagram

Individuare le colonne portanti dei tuoi contenuti

I contenuti visuali sono il cuore di Instagram. Gli oltre 95 milioni di foto e video condivisi ogni giorno sulla piattaforma ne sono la dimostrazione. Ma di cosa dovrebbero parlare i contenuti che aggiungi?

Prima di pensare al contenuto visuale, allo stile e al design è utile definire una visione di insieme sul messaggio che vuoi veicolare e sugli argomenti che vuoi trattare. Alcune aziende si focalizzano sul loro prodotto (come fa, ad esempio, Nike Running ), altre sulle esigenze della community e sulla loro cultura (come fa WeWork ). Non vi è una regola precisa da seguire, tutto dipende dal contesto. L’importante è creare contenuti che siano in grado di interessare e coinvolgere i tuoi follower e che ti permettano di raggiungere i tuoi obiettivi. Per questo il punto di partenza deve essere quello di costruire dei pilastri su cui, poi, sviluppare i contenuti.

Tutte le aziende, a prescindere da dimensione, settore o localizzazione geografica hanno la possibilità di condividere contenuti di qualità su Instagram. Questi contenuti possono riguardare le storie delle persone che compongono l’azienda, la cultura aziendale, il prodotto e i suoi usi, dimostrazioni e così via.

 

Esistono milioni di opportunità, l’importante è saperle cogliere.

I contenuti più condivisi dalle aziende sono: dietro le quinte, user generated content (tramite ricondivisione), dimostrazioni di prodotto e showcase, contenuti educativi (guide), contenuti culturali in grado di mostrare l’etica e i valori del brand, contenuti divertenti e di intrattenimento, storie dei clienti e case study, contenuti di presentazione del team. Prima di decidere su quale tipologia di contenuti concentrarsi può essere utile eseguire un brainstorming per raccogliere le idee e poi formulare la strategia di content marketing. 

3 storie di successo:

  1. I pilastri del profilo Instagram del Saturday Night Live sono i dietro le quinte dello show e clip esclusive riservate ai follower. 
  2. Il profilo di Instagram di FedEx si focalizza su contenuti visuali riguardanti i mezzi utilizzati dall'azienda per effettuare le proprie consegne come furgoncini, camion e aerei. Il loro feed è un mix di contenuti fotografici artistici ed emozionanti.
  3. Oreo, invece mette al centro il suo prodotto attraverso contenuti divertenti e altamente coinvolgenti. Spesso inseriscono frasi divertenti all’interno delle immagini e utilizzano dei background molto colorati e consistenti per far risaltare i loro post all’interno della piattaforma.

6 passi fondamentali per un content plan efficace

Una volta definiti i temi (che però possono sempre essere rivisti sulla base dei risultati delle campagne) è tempo di riunirli in un content plan. In questo modo dovresti riuscire a definire lo stile e il design dei tuoi post e la frequenza con cui pubblicare i contenuti. 

Per avere un profilo su Instagram coerente e in grado di veicolare il giusto messaggio è importante seguire uno stile ben preciso che rispecchi quello degli altri canali di marketing utilizzati. A questo proposito è possibile creare delle vere e proprie style guide da seguire durante la creazione dei contenuti, i punti chiave riguardano:

  1. La composizione. Fa riferimento al posizionamento degli elementi all'interno dei contenuti visuali e, più in generale, alla struttura della foto o del video. Non tutti i marketer sono fotografi esperti, per questo può essere utile definire alcune regole riguardanti lo sfondo, il focus principale del contenuto e lo spazio necessario per il testo nella parte alta o bassa dell’immagine. 
     
  2. Color palette. Utilizzando sempre la stessa gamma di colori hai la possibilità di creare un feed consistente e focalizzato. Attenzione! Definire una serie di tonalità da utilizzare non significa privarsi della possibilità di utilizzare altri colori, ma ti aiuterà a dare un tocco famigliare ai tuoi contenuti. Una buon idea è quella di scegliere una gamma di colori in linea con quella utilizzata solitamente dal brand negli altri canali di marketing, in questo modo gli utenti riconosceranno con più facilità la tua azienda e, di conseguenza, il tuo brand.
     
  3. Font. Se inserisci citazioni o testi all'interno delle immagini che posti su Instagram è importante che tu riesca a creare coerenza anche attraverso le font utilizzate che devono essere in linea con il resto della comunicazione aziendale
     
  4. Filtri. Questi strumenti possono far diventare di alto livello anche le foto scattate dai fotografi più inesperti. I filtri possono cambiare drasticamente il look delle tue foto e dei tuoi video, per questo è importante scegliere di utilizzare solamente alcuni di essi (quelli più in linea con il tuo messaggio) per non creare confusione nell'utente. Utilizzare un filtro diverso per ogni post crea confusione e disorientamento nei tuoi follower che non riconosceranno più con facilità i tuoi post. 
     
  5. Caption. Instagram mette a disposizione uno spazio più che adeguato per le descrizioni delle immagini, superato questo limite il testo verrà troncato. Questo spazio ti permette di differenziare ulteriormente i tuoi contenuti e di portarli ad un livello superiore. Esistono vari modi per utilizzare questo spazio. Alcuni lo utilizzano per il micro-blogging, altri lo usano per inserire un breve titolo accattivante o per porre domande agli utenti. Le possibilità sono infinite. L’importante è assicurarsi sempre di mantenere una certa coerenza. 
     
  6. Hashtag. Sono diventati lo strumento più utilizzato sui social network per categorizzare i contenuti prodotti e postati. Su Instagram gli hashtag permettono agli utenti di scoprire nuovi contenuti e account da seguire. Se vuoi evitare di inserire troppi hashatag nella caption, un buon metodo è quello di inserirli nei commenti.  Eseguendo un’analisi degli hashtag più utilizzati dai tuoi utenti prima di scegliere quelli più adatti al tuo contenuto potrai assicurarti di raggiungere un pubblico più ampio. 

    Gli hashtag sono estremamente importanti. Come gli emoji, essi sono molto, molto di più di una moda utilizzata dagli adolescenti. Essi forniscono un meccanismo per gli utenti di navigare rapidamente lungo degli argomenti di interesse, raggruppando i messaggi pubblicati con collegamenti ipertestuali.

    Invece di ingombrare la descrizione con gli hashtag, includili nei commenti, funzioneranno esattamente allo stesso modo e così la descrizione rimarrà chiare e concisa.

Qual è la giusta frequenza per postare su Instagram?

C’è molto da dire riguardo alla coerenza e alla consistenza delle pubblicazioni sui social network. La consistenza e la frequenza con cui si postano i contenuti può aiutare il tuoi pubblico a capire quando aspettarsi nuovi contenuti dalla tua azienda, e mantenere una programmazione costante ti permette di massimizzare il coinvolgimento senza prendere pause o allungare i tempi di silenzio in cui non vengono postati aggiornamenti. 

Uno studio di Union Metrics mostra che la maggior parte dei brand posta su Instagram giornalmente con una media di 1,5 post al giorno. Questo studio mostra anche che non vi è nessuna correlazione tra un aumento della frequenza con cui si posta e la diminuzione del livello di coinvolgimento dato che le aziende che postano più di due contenuti giornalieri non hanno visto nessun ritorno negativo. 

Quanto è piacevole avere a disposizione una community solo in attesa di sentire la prossima cosa che avete da dire? Questo è ciò che crea un piano editoriale programmato e rilevante.  Una dieta costante che combina entusiasmo periodicamente. Sviluppa contenuti creando una pipeline di messaggi automatici che vengono rilasciati sulla base di un programma definito. Come fosse un servizio in abbonamento, questo aspetto di un efficace strategia di Instagram diventa fondamentale. La routine incontra le aspettative degli utenti e genera fiducia alimentando le loro esigenze.

 


Pensa agli aggiornamenti di Instagram come fossero dei semi da piantare, tutti distanziati e in fila tra loro.

Per generare una crescita costante il nostro consiglio è quello di postare almeno due o tre contenuti al giorno ed effettuare esperimenti con un post addizionale per capire quale tipologia di messaggio si adatta maggiormente alla tua realtà e alle esigenze del tuo pubblico. 

Per determinare il periodo migliore per pubblicare usa un servizio come Iconosquare. Questo potente strumento fornisce un’analisi dettagliata su un’ampia varietà di aspetti, compresa l’ottimizzazione.

 

 


A che ora postare?

Con i recenti cambiamenti nell'algoritmo che gestisce la timeline di Instagram, il timing è uno degli elementi presi in considerazione dalla piattaforma per decidere quali contenuti mostrare agli utenti. Per questo è importante postare negli intervalli di tempo in cui il tuo target è più presente su Instagram per ottenere maggiore coinvolgimento. Secondo una ricerca di CoSchedule i giorni migliori per aumentare il coinvolgimento su Instagram sono il lunedì e il giovedì in un orario compreso tra le 08.00 e le 9.00 (EST). Ovviamente questi dati provengono da ricerche ad ampio spettro per cui potrebbero non rispecchiare le abitudini del tuo target, per questo è molto importante svolgere delle ricerche preliminari per capire il comportamento dei tuoi utenti su Instagram.

Una volta determinati i temi, la frequenza di pubblicazione e gli orari per postare, è utile stilare un piano editoriale in cui riportare tutti i contenuti da postare e le relative tempistiche. Purtroppo Instagram al momento non permette di programmare i post direttamente al suo interno, per farlo possono essere utilizzati software integrativi come Buffer, Hootsuite, Latergramme, Instapult e TakeOff.

Un consistente piano editoriale programmato crea aspettativa e anticipazione. Questa è la chiave per la crescita di ogni social network e ancor
di più oggi su Instagram.


Interagisci con i tuoi follower e guida le interazioni

Puoi pubblicare semplicemente le tue immagini, ma abbiamo osservato che il successo arriva quando si è proattivi. Invita i tuoi follower a interagire con i tuoi contenuti.

Immagina ogni tuo post come un’opportunità per interagire con i tuoi follower. Lascia ai tuoi fan qualcosa da fare e osserva come le interazioni aumentano a macchia d’olio. Ovviamente non travisare questo consiglio, non si dovrebbe chiedere per ogni post qualcosa da fare ai tuoi follower… Diventa fondamentale invece capire che non devi chiedere di comprare ogni volta un tuo prodotto, dare la loro email o condividere il nostro account con tutti quelli che conoscono. E’ molto più sottile quello che si sta chiedendo. Devi chiedere ai tuoi follower qualcosa che li rende appagati nel farlo o riafferma i loro valori o obiettivi. Con questo metodo puoi ottenere un’interazione più alta anche del 300% rispetto ad una semplice pubblicazione.

Ogni post è un’opportunità per creare interazioni, aumentare le conversioni e interagire con la tua community.

La pubblicazione dei tuoi contenuti deve costringere gli utenti a fare di più che semplicemente “digerire” una foto. Per una crescita esplosiva gli utenti devono spingersi a condividere il tuo contenuto. Ogni elemento del tuo post su Instagram dovrebbe offrire la capacità di guidare le interazioni e costruire la vostra rete.

Come misurare i risultati della tua strategia di Instagram marketing

Tracciare le tue performance e i tuoi risultati è essenziale per qualsiasi social strategy tu voglia attuare

Fare ciò, ti permette di capire quali contenuti sono più interessanti per il tuo pubblico e ti permette di ottimizzare la tua strategia per fare passi in avanti. Prestando la giusta attenzione alla crescita del numero di followers, like e commenti sui tuoi post hai la possibilità di capire cosa sta effettivamente funzionando (e quindi portando risultati) e cosa deve essere migliorato. 

Misurare il tasso di coinvolgimento su Instagram è molto semplice: somma il numero di like e commenti al tuo post e dividilo per il numero di follower che avevi nel momento in cui hai postato. Tuttavia, se vuoi effettuare misurazioni più accurate, puoi scegliere di utilizzare dei software di misurazione ad hoc. gli strumenti di social media management o social CRM in grado di tracciare le performance, monitorare i trend, monitorare l’uso degli hashtag, misurare il coinvolgimento degli utenti e gestire più profili. 

A questo proposito diventano molto utili anche gli strumenti di analisi del sentiment che ti permettono di rilevare quando gli utenti stanno parlando di te e la loro attitudine verso il tuo brand. 

 


3 Consigli per la crescita e l’aumento dell’engagement su Instagram

  1. Sfrutta i contenuti generati dai tuoi utenti.
    Gli utenti di Instagram forniscono alla tua azienda un elevato numero di contenuti di qualità. Curare i contenuti postati dai tuoi utenti ti aiuta a creare una community attiva e vivace e di incentivare il tuo pubblico alla condivisione di contenuti creativi che mostrino il loro modo di interagire con il tuo prodotto o servizio e il loro rapporto con il tuo brand. 
     
  2. Includi dei visi nei post per aumentare l'interazione.
    La Georgia Tech ha analizzato più di un milione di foto su Instagram e ha scoperto che le foto che mostrano dei volti ottengono il 38% in più di like e il 32% in più di commenti.
     
  3. Condividi i tuoi post di Instagram su Facebook. 
    Uno studio di Buzzsumo su oltre 1 miliardo di post su Facebook, condivisi da circa 3 milioni di pagine aziendali, ha evidenziato come i contenuti condivisi direttamente da Instagram ottengono un maggiore coinvolgimento rispetto a quelli postati direttamente su Facebook.


8 Tattiche avanzate per incrementare le tue vendite con Instagram

Fare Instagram marketing non è così semplice. Si richiede competenze trasversali e la conoscenza di alcuni strumenti per iniziare. Ma la rapida crescita di Instagram è accompagnata anche da un aumento incredibile delle interazioni da parte degli utenti. In effetti, alcuni studi hanno dimostrato che i brand in media ottengono il 25% più engagement su Instagram rispetto ad altro social network. Impressionante vero?

Significa che Instagram è un luogo ideale per aumentare la brand awareness ma anche guidare le vendite. La vera domanda da un milione di euro è:

  • Dove si possono trovare tattiche di marketing che funzionano davvero su Instagram?

Tattica #1
Usa i modelli di Instagram

Prima di pensare che siamo dei pervertiti, permettici di spiegarti come quei modelli possono aumentarti le vendite. 

  1. In primo luogo i modelli hanno un numero elevato di follower
  2. In secondo luogo, la maggior parte dei modelli di Instagram non sono pagati, ma generalmente lo fanno solo per divertimento
  3. In terzo luogo, la maggior parte dei modelli di Instagram sono davvero felici se si ricorre ad un qualsiasi incentivo per promuovere il tuo prodotto con il proprio pubblico. Ad esempio diciamo che se si vende calzini si potrebbe trovare dieci o quindici modelli (almeno con 15.000 follower l'uno), invia loro i calzini in modo gratuito (magari con un coupon di Amazon o iTunes allegato) e chiedi loro in modo naturale di caricare una foto con i calzini in modo originale, per promuovere il tuo prodotto. Si calcola di media che lo 0,2% dei loro follower vi inizierà a seguire. Evitate le celebrità o modelli che lavorano con grandi marchi. Questi modelli possono attirare più attenzione ma generalmente sono molto costosi.

Questa tattica potrebbe andare in direzione di un’attività di influencer marketing. Considera che esistono più di 60.000 influenzatori su Instagram che coprono tutti i mercati verticali tra cui moda, bellezza, salute e benessere, arredamento casa, alimentazione e altro ancora. 

Tattica #2  
Fare leva su Instagram per posizionare al massimo il tuo brand con lo storytelling

Il modo migliore per posizionare un marchio è quello di raccontare una storia che la gente vuole sentirsi raccontare, giusto? E quale modo migliore per raccontare una storia utilizzando del contenuto visivo? Il nostro cervello è "cablato" per capire le immagini 60.000 più velocemente di un testo. Questo significa che è più facile che le persone capiscano il messaggio quando si utilizzano le immagini nella vostra strategia. 

Ecco dove Instagram viene in aiuto. Come probabilmente sapete, Instagram è visuale al 100%, ogni marchio ha bisogno di una storia che differenzi i suoi prodotti da altri marchi e Instagram è la migliore rete sociale per condividere contenuti visuali. Con la pubblicazione di immagini che supportano un qualsiasi tipo di storytelling che riguardi il vostro marchio, si può avere un migliore posizionamento nella mente del tuo pubblico.

Tattica #3
Promozione incrociata per far crescere più velocemente i tuoi follower

La maggior parte degli utenti e dei brand non lo fanno, ma una promozione incrociata (o semplicemente co-marketing) è uno dei metodi più efficaci per far crescere il tuo seguito di follower su qualsiasi social network. Puoi chiedere ad un tuo stakeholder di raccontare ai suoi follower di te e di seguirti, così tu potrai fare la stessa cosa con lui.

Il problema è che inizialmente questa pratica era diventata praticamente spam ma ora la situazione è sicuramente cambiata e quando il co-marketing di questo tipo viene svolto con eleganza, può risultare veramente efficace. L’errore più grande quando si tratta di promozione incrociata è quello di inviare richieste a persone sbagliate. Per non perdere tempo è molto efficace infatti scambiare qualche messaggio prima di iniziare un lancio vero e proprio, assicurandoti di essere naturale con un messaggio diretto e chiaro.

Tattica #4
Utilizzare il “Bridge Marketing” per aumentare le vendite

Hai mai sentito parlare del “Bridge Marketing”? E’ quando si crea un ponte tra la tua attività e una specifica nicchia, così che più persone possono sentirsi attratte dai tuoi prodotti o servizi.

Per esempio diciamo che si sta avviando un’attività nel campo dell’illuminotecnica industriale e siete alla ricerca di progettisti specializzati con cui avviare una partnership. Mentre questa tipologia di utente naviga potrebbe imbattersi su un “annuncio” su Instagram che promuove “Siamo specializzati in illuminotecnica industriale, approfondisci di più qui”. Non si tratta nient’altro che assicurarsi di segmentare le campagne di Instagram Advertising e creare annunci personalizzati per ogni segmento. Come con Facebook, più specifici sono i segmenti che andrai a creare (grazie alla segmentazione basata su Genere, Luogo, Età, Nicchia) e più messaggi utili al tuo pubblico potrai sfruttare.

Tattica #5
Utilizzare strumenti di analisi per identificare i contenuti che generano più interazione

Uno dei più grandi errori che le persone commettono quando si gestiscono i social media è di postare contenuti che si “pensa” possano interessare. Si, a volte si può ottenere un colpo di fortuna e le persone reagiscono molto positivamente al contenuto, ma il più delle volte questo non funziona. E’ molto più efficace condividere foto o video che hanno un record provato di successo.

Inizia a creare un elenco di 20 profili di Instagram più popolari nel tuo settore e utilizzando uno strumento come SimplyMeasured potrai compilare un semplice foglio di calcolo con i “Top Posts”. Analizzando le informazioni potrai prendere degli appunti e delle suggestioni piuttosto interessanti osservando i vari punti i comune.

  • Che tipo di contenuti condividono?
  • Quante volte lo condividono?
  • Quali tipi di filtri utilizzano?
  • Che tipo di linguaggio utilizzano?

Osservando questi elementi sarete in grado di modellare e ottenere risultati migliori, avviando e sviluppando una nuova strategia di contenuto. 

Tattica #6
Inizia su Instagram e finisci su Facebook

Se su Instagram si è ancora in pochi a promuovere determinati prodotti o servizi, significa che esistono ancora enormi opportunità a disposizione.

Un esempio? The Iconic, un eCommerce di moda e calzature australiano, dopo aver lanciato una campagna su Instagram per aumentare la consapevolezza del proprio marchio tra le donne australiane e aumentare le vendite delle nuove collezioni, ha lanciato la settimana successiva una campagna su Facebook che mirava agli interessi e dati demografici che su Instagram avevano generato la migliore interazione in assoluto.

I risultati? Le donne che hanno visto la campagna sia su Instagram che Facebook hanno convertito il 23% in più rispetto alle altre campagne attive. Le campagne Instagram hanno incrementato la brand awareness e aumentato l’intenzione all’acquisto mentre gli annunci diretti al website di Facebook hanno spinto le persone a completare l’acquisto.

In sintesi? Lanciare campagne visivamente interessanti su Instagram per aumentare la consapevolezza del brand, quindi continuare la campagna tramite annunci diretti ad aumentare le vendite tramite Facebook è un ottimo modo per ottenere il massimo dalle vostre attività di advertising.

Come si può osservare, Instagram può essere uno strumento estremamente interessante in grado di generare vendite quando si sa come usarlo correttamente.

Tattica #7
Guidare gli utenti lungo il funnel di conversione

Per la maggior parte dei brand, ottenere un numero elevato di follower è importante ma risulta essere solo uno dei passaggi nella canalizzazione delle attività di marketing globale.

Per spostare gli utenti più in basso nel funnel di conversione, si dovrebbe prendere in considerazione qualsiasi modalità per catturare l’email dei tuoi follower. E uno dei modi migliori per catturare queste email è quello di chiederla.

Condividi un immagine con un invito all’azione e inserisci nella didascalia un link su come scaricare un eBook o iscriversi alla tua newsletter. Una volta che l’utente viene attivato in questo modo sarà possibile procedere passo-passo ad una sua conversione completa proseguendo in altro modo (attraverso azioni di marketing automation o azioni di marketing relazionale uno-ad-uno).

Per fare questo è comunque necessario creare una landing page mirata e su misura. Da lì poi sarà possibile spingere gli utenti attraverso i tuoi diversi canali e tenerli aggiornati con i vostri prodotti o servizi.

Tattica #8
Mixare video e foto

Uno dei trend più caldi nell'Instagram marketing risulta essere quello di mixare nella propria strategia foto e video. 

Considerando che un video può generare tre volte più condivisioni rispetto ai post fatti di sole immagini, il video è uno strumento prezioso che può essere utilizzato per coinvolgere i follower e far crescere il vostro seguito e così il traffico verso il tuo website.

Per esempio, dai un'occhiata a Oreo o McDonald su Instagram e vedrete esempi impressionanti di video in stop motion che utilizzano un prodotto per generare uno storytelling ironico e spesso incredibile.

I video possono essere divertenti, condivisibili e coinvolgenti, e con le funzionalità di editing video di Instagram si possono raggiungere ottimi risultati con facilità. In stop motion ad esempio è sufficiente tenere premuto il pulsante Record e mettere in pausa quando si vuole girare una scena diversa. Oppure si può caricare semplicemente un video pre-confezionato.

Cos’è Instagram Stories?

Il 3 agosto 2016 Instagram for Business ha rilasciato una nuova funzionalità che permette alle aziende e agli utenti di produrre vari contenuti (sia foto che video) nel corso della giornata e di vederli racchiusi tutti in un unico slideshow: Instagram Stories.

La principale novità è data dal fatto che le aziende non devono preoccuparsi del rischio di postare un quantitativo eccessivo di contenuti dato che le foto e i video contenuti nelle “Stories” spariranno dopo 24 ore e non appariranno sul news feed del profilo aziendale. Se sei particolarmente soddisfatto di un contenuto racchiuso nella tua story, però, puoi anche scegliere di postarlo sul tuo profilo. Non solo, Instagram Stories permette alle aziende di dare sfogo a tutta la loro creatività grazie agli strumenti di editing che permettono di scrivere e disegnare sul contenuto appena creato. Le persone avranno la possibilità di vedere le Stories postate dai profili che seguono attraverso una barra orizzontale presente nella parte alta del loro feed e riusciranno ad individuare facilmente i nuovi contenuti postati grazie ad un anello colorato che appare intorno ad essi. 

La visualizzazione delle stories è molto semplice: basta un semplice swipe verso destra o sinistra per cambiare profilo, inoltre una barra blu superiore indica all'utente che sta visualizzando una story di quanti contenuti è composta, in questo modo chi guarda le foto e i video postati all'interno di una story riesce ad assicurarsi di non saltare nessun contenuto prima di effettuare lo swipe laterale. A ciò si aggiunge un’altra novità assoluta per Instagram: non esistono like e commenti pubblici. Se un utente ha voglia di commentare un contenuto postato all'interno di una story può mettersi in contatto diretto con chi l’ha postato grazie a Instagram Direct

Instagram Stories segue le impostazioni sulla privacy del tuo account. Se hai un account privato, le tue storie saranno visibili solo ai tuoi followers. Tuttavia, puoi anche scegliere di nascondere l’intera story a profili ben precisi che non vuoi che visualizzino i contenuti anche se ti seguono. Vuoi sapere chi ha guardato la tua story? Fai uno swipe verso l’alto mentre guardi la tua story e vedi chi ha guardato ogni contenuto che la compone. 

Instagram Stories Vs Snapchat

Ora che conosci tutte le funzionalità di Instagram Stories noti qualcosa di famigliare? In molti hanno notato molte (troppe) similarità con Snapchat e in molti si sono chiesti se Facebook avesse copiato apertamente la piattaforma di Evan Spiegel. Una mezza ammissione arriva da Kevin Systrom, CEO di Instagram, che in un’intervista a TechCrunch ha ammesso di dover riconoscere a Snapchat tutti i meriti. 

Instagram Stories, così come Snapchat, cerca di aumentare il livello di coinvolgimento dell’utente rendendo i contenuti effimeri. Il fatto che dopo 24 ore quei contenuti non siano più disponibili porta le persone a restare sempre in attesa di nuovi video o immagini postate da parte dell’azienda. Ovviamente per avere questo effetto è necessario sviluppare una vera e propria storia che abbia una trama in grado di incuriosire effettivamente l’utente. Nessuno pagherebbe per vedere  un film in cui vi è una sequenza di foto e video scollegati tra loro e che non seguano un percorso coerente. Anche se Instagram e Snapchat sono gratuiti il concetto è lo stesso. Spenderesti il tuo tempo per vedere contenuti non rilevanti e che non seguono un percorso ben delineato? Nell'utilizzare Instagram Stories le aziende devono riuscire a sviluppare una trama ricca di suspense, che incuriosisca l’utente e lo spinga a restare in attesa del contenuto successivo. 

Sia Snapchat che Instagram Stories si rivolgono ad un pubblico diverso rispetto a quello che è possibile trovare su altri social network come Facebook. Innanzitutto si rivolgono entrambi ad utenti più giovani, più creativi e propensi a creare contenuti. In secondo luogo si rivolgono ad utenti interessati a sperimentare. A questo proposito, possiamo affermare che uno dei più grandi meriti di Instagram Stories è quello di semplificare la dinamica di pubblicazione di Snapchat e di renderla più comprensibile anche ad un pubblico più tradizionalista e abituato a comunicare in un certo modo, che fa difficoltà ad entrare nella dinamica di Snapchat. 

Purtroppo non ci è dato sapere chi vincerà la lunga battaglia all'innovazione tra Zuckerberg e Spiegel, ciò di cui siamo sicuri, però, è che le aziende possono solamente trarne vantaggio. 


Vuoi utilizzare Instagram nella tua azienda in modo efficace?

Instagram è uno strumento ormai estremamente utile per tutte le aziende, anche quelle di minori dimensioni, dato che permette di creare una community attiva e vivace senza dover affrontare grandi investimenti. 

Non è mai semplice costruire una community di questo tipo, leale e coinvolta su molteplici canali, ma con il giusto approccio e con la giusta sperimentazione troverai una soluzione su misura per il tuo brand. Per non parlare di come generare nuovi contatti, clienti e nuove vendite...

 


Vuoi sviluppare un piano di Instagram Marketing per la tua azienda? 

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA »

 

ombrina.jpg

Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal nostro blog!