Beauty e cosmesi: come accelerare le vendite

Daniel Casarin

Pubblicato da Daniel Casarin

Cosmesi e beauty come accelerare le vendite

Il mercato del beauty e cosmesi è sempre più affollato e competitivo. È difficile differenziarsi agli occhi dei consumatori. Ma oggi, il digital e l'eCommerce applicati al beauty consentono di proporre i propri prodotti ai clienti in modo efficace. Che tu sia un nuovo imprenditore che sta entrando nel mercato, un'azienda già consolidata che vuole sfruttare il canale digitale o un esperto di settore, qui trovi consigli e suggerimenti per vendere in modo efficace (e redditizio).

Supponiamo di essere una ragazza alla ricerca di un nuovo mascara. Da dove iniziamo?

Ad oggi cercare un nuovo prodotto di beauty e cosmesi non è così semplice: esistono centinaia e centinaia di brand di cosmesi che vendono mascara, ed ognuno di questi brand offre diverse tipologie di prodotto, a partire da quello che promette un allungamento delle ciglia, al tipo di mascara waterproof. Come cliente, ci troviamo di fronte ad un “buon” problema: c’è troppa scelta!

Per gli aspiranti imprenditori che intendono entrare nell’ambito di beauty e cosmesi, la saturazione del mercato rappresenta una vera sfida.

C’è davvero spazio in questo mondo di beauty per un’altra crema BB o per un altro rossetto opaco effetto matt? Come fare per lanciare un nuovo brand di makeup per far risaltare i tuoi prodotti di beauty in un mercato affollato? In che modo potrà ottenere visibilità tra le migliaia tipologie esistenti? E inoltre, come puoi vendere prodotti di makeup online e incoraggiare gli utenti all’acquisto?

L’eCommerce e l’accesso alle risorse produttive hanno reso la bellezza più democratica, aprendo un’industria che un tempo era dominata da pochi brand e di grandi dimensioni. E, sorprendentemente, c’è ancora spazio. 

Nuovi trend e mercati di nicchia spuntano quasi quotidianamente, pronti per essere cavalcati. Quelli che hanno la capacità di captarli e andare rapidamente sul mercato (di seguito ti diremo come), possono sfruttarli per colmare le lacune del settore.

Prendiamo come esempio due commercianti di Shopify che vendono prodotti di makeup online (e in store) per capire qual è stata la loro esperienza diretta nella costruzione del loro brand di beauty e cosmesi.

Kate Loveless ha creato Redhead Revolution dopo aver trovato pochissime opzioni adatte a soddisfare la sua carnagione chiara e le sue ciglia leggere e delicate. Tramite il suo negozio di eCommerce Shopify vende i prodotti da lei realizzati, come ad esempio il mascara “Honest Auburn”.

Esistono tanti altri vari brand di beauty e cosmesi che utilizzano Shopify per vendere prodotti di makeup online: a parte da vlogger di beauty che diventano veri e propri commercianti, al produttore di Kylie Cosmetics, a una sfilza di brand super di nicchia che vendono prodotti di makeup agli atleti, agli adolescenti e alle donne di colore.

Ma andiamo per ordine, in questo articolo puoi approfondire i seguenti temi:

Beauty e Cosmesi dal brand alla conversione


Come posizionare il brand nel settore beauty e cosmesi

Innanzitutto, poniti le seguenti domande e prova a darti una risposta valida:

  • In che modo la tua idea si differenzia da quella del mercato?
  • Hai identificato un target preciso per i tuoi prodotti di beauty e cosmesi? Come li raggiungerai?
  • Questa audience è sotto-rappresentata dai brand attuali?
  • Hai identificato qualche trend emergente?
  • Il tuo elemento di differenziazione è esterno al prodotto? O stai cercando di creare una nuova esperienza intorno ad un prodotto comune? Se sì, in che modo il tuo brand sarà utile a raggiungere questo obiettivo?
    Gli ultimi trend

Uno dei modi migliori per concretizzare un’idea di prodotto è quello di ricercare e studiare i trend emergenti. E puoi farlo in molti modi.

Se hai intenzione di entrare nel settore del beauty e della cosmesi, dovresti già fruire regolarmente dei contenuti riguardanti il beauty.

Fai una lista di influencer, brand, blogger e trend-setter da seguire. Abbonati anche alle liste email così da non perderti nulla, usa uno strumento come ad esempio Pocket per salvare gli articoli e cattura le idee che ti ispirano in una board di Pinterest. Inoltre, potresti anche controllare gli andamenti dei Google Trends per vedere se c’è un crescente interesse per la tua idea!

Trova la tua nicchia

Molti brand sono riusciti a fare del business stabile andando alla ricerca di un pubblico con esigenze estetiche ben specifiche. Facciamo alcuni esempi:

  • Studio 10 si rivolge ad un target di età più avanzata, che affronta problemi specifici di pelle più matura.
  • Nel suo negozio fisico, India Rose offre brand esclusivi e si concentra su un cliente attento all’ambiente e che allo stesso tempo apprezza anche il lusso e il design.
  • La rapida crescita di consapevolezza sul benessere degli animali e l’interesse verso le formulazioni di prodotti senza sostanze chimiche hanno contribuito al successo dei brand vegani e biologici.
  • Klee ha trovato la sua nicchia nel mercato dei giovani e degli adolescenti, offrendo colori tenui e miscele delicate adatte alla pelle giovane.
  • Redhead Revolution crea tipologie di mascara in tonalità più originali, che sono più adatti per ciglia leggere e per un look naturale.
  • I makeup artist professionisti si rivolgono a Makeup Forever per prodotti progettati appositamente per film e TV.
  • Black Opal è un leader nel settore, che rappresenta un ampio spettro di tonalità pensate per le donne di colore.
  • I colori iperpigmentati di Sugarpill e i look estremi si rivolgono prevalentemente ad un audience di cosplay.
  • Il trucco waterproof è fondamentale per chi si allena, e per questo motivo Sweat Cosmetics si rivolge agli atleti.

In qualsiasi settore basato sull’immagine, il brand ha un ruolo particolarmente importante. Occorre anche tenere in considerazione il packaging, il logo ed il design del sito web ed il modo in cui questi elementi possono aiutare a riflettere i valori del brand, raccontare una storia e creare un’esperienza per i tuoi clienti.

Re-sell!

Potresti anche lanciare il tuo brand di beauty e cosmesi ed iniziare a vendere prodotti di makeup online saltando del tutto la produzione. Come? Semplicemente acquistando all’ingrosso da più brand, portando un’esperienza d’acquisto curata ai tuoi clienti.

Per fare questo dovresti pensare a diversi temi, come ad esempio brand locali, prodotti naturali o biologici, prodotti per specifici tipi di pelle ecc. Inoltre, dovresti tenere conto dei seguenti fattori:

  • Compatibilità dei brand -  C’è qualche competizione?
  • Disponibilità nel tuo mercato - Se ti rivolgi anche al mercato francese, ad esempio, chi altro sta spedendo quel particolare brand in questo mercato?
  • Tasse di importazione

Produzione cosmetici

Se decidi di produrre i tuoi prodotti, ci sono alcune linee guida e domande generali da porsi prima di entrare nella fase di produzione. Vediamo uno a uno.


1. Ingredienti e preparazione

Per essere sicuri che ciò che si afferma sulla confezione sia ciò che si trova effettivamente nel prodotto, è necessario effettuare una ricerca approfondita degli ingredienti e dei fornitori. Dovresti quindi porti le seguenti domande:

  • Gli ingredienti sono realmente di qualità per la cura della pelle e/o approvati per l’uso nella cura della pelle nel tuo paese?
  • Ti interessano gli ingredienti naturali?
  • Quali conservanti userai?
  • I tuoi prodotti mostreranno dichiarazioni organiche? In questo caso, assicurati che il fornitore possieda le certificazioni appropriate.
  • Tieni traccia della catena di approvvigionamento. Il fornitore è affidabile? Possono fornire riferimenti utili?
  • Quali sono le leggi sull’etichettatura nel tuo paese e nel paese in cui spedisci?

     

2. Packaging

Il packaging nei prodotti beauty serve a pochi ma precisi scopi:

  • Rappresenta il tuo brand attraverso il design
  • Protegge la fragilità dei tuoi prodotti
  • Può essere doppio, come nel caso di mascara e rossetti
  • Comunica informazioni importanti ai clienti, come ad esempio gli ingredienti, la data di scadenza e le istruzioni per l’uso
  • Contribuisce alla customer experience

Assicurati di testare rigorosamente non solo i tuoi prodotti, ma anche il packaging.
Ricorda: se il packaging non è affidabile e convincente, i clienti non saranno propensi a scegliere i tuoi prodotti!


3. Labelling

Ogni paese ha le proprie regole che disciplinano i requisiti di packaging per i prodotti di beauty e cosmesi. Potrebbero esserci anche regole specifiche della regione.

I regolamenti, in vigore per tutelare i consumatori, coprono ogni aspetto dal linguaggio del packaging, all’etichettatura, peso/volume, elenchi degli ingredienti fino alle avvertenze relative alle allergie.


Crea il tuo shop online!

Quando progetti il tuo shop online ricordati che le descrizioni dei prodotti, anche se possono sembrarti noiose, sono estremamente importanti.

Non solo aiutano con la SEO, ma forniscono anche informazioni preziose per aiutare i clienti a fare acquisti basati sull’informazione. Per il makeup, potresti descrivere la consistenza, l’applicazione e l’uso del prodotto.

Arricchisci le pagine del prodotto con immagini grandi e chiare che illustrano il prodotto su uno sfondo bianco, o con immagini di lifestyle e beauty che rappresentano il prodotto utilizzato su un modello (o su diversi modelli di diverse tonalità di pelle).

Tieni in considerazione anche la potenza dei video tutorial di makeup presenti sulla pagina dei prodotti, sul blog o nella galleria del tuo website!

Promuovi il tuo beauty brand

La competizione per l’attenzione nel settore del beauty e della cosmesi rappresenta una vera sfida per i brand emergenti, mentre il mercato è saturo di brand di grandi dimensioni e con spese pubblicitarie ancora più elevate.

Se hai seguito i nostri consigli sin dall’inizio di questa guida, probabilmente ti sei già immerso in un particolare segmento di beauty con meno competizione.

Tieni in considerazione la social proof: la maggior parte dei consumatori afferma di leggere le recensioni dei prodotti prima di effettuare un acquisto. Ci sono poche industrie che esemplificano l’impatto meglio dell’industria del beauty e della cosmesi.

Il passaparola del tuo cliente medio può essere potente e può assumere la forma di recensioni tradizionali.

Considera il potenziale dei beauty influencer: soltanto nel 2014 le visualizzazioni dei video su YouTube relative al beauty e alla cosmesi erano superiori a 700 milioni al mese, e i canali di beauty (influencer e vlogger) erano pari a 45.000. Prova ad immaginare a che numeri su può arrivare oggi!

Spesso le recensioni di beauty influencer più onesti hanno superato le “promesse” fatte dall’industria del beauty e prodotti dimostrativi su persone “reali” in una miriade di sfumature e look.

Collaborare con influencer (blogger, vlogger e Instagrammer) può essere incredibilmente efficace per accedere al pubblico coinvolto. 

Un curioso suggerimento: per ridurre i costi, cerca gli influencer emergenti che si adattano al profilo del cliente e che hanno un audience non troppo vasta ma molto coinvolta. Questi potrebbero essere disposti a scambiare una recensione per prodotto, per aiutare a costruire i propri brand.

Investi nella creazione di contenuti e sfrutta l’UGC (user generated content): è difficile dire se mi piacerà un rossetto se posso giudicare solo da una breve descrizione scritta e una foto dello stesso prodotto.  

Crea descrizioni ben fatte, con informazioni esaustive e utilizza lo storytelling per raccontare come il prodotto è realizzato. 

E poi, invita gli utenti a creare  contenuti personalizzati, come post, video, recensioni, che evidenziano come i clienti utilizzano i tuoi prodotti. L’User generated content, se ben utilizzato, potrebbe dimostrarsi uno strumento efficace per aiutarti a trovare nuovi clienti.

Spedizione e customer service

La spedizione di cosmetici può essere un’impresa difficile specialmente se si tratta di prodotti di makeup costituiti di polveri pressate, come ad esempio ombretti e blush. Per evitare di riscontrare problemi con i prodotti rotti e danneggiati, pensa a come rinforzare il packaging con un involucro di bolle su prodotti fragili.

Ricorda: considera la spedizione e la gestione durante la fase di progettazione del prodotto e dell’imballaggio.

Dal momento che le preferenze sui prodotti di beauty e cosmesi sono molto personali e il colore dei prodotti visto sullo schermo può sembrare molto diverso rispetto a quello reale, ti dovrai rendere disponibile nella sostituzione del prodotto o del rimborso dei clienti.

Per questo motivo, assicurati di disporre di una solida politica di restituzione e di un processo conveniente per garantire che la gestione dei resi sia semplice per i clienti e per te.

Digital marketing e beauty

Torna all'indice

Come il digitale può supportare le vendite nel settore beauty e cosmesi

Abbiamo visto come posizionare e differenziare il tuo beauty brand e quali sono i fattori critici di successo per vendere online. Ora analizziamo come il digitale può aiutarti a vendere i tuoi prodotti anche off line.

L’industria del beauty, infatti, continua a crescere ininterrottamente e le donne di tutto il mondo acquistano prodotti per il trucco e la cura della pelle.

Con il vasto numero di brand diversi disponibili oggi, le aziende che vendono cosmetici devono presentare regolarmente nuove idee per distinguersi tra la concorrenza ed attirare nuovi clienti.

L’eCommerce è emerso come una potente ruota motrice nel settore cosmesi e beauty. Internet ha un ruolo chiave anche nel processo di acquisto dei prodotti di beauty e cosmesi, con un terzo dei consumatori che effettuano ricerche online prima di acquistare un prodotto.

Ecco alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a conquistare clienti per tutta la vita offrendo una customer experience eccezionale.

L’importanza delle community online

Il potenziale commerciale delle community online nel settore beauty e cosmesi è davvero enorme. Le discussioni che si svolgono sui siti di consumatori online, i forum di feedback e le piattaforme social contribuiscono in maniera determinante alle decisioni d'acquisto per i prodotti di beauty e cosmesi.

Le community online ed i blog, infatti, differiscono molto dai siti di eCommerce o dai negozi digitali, che sono sicuramente molto funzionali, ma esistono di base per la sola vendita dei prodotti.

Monitora le community, leggi le discussioni sui temi che interessano il tuo target,  e prendi spunto per capire le esigenze e i problemi delle tue buyer persona: sono una vera miniera d'oro per migliorare i tuoi prodotti.

Contenuti sempre in primo piano, anche con una App

La maggior parte dei clienti utilizza Internet per informarsi sui prodotti prima di acquistarli. L’attuale mercato del beauty è fortemente dominato dai blogger e i brand devono fare in modo di sfruttare questa tendenza a loro favore.

Ad esempio, il tuo brand può inviare campioni gratuiti a blogger famosi e chiedere loro di pubblicare recensioni dopo aver utilizzato i prodotti. Potresti inoltre inserire nel tuo sito web e nelle tue pagine social video tutorial ed interviste, così da aiutare i tuoi clienti a comprendere le ultime tendenze e tecniche.

I cosmetici MAC, ad esempio, hanno una vasta gamma di video presenti sul loro website. Alcuni di questi video insegnano ai clienti come applicare il makeup, mentre altri offrono consigli e suggerimenti sui prodotti per i clienti.

Avere una propria app mobile è un’ottima idea per aggiornare i clienti su nuovi prodotti, promozioni, vendite ed ottenere il loro feedback.

È inoltre possibile aggiungere diverse funzioni all’app che consentono ai clienti di provare diversi effetti makeup in supporto virtuale. L’app di L’Oréal, ad esempio, ha generato molto successo e consente ai clienti di applicare il trucco a se stessi e visualizzarlo con espressioni diverse.

Crea campagne digital per il lancio di nuovi prodotti

L’industria di beauty e cosmesi deve costantemente proporre interessanti campagne per aumentare le vendite ed attirare nuovi clienti.

Ad esempio, potresti organizzare un evento in cui i clienti entrano nel negozio e interagiscono con i truccatori e gli specialisti della cura della pelle. Molti clienti sono motivati dall’ambiente circostante, quindi occorre prestare molta attenzione alle modalità.

Le campagne pubblicitarie sono il modo perfetto per acquisire nuovi clienti e fare crosselling su clienti già acquisiti.

Puoi chiedere agli esperti di makeup popolari sul web di creare look specifici utilizzando i tuoi prodotti: questo non solo aiuterà i clienti ad imparare come creare un nuovo look, ma li spingerà anche a comprare i prodotti consigliati.

Puoi utilizzare i social media per creare concorsi o sondaggi in cui i clienti partecipano attivamente, ad esempio può essere chiesto loro di creare diversi look utilizzando il makeup che stai lanciando e premiando i look più divertenti!

 

Coinvolgi i tuoi clienti e trasformali in tuoi brand ambassador

Molti clienti fanno affidamento sui consigli degli altri acquirenti quando prendono una decisione di acquisto. In questo caso, il passaparola genera fino al doppio delle vendite rispetto alla pubblicità a pagamento.

Sephora, ad esempio, ha creato una sezione sul proprio website chiamata BeautyTalk in cui i clienti possono condividere le loro opinioni sui prodotti e possono anche scambiarsi consigli e tecniche di makeup.

Forum come questi non solo aiutano i clienti a prendere decisioni sulla base di informazioni precise, ma le aziende possono anche ottenere un prezioso feedback sulle loro linee di prodotti.

Mentre vediamo molte celebrità pubblicizzare prodotti per la cura della bellezza, i brand possono trasformare i loro clienti fidelizzati in veri e propri brand ambassador.

Trasformare un cliente fidelizzato in un brand ambassador fa sentire il cliente speciale e fiero della scelta fatta. Questo lo incentiva a convincere amici e conoscenti ad acquistare il prodotto.
Puoi offrire incentivi sotto forma di sconti o di preview di prodotti in uscita o inviti ad eventi esclusivi o regali occasionali. 

 

Utilizza al meglio i social

Anche se ad oggi dovrebbe essere ormai ovvio, molti brand non hanno ancora iniziato a sfruttare al meglio i social media per ottenere più clienti.

Nel settore del beauty e cosmesi è importante utilizzare i social media, in particolare Instagram, sia per condividere le informazioni con la propria audience, sia per aggiornarsi riguardo i trend emergenti.

I social media, infatti, possono essere un ottimo modo non solo per promuovere nuovi prodotti e linee, ma anche per fornire contenuti specifici su ingredienti e benefici del prodotto, presentare e promuovere contest e, per ultimo ma non meno importante, per ricevere feedback dai clienti.

Come il digitale può supportare le vendite nel settore beauty e cosmesi_

Un caso di successo: l’Oréal

L’Oréal è un buon esempio di un’azienda che sta raccogliendo i frutti dell’investimento nel canale digitale.

Il cosiddetto “gigante dei cosmetici” ha negli ultimi anni aumentato il suo budget media e ha indicato che il digitale, come percentuale di spesa, registra una continua crescita.

Tre brand di L’Oréal sono stati nominati “genius” nel rapporto Digital Beauty di L2ThinkTank, che classifica la competenza digitale dei migliori brand di beauty ed ha assegnato lo status di “genius” complessivamente a soli 6 brand.

I tre brand L’Oréal che sono stati etichettati come “genius” sono L’Oréal Lancome, Kiehl’s e L’Oréal Paris. I loro sforzi nell’arena digitale includono anche l'ottimizzazione della interfaccia utente dei loro siti da mobile e tablet di Lancome, le notifiche push in base alla localizzazione degli utenti e la strategia delle app mobili Snap e Shop utilizzata da Kiehl’s.

L’Oréal ha anche in passato collaborato con la star del makeup di YouTube Michelle Phan per lanciare “em”, un brand di cosmetici a colori venduto esclusivamente online.

Scarica-ebook-instagram-advanced

Torna all'indice

9 consigli per aumentare le vendite dei tuoi prodotti beauty

Che tu abbia un store online, un negozio di prodotti naturali o un salone di bellezza, i tuoi clienti cercano la tua competenza e la tua consulenza, in quanto ti mostrano il loro interesse per il tuo know-how. Non farti scappare questa opportunità!

Ecco qualche prezioso consiglio per aiutarti a rendere i tuoi clienti ancora più soddisfatti generando vendite aggiuntive.

1. Consulenti, non venditori

Niente è più frustrante del dover affrontare un venditore che non ha nessuna conoscenza del prodotto. Pertanto, è essenziale formare i dipendenti e assicurarsi che siano ben preparati ed esperti nei prodotti che offrono.

Un dipendente mal informato può spesso costare al brand più del semplice denaro.

Ad esempio, se un cliente chiede informazioni su un prodotto e viene semplicemente mandato via senza che i dipendenti gli forniscano una risposta o un’opzione soddisfacente, genera una cattiva impressione e potrebbe persino portare alla perdita del cliente.

E se questo non basta, il cliente in questione potrebbe anche fare cattive recensioni su siti di community o sui tuoi social o parlare male del tuo brand con amici e conoscenti. 

Questo può avvenire sia in un negozio fisico ma anche nella chat del tuo sito o nel tuo numero verde. I clienti desiderano risposte alle loro domande che soddisfino le loro necessita.

Tutti quelli che si occupano dell’assistenza clienti in tutti i canali off line e online  dovrebbero avere una conoscenza completa dei prodotti disponibili, delle loro caratteristiche e delle novità commercializzate.  

L'operatore deve, inoltre, deve saper spiegare i vantaggi dei prodotti venduti ed essere in grado di assistere i clienti in caso di domande, fornendogli sempre consigli preziosi e risolvendo ogni loro dubbio.

Ad esempio, quando si vende un fondotinta è possibile fornire suggerimenti ai clienti in base al tipo e al tono della pelle. Il rappresentante deve anche essere in grado di suggerire cosa si adatta e sembra meglio per il cliente.

È possibile far testare fisicamente i prodotti per aiutare i clienti a capire come funzionano e fornire loro risultati. Tutti questi sforzi non solo migliorano l’esperienza del cliente, ma aiutano anche ad aumentare le vendite.

2. Mantieni gli standard alti

Poiché i clienti continuano a richiedere prodotti di qualità sempre superiore, stanno diventando sempre più importanti avere rigorosi standard di produzione, come quello che McElwee ha implementato presso Whole Foods (realizzazione di prodotti naturali per ottenere certificazioni di terze parti da utilizzare nel marketing e nel packaging).

Con più concorrenza, produrre prodotti di standard elevato è una buona strategia per differenziarsi. Ora è più che mai importante, in quanto anche i produttori mass market si stanno lanciando nel settore dei prodotti naturali  o "biologici", per cui avere prodotti di alta gamma coadiuvati da bollini e certificazioni attestanti la qualità aiuta a distinguersi.

3. Offri un servizio top

Se hai uno store di prodotti naturali puoi imparare dai successi dei rivenditori di cosmetici convenzionali.

Con il modello di grande magazzino (si pensi a Sephora, ad esempio), l'elemento di differenziazione più importante è costituito dal servizio. In questi casi il cliente può entrare nei negozi e passare tutto il tempo che vuole con un assistente alla vendita dedicato.

Ecco perchè è importante che i rivenditori collaborino più strettamente con i brand per creare un modello come quello in cui si è distinto Pharmaca, che ha previsto traning formativi nei negozi ed eventi legati a community.

4. Connetti benessere e beauty

I negozi di beauty non dovrebbero riguardare solo i prodotti di bellezza, ma concentrarsi anche su come questi prodotti contribuiscono al  benessere della persona.

Un buon metodo per aumentare questo collegamento è quello di promuovere eventi e campagne che includono vari tipi di prodotto che riguardano entrambi gli aspetti.

Organizza quindi eventi, come ad esempio una serata alle terme con un’estetista e trattamenti con i tuoi prodotti di beauty e cosmesi.

Potresti inoltre includere nel piano editoriale dei tuoi social media una rubrica totalmente dedicata al benessere e alla cura di sè.

 

consulenza-gratuita-marketing-industriale


5. Crea una “beauty destination”

Questo potrebbe essere il consiglio più difficile da seguire, perché ci vuole davvero tempo a disposizione e tanto impegno per far percepire il tuo negozio, un oggetto del desiderio.

Un negozio di beauty e cosmesi ideale dovrebbe avere un’area di consulenza in cui i clienti possono accomodarsi e discutere i loro problemi e le loro esigenze con gli assistenti di vendita che li guidano nella scelta dei prodotti.

Tutto dovrebbe essere visto con gusto e dovrebbe essere caratterizzato da un tocco di lusso per far sentire i tuoi clienti coccolati.

L’illuminazione, in particolare, dovrebbe essere adatta ai clienti per poter scegliere con facilità le tonalità. Allo stesso modo dovrebbero essere sistemate sedie comode per i clienti e gli specchietti in negozio non dovrebbero essere troppo alti o troppo bassi per il comfort del cliente.

Tutte queste accortezze farebbero sentire il cliente speciale, così che vorrà sicuramente visitare di nuovo il tuo store.

Fai la stessa cosa con il tuo shop online, facendo sentire il cliente comodo di consultarlo e di ritornare nel tuo sito per novità e informazioni.

6. Abbellisci i tuoi spazi (anche quelli virtuali)

Non riempire gli scaffali di prodotti impilati, come se il tuo negozio fosse un magazzino. Metti in risalto il lato visual e dai un look originale ai tuoi spazi.

Crea uno shop online che sia facile da utilizzare, con una esperienza utente paragonabile a quella dei grandi marketplace.

Durante l’estate, ad esempio, potresti aggiungere una ciotola di agrumi accanto ai tuoi prodotti solare per enfatizzarli e durante l’inverno, invece, potresti aggiungere qualche fiocco di neve e paillettes attorno ai tuoi set regalo.

Fai in modo che i tuoi clienti siano invogliati a toccare il prodotto, prenderlo in mano ed annusarlo. Decora il tuo negozio (fisico o online) per ispirare al meglio i tuoi clienti.

7. Sfrutta i tuoi best seller

Dai un’occhiata al numero delle vendite per capire quali dei tuoi prodotti vengono apprezzati di più dalla tua clientela e assicurati di averli sempre disponibili in magazzino. E se hai uno shop online analizza le statistiche delle pagine più viste e dei prodotti più consultati.

Puoi anche utilizzare questi prodotti per stimolare la vendita di altri prodotti, ad esempio posizionando uno dei tuoi prodotti di punta accanto a un prodotto che vendi più raramente.

In questo modo, avrai più possibilità che i tuoi clienti buttino un occhio sul secondo prodotto e, perché no, gli venga voglia di provarlo.

8. Proponi sempre qualcosa di nuovo

Sarà difficile che il tuo cliente rimanga interessato alle tue proposte se ogni volta che entra nel tuo negozio o nel tuo shop online è sempre tutto come prima.

Se non hai nuovi prodotti da offrire, prova a creare la novità cambiando il layout dei prodotti e modificando l’aspetto dei tuoi scaffali o della tua home page.

9. Offri una giusta linea di cosmetici

Questo punto potrebbe sembrare ovvio, ma in realtà non lo è affatto. L’idea di tenere una o più linee che corrispondono a ciò che la tua clientela sta cercando in termini di prezzo, aspetto e effetti sulla pelle può innescare un acquisto.

Indipendentemente dal fatto che i tuoi clienti siano interessati a prodotti biologici, vegani, di fascia alta o più economici, il tuo compito è quello di offrire una linea che si adatta alle loro esigenze e ai loro interessi.

9 consigli per aumentare le vendite beauty

Visto com'è facile aumentare le tue vendite?

Questi sono consigli semplici ed efficienti per aiutarti a promuovere i tuoi prodotti di beauty e cosmesi.  Abbi fiducia nel tuo brand e credi nei tuoi prodotti, i tuoi clienti apprezzeranno!

 

 


Ora tocca a te: tieni a mente questi suggerimenti e contattaci per ricevere una consulenza preziosa per il tuo brand

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA »

Ora è il tuo turno: lascia un commento

 

 

ombrina.jpg

Sei un imprenditore o un marketer in cerca di risultati?