Digital transformation: definizione, guida e strategia d'implementazione

Daniel Casarin

Pubblicato da Daniel Casarin

Digital transformation: definizione, guida e strategia d'implementazione

 La quarta rivoluzione industriale è in atto e così anche il mondo digitale sta avanzando a velocità impressionante guidato dalla principale tendenza tecnologica degli ultimi anni: il cloud.

Questo passaggio epocale delle aziende dall’automation all’IT viene definito digital transformation. Un cambiamento che non è stato decisamente facile data la difficoltà di accogliere l’innovazione da parte soprattutto di manager di vecchio stampo. Scopriamo cosa si intende per digital transformation e quali sono i nuovi scenari per le organizzazioni.

Una prima definizione di digital transformation?

La digital transformation rappresenta un cambiamento culturale che spinge le organizzazioni a sfidare continuamente lo status quo, sperimentare e sentirsi a proprio agio con gli strumenti digitali.

La definizione di The Agile Elephant in particolare fornisce una visione più precisa al riguardo:

"La digital transformation comporta un cambiamento di leadership, un modo di pensare diverso, nuovi modelli di business ed un maggiore utilizzo della tecnologia per migliorare l'esperienza dei dipendenti, dei clienti, dei fornitori, dei partner e di tutte le parti interessate dell’organizzazione".

Come potrai facilmente intuire, quando si parla di digital transformation si fa riferimento ad una questione molto ampia, che non riguarda soltanto la tecnologica o la visione strategica di una determinata azienda ma che interessa tutto il capitale umano di un'organizzazione e che necessita delle giuste competenze.

In questo scenario tecnologico è necessario investire sullo sviluppo di nuove figure professionali, ma anche ripianificare le tradizionali soft skill in chiave digitale.

 


La trasformazione digitale sta investendo tutti i settori, anche quelli un tempo considerati tradizionali o lontani dal mondo della tecnologia. E' solo questione di pochissimo tempo.


 

Per questo che tu sia il proprietario di una piccola, media o grande impresa è importante in qualsiasi caso sfruttare le tecnologie digitali per rimanere competitivi.

Le aziende che non lo faranno rischieranno di non essere più in grado di competere con le imprese più innovative.

Seguire la strada tracciata dalla digital transformation deve essere una priorità chiave per qualsiasi azienda che desideri competere in futuro. 

Ciò che non è ancora ovvio però a molti imprenditori, e forse anche a te, è cosa si intende per digital transformation.

È solo un modo accattivante per dire di passare al cloud?

Quali sono i passaggi specifici che si devono compiere?

Quali aspetti della strategia aziendale devono cambiare?

Ne vale davvero la pena?

Questo contenuto ha lo scopo di risolvere almeno in parte i tuoi dubbi e fare chiarezza sul tema.

 Ecco quello di cui ci occuperemo:

New call-to-action

Il contesto: l’importanza della digitalizzazione

Ti sei mai chiesto perché le organizzazioni devono digitalizzarsi?

Le aziende che operano da molti anni sul mercato tendono ad avere un modello consolidato di business che è alla base di decenni di successo e che consente alle aziende di sopravvivere alla fluttuazioni del mercato.

La maggior parte delle aziende di successo italiane hanno una lunga storia.

Molte aziende hanno una struttura rigida e quando avviene un cambiamento (vedi la congiuntura economica del 2008) non si riescono ad adattare al nuovo scenario macro economico.

Ora, se fai riferimento ai numerosi fattori esterni che possono minacciare l'equilibrio del tuo business (aspettative dei clienti, aspettative dei dipendenti, nuove tecnologie, nuovi modelli di business, nuovi competitor e nuove start-up in rapida crescita) capirai che ci sono tantissime variabili che da un giorno all'altro potrebbero farti perdere tutto ciò che hai raggiunto a livello economico e di posizionamento.

Improvvisamente, le tue strategie di marketing, di vendita o di prodotto potrebbero non offrire più gli stessi risultati. 

Per adattarsi al nuovo ambiente competitivo alcuni manager scelgono di cambiare le loro strategie operative a favore di altre più innovative; ma questo non è sufficiente per riportare l'organizzazione su un percorso sostenibile e a lungo termine.

La necessità di un approccio rivoluzionario, che rinnovi l'organizzazione diventa così indispensabile.

Ma la nuova prospettiva della digital transformation non ha ancora convinto del tutto i responsabili delle aziende.

Per esempio, Fujitsu, una società giapponese di ICT ha pubblicato nel 2017 il rapporto “The Digital Transformation PACT” in cui risulta palese l’indecisione dei manager aziendali di interfacciarsi con il nuovo scenario tecnologico.

In riferimento all'importanza della digital transformation, il 46% dei manager di grandi aziende dichiara di aver già pianificato dei progetti di digitalizzazione mentre l’86% prevede di avviarli nel giro di un anno.

In generale, l’indagine ha registrato una generale preoccupazione per i costi da sostenere relativi alle attività di implementazione e di adattamento. 

Per quanto riguarda l’Italia il rapporto mostra che per il 40% dei manager italiani, la digital transformation è incentrata su due aspetti: la rivoluzione del modello di business e quella dei processi produttivi.

Inoltre nel 25% dei casi la tecnologia rappresenta l’elemento principale della digital transformation. Questo dimostra che le aziende italiane sono interessate all’innovazione e sono  propense ad utilizzare delle tecnologie innovative come Artificial Intelligence (58%) Internet of Things (45%), Cyber Security (61%) e Cloud (51%).

Sicuramente ti starai chiedendo: la mia organizzazione ha bisogno di digitalizzarsi?

La risposta breve è sì.

La risposta lunga è sì, a meno che l'organizzazione non abbia una profonda conoscenza dei clienti, l'impegno dei dipendenti è alle stelle e tutti i sistemi tecnologici sono modernizzati, aggiornati e ottimizzati per fornire prodotti e servizi innovativi.

Indipendentemente dal settore in cui opera un'organizzazione,  i margini di profitto, le attività della concorrenza, le aspettative dei dipendenti quelle dei clienti e la tecnologia sono alla base del processo di digital transformation.

Quest'ultima considerazione spiega perché è così importante avere una risposta reattiva e che sia "consapevole del cambiamento". 

 

Oltre la tecnologia: comprendere i 6 pilastri della digital transformation

Cos'è la digital transformation? O meglio cos'hai bisogno di sapere

Dato che i processi di digital transformation sono diversi per ogni azienda, può essere difficile individuare una definizione valida per tutti.

 


In termini generali, per digital transformation si intende l'integrazione della tecnologia e dei modelli provenienti dalla digitalizzazione, in tutte le aree di business con i relativi cambiamenti nel modo di operare delle aziende e del loro personale.


 

Si tratta anche di un cambiamento culturale che richiede alle organizzazioni di sfidare continuamente lo status quo, sperimentare spesso e sentirsi a proprio agio con il fallimento. 

Questo a volte significa abbandonare i vecchi processi aziendali su cui le società sono state fondate a favore di pratiche relativamente nuove che sono ancora in fase di definizione.

Ora ti starai chiedendo se la digital transformation riguarda esclusivamente la tecnologia, oppure no. In sostanza la risposta è sì, ma non solo.

Oltre la tecnologia: comprendere i 6 pilastri della digital transformation

Non è un segreto che molte aziende stanno cercando di frenare perché la trasformazione digitale diventi parte della loro vita di ogni giorno.

La digital transformation è qui in attesa che ci saltiamo a bordo.

Come abbiamo già detto, la trasformazione digitale non riguarda esclusivamente la tecnologia. Oltre a questa, le aziende devono concentrarsi su sei pilastri per ripensare alla trasformazione digitale come "cambiamento abilitato dalla tecnologia".

Tuttavia, questo cambiamento è possibile solo se costruiamo il giusto tipo di organizzazione per abbracciare quello che è possibile.

1. Customer experience interna ed esterna

In uno studio condotto da IBM, il 68% di 12.800 chief experience officer intervistati relativamente a 20 settori, ha ribadito l'importanza della user experience per le organizzazioni.

Perché?

La tua azienda deve comprendere il percorso, i comportamenti e le aspettative del cliente prima di investire nella tecnologia.

Questi aspetti dovrebbero essere alla base di ogni investimento prima di chiedere ai tuoi clienti di adattarsi ai nuovi processi, con il rischio di perderli per sempre.

Non dimenticare anche l'esperienza dei dipendenti. Ogni interazione che i tuoi dipendenti hanno con la tua azienda è fondamentale. Gli strumenti che stai fornendo li aiutano a svolgere il loro lavoro? La positività o meno di questa esperienza può influenzare la loro produttività.

2. Persone: il cuore della trasformazione

Le persone rappresentano l'aspetto più critico. Ma rappresentano anche il cuore della digital transformation.

Senza il giusto talento o senza concentrarsi sulle persone, la tua organizzazione avrà difficoltà nel competere con le altre aziende sul piano dell'innovazione e trasformazione digitale. 

Le aziende che investono nel proprio personale, sapranno gestire i cambiamenti molto più facilmente.

Michele Caminos, amministratore delegato di Gartner, ha affermato che la chiave per creare valore su larga scala è esclusivamente una questione di risorse umane.

Gartner però ha identificato ancora un'alta mancanza di competenze tecnologiche relativamente all'intelligenza artificiale, alla sicurezza digitale ed alle IoT.

3. Cambiamento e resilienza

Non possiamo avere alcun tipo di trasformazione senza cambiamento.

Non è possibile.

Le persone devono capire che il cambiamento è problematico ma inevitabile. Comunica le tue aspettative ai tuoi dipendenti. Fornisci gli strumenti e l'ambiente di lavoro necessari per permettere al tuo personale di gestire il cambiamento di mercato.

Un cambiamento che sempre più spesso va sotto il nome di...

4. Innovazione culturale, manageriale, tecnologica...

Trasformazione e innovazione non sono la stessa cosa.

Per trasformare, ci deve essere innovazione.

L'innovazione può essere definita come un'improvvisa scintilla di creatività che porta alla nascita di qualcosa di nuovo per la tua attività di business.

Queste scintille possono essere improvvise o incrementali. 

L'innovazione richiede comunicazione, collaborazione e libertà di creare.

5. Leadership, volontà di evolversi e migliorare

La leadership può assumere molte forme, ma se vuoi che l'organizzazione si trasformi, il cambiamento deve essere supportato e promosso sempre dall'alto.

Il detto che hai sentito un milione di volte è vero, come manager devi dare l'esempio.

Infatti in un articolo pubblicato su Forbes lo scorso anno, è stato riscontrato che la maggior parte delle iniziative falliscono quando la gestione dell'azienda non è coinvolta.

Poiché la tecnologia si muove rapidamente, non c'è tempo di aspettare.

Per quanto la tecnologia possa sembrare il piano perfetto, prenditi il tuo tempo per esaminare attentamente tutte le opzioni.

Pensa in modo diverso e spingi gli altri all'interno della tua azienda a fare lo stesso.

Non lasciarti trasportare dall’onda della digital transformation: cavalcala.

In questo il linguaggio utilizzato internamente all’organizzazione con i dipendenti e come lo si traduce esternamente nei confronti dei clienti può avere un grande impatto su come condurre la propria attività e sui risultati che è possibile ottenere.

6. Cultura del cambiamento

Gli ultimi cinque pilastri possono essere riassunti con un unico concetto, quello di cultura.

La digital transformation non può avvenire senza la giusta cultura aziendale.

E’ necessario creare un ambiente in cui le esperienze dei dipendenti e dei clienti regnino sovrani, dove il cambiamento è pianificato e l'innovazione è posta al centro dell'attenzione.

A questo riguardo Marc Carrel-Billiard, Responsabile R&S per la digital transformation di Accenture, afferma che:

"Trovare modi per aiutare le persone a superare il digital divide e lo shock culturale provocato dai rapidi cambiamenti sarà tanto importante quanto la tecnologia che utilizziamo per arrivarci".

 

Questi sei pilastri rappresentano la spina dorsale del successo di un progetto di digital transformation. Concentrarsi su questi punti oltre ad una corretta implementazione tecnologica, aiuterà la tua azienda a superare la concorrenza ed evitare periodi spiacevoli.

 


Secondo il MIT Center for Digital Business: "Le aziende che hanno adottato la digital transformation riescono ad essere mediamente il 26% più redditizie rispetto alle loro concorrenti e godono di una valutazione del mercato del 12% più alta."


 

I benefici della digital transformation

Per rimanere competitivi, è fondamentale per le aziende accogliere lo nuovo scenario prospettato dal mondo digitale ma molte pensano che sia troppo tardi per iniziare una transizione così importante. 

Uno studio condotto da IDC in collaborazione con SAP ha mostrato che 4 aziende su 5 hanno benefici tangibili dallo sviluppo di un processo di digital transformation. 

I benefici della digitalizzazione per le imprese  sono diversi in termini di competitività, e più specificamente in termini di:

    • Miglioramento dell'esperienza del cliente
      L'ossessione per le nuove tecnologie, i social media e le app è causata dal bisogno degli utenti di avere una vita più semplice. Di conseguenza, l'obiettivo principale della digital transformation è quello di utilizzare la tecnologia per migliorare l'esperienza del cliente, cosa che sta facendo il 92% dei manager aziendali.

    • Approvazione da parte dei clienti
      Le persone hanno già adottato in gran parte pratiche digitali nella loro vita quotidiana dallo shopping online alle attività di smart home, se la tua azienda seguirà la scia del cambiamento i clienti saranno sicuramente soddisfatti.

    • Valorizzazione delle risorse umane
      Grazie ad un ambiente che è attento ai propri bisogni.

    • Velocità di gestione del business
      Attraverso la maggiore flessibilità dei processi. Per quanto riguarda l’Industria 4.0 vengono garantite delle tempistiche più rapide di R&S di nuovi prodotti/servizi, maggiore rapidità nella gestione del magazzino e della logistica, miglior presidio di vendite e Customer Care e velocità di risposta al cliente.

    • Aumento della business intelligence 
      Uno dei grandi vantaggi del passaggio al digitale è la possibilità di analizzare i dati acquisiti durante le attività online. Più precisamente, l'utilizzo di informazioni sia strutturate (informazioni sui clienti personali) che non strutturate (metriche sui social media)consente alle aziende di ottimizzare le proprie strategie e processi per avere degli ottimi risultati dal punto di vista economico. 

    • Sviluppo di network di comunicazione tra i vari dipartimenti
      Molte persone temono il cambiamento. Per massimizzare le possibilità di successo di una strategia di digital transformation, deve esserci una forte comunicazione a tutti i livelli di business. Quando tutti i reparti sono allineati, e collaborano per raggiungere un obiettivo comune si forma una forte cultura aziendale che consente una transizione digitale sicura e positiva per tutta l'organizzazione.

    • Aggiornamento delle competenze e conoscenze
      Mentre la tecnologia continua ad essere un asset fondamentale per le aziende ci sarà sempre più la necessità di sviluppare competenze specialistiche.  Per esempio il futuro del business digitale si baserà su: Intelligenza artificiale, Realtà aumentata, Cloud computing, Machine Learning... Un rapporto di Altimeter riporta che il 31% delle aziende non ha al proprio interno dipendenti esperti del mondo digitale, in quanto inibite dalla paura del cambiamento considerano la digital transformation un costo enorme piuttosto che un investimento intelligente.

    • Promozione di una cultura digitale
      Avere una struttura innovativa consentirà alla forza lavoro di non sentirsi sopraffatta dal cambiamento. Non è sufficiente avere la giusta tecnologia. L'organizzazione deve anche sviluppare una cultura aziendale che promuova il cambiamento. Considerando che il 60% dei professionisti non si sente pronto al cambiamento, una  cultura aziendale che promuove progetti di formazione digitale rappresenta un vantaggio significativo per i dipendenti.

 


Il futuro della digital transformation non è un punto lontano all'orizzonte. La necessità di cambiamento nei prossimi anni e comunque a breve termine non può più essere ignorata. 


 

Scegliere di rimanere estranei a tutto questo era una libertà che le aziende potevano permettersi prima.

Ma il tempo è scaduto.

Siamo nel bel mezzo di un darwinismo digitale e  le imprese che abbracceranno ed investiranno nella loro digital transformation saranno quelle che avranno la meglio sui loro competitor.

Uno sguardo ad alcune best practises 

Mentre le aziende si confrontano con le diverse dimensioni della digitalizzazione, ecco gli esempi di quattro settori nell'occhio del ciclone: servizi finanziari, vendita al dettaglio di generi alimentari e farmaceutico.

Il primo evidenzia l'impatto dei nuovi operatori digitali sui prodotti e servizi nel settore bancario. Il secondo offre un esempio di come i rivenditori possono utilizzare gli strumenti digitali per aumentare l'efficienza nella catena di approvvigionamento. E nel terzo, una nuova ricerca nel settore farmaceutico evidenzia l'importanza della consapevolezza digitale e l'opportunità di migliorare le prestazioni attraverso una migliore connessione digitale con pazienti e medici.

Fintech: l'ampliamento del campo di applicazione di prodotti e servizi

Nell'ultimo decennio, le società del fintech, società tecnologiche specializzate su prodotti e servizi finanziari, hanno spinto gli incumbent a ripensare ai loro modelli di business principali e ad abbracciare le innovazioni digitali.

In passato queste società si concentravano solo su app a pagamento, prestito e trasferimenti di denaro ma oggi il  loro raggio di attività si è esteso in oltre 30 aree di business.

Le nuove offerte del fintech riguardano un'ampia gamma di servizi finanziari: vendita al dettaglio, gestione patrimoniale, piccole e medie imprese (PMI), corporate e investment banking e assicurazioni.

Le tecnologie variano da sistemi di consulenza robot che forniscono raccomandazioni automatizzate ai sistemi di blockchain più sperimentali che tracciano e archiviano una serie di transazioni in espansione per contribuire a ridurre i costi di infrastruttura. 

Commercio al dettaglio: differenziazione nella catena di fornitura

Il settore dei generi alimentari sta diventando un campo di battaglia impegnativo in cui si stanno scontrando sempre più attori come discount, catene di minimarket...

I dettaglianti devono costantemente ricorrere a difficili compromessi nella catena di fornitura: ordinare troppo ma avere uno spreco di cibo; ordinare troppo poco, e perdere le vendite e di conseguenza anche la fedeltà dei clienti.

Con una domanda ogni giorno diversa, come possono sapere la giusta quantità di cibo da ordinare?

Per risolvere questo problema alcuni dei principali attori sta rivoluzionando la pianificazione delle scorte attraverso l'apprendimento automatico. Basato su degli algoritmi che consentono ai computer di "apprendere" dai dati anche senza una programmazione basata su regole, l'apprendimento automatico consente ai rivenditori di automatizzare i processi  manuali e migliorare drasticamente la precisione delle previsioni e degli ordini.

I rivenditori che utilizzano questo tipo di tecnologia hanno registrato riduzioni fino all'80% delle scorte e aumenti del margine lordo fino al 9%.

Farmaceutico: migliori connessioni con il cliente

L'assistenza sanitaria non fa eccezione nel modo in cui la tecnologia digitale sta trasformando le aziende.

Quasi il 70% dei consumatori statunitensi utilizza un canale online per prendersi cura della propria salute. Più del 50% degli operatori sanitari statunitensi utilizza tre o più dispositivi connessi e una su cinque delle principali aziende farmaceutiche dispone ora di un chief digital officer.

Il settore farmaceutico nonostante quanto riportato, è drammaticamente in ritardo rispetto ad altri settori in termini di prestazioni digitali.

Quando le aziende farmaceutiche o di integratori cercano di creare un'organizzazione che sia avanzata dal punto di vista digitale molte puntano sulla creazione di funzionalità digitali e sulla ricerca di partnership per offrire nuovi servizi o approfondimenti, non applicando strategie di digitalizzazione a tutti i livelli di business.

L'organizzazione tende ad essere un ostacolo molto più grande in questo settore rispetto che ad altri e le cause sono da ricercare nella comprensione dei trend digitali a livello di leadership, nella chiarezza dei ruoli e delle responsabilità, nella trasparenza della spesa digitale e nell'allineamento delle strutture organizzative con la strategia digitale.

New call-to-action

Digital transformation, area marketing e reparto vendite

Le abitudini dei consumatori stanno cambiando rapidamente e questo significa che marketer, venditori e imprenditori devono riconsiderare il modo in cui i propri clienti fanno acquisti e perché lo fanno.

Mentre radio e TV hanno giocato un ruolo importante nella pubblicità dieci anni fa, oggigiorno, con il digitale che permea la quasi totalità della popolazione mondiale abbiamo a disposizione una mole sempre più alta di dati.

Perché è importante conoscere e capire i tuoi clienti?

Una volta che ti rendi conto di ciò che manca al mercato e di ciò che i tuoi clienti si aspettano, puoi facilmente a quel punto soddisfare le loro richieste. Effettua ricerche qualitative e quantitative, analizza i sondaggi e raccogli quante più informazioni possibili sul pubblico di destinazione.

La customer experience gioca un ruolo cruciale nella trasformazione digitale. O meglio: molte iniziative di digital transformation derivano dall’analisi punti deboli (pain point), esigenze di business/innovazione e obiettivi di crescita ed evoluzione lato customer experience (e customer satisfaction).

Una moderna attività di marketing, allineata ad un’attività di digital transformation è centrata completamente sull'esperienza del cliente (customer experience) e deve rispondere in modo efficace e completa alle esigenze e alle necessità delle persone che stanno cercando di acquistare o investire nei tuoi prodotti e servizi.

È una tendenza rivoluzionaria: i consumatori non sono più influenzati da ciò che promuovono gli annunci pubblicitari. Le persone preferiscono le aziende di cui possono fidarsi, questo è diventato uno dei criteri fondamentali per stabilire una strategia di marketing.

I potenziali clienti sono più interessati alle aziende che li riconoscono e con cui riescono facilmente a stabilire un'interazione personalizzata per rispondere ai propri bisogni.

Per raggiungere questi risultati con successo, le aziende possono adottare mano a mano tutte quelle strategie definite dallinbound marketing, inbound sales e inbound organization.

Digital transformation: il “rischio” del data-driven marketing

La digital transformation non è una semplice passeggiata; alle maggior parte delle aziende semplicemente manca l'organizzazione, la "cultura", le infrastrutture e le competenze, così come una visione orientata al cliente e il grado di “connessione”.

Avviarsi in questa direzione significa avere un'unica visione completa del customer journey, permettendone un’ottimizzazione end-to-end in modo integrato ed iniziare ad ottenere una visione data-driven del marketing.

Il potenziale della digital transformation per il marketing

Come abbiamo già visto, una moderna strategia di marketing, in questo contesto, ha lo scopo di guidare il consumatore attraverso le varie fasi del percorso dell'acquirente. Aumenta la consapevolezza attraverso i canali di comunicazione e soddisfa l'interesse degli utenti attraverso i contenuti.

In che modo i marketer e il reparto sales possono iniziare ad avviarsi alla digital transformation

1) Facendosi guidare dai dati

I dati devono essere unificati e integrati tra i diversi reparti e idealmente con i partner esterni. Con i dati divisi tra i silos, sarà difficile sapere esattamente dove si trovano i potenziali clienti attraverso il processo di acquisto.

2) Utilizzando il marketing e sales automation

Al fine di offrire un'esperienza di marketing e vendita personalizzata, gli specialisti avranno bisogno di un alto livello di controllo sui loro canali. Solo allora saranno in grado di identificare i punti di calo dell’esperienza del cliente e assicurarsi che ciò che stanno offrendo soddisfi le esigenze dei clienti in ogni fase del processo d’acquisto.

3) Ottimizzando le proprie attività grazie ad un’analisi continua

Nulla di tutto questo funziona senza l’analisi dei comportamenti dei consumatori attraverso i diversi canali. Parliamo di web analytics, marketing analytics e sales analytics. Esperimenti, modifiche iterative e miglioramenti graduali contribuiscono tutti ad una strategia di marketing ottimale basata sul cliente.


Ai marketer e ai responsabili vendite che implementano la digital transformation nelle proprie aree, consigliamo di effettuare piccoli passi, dandosi un obiettivo più grande e ambizioso, per poi abbracciare un marketing più agile che offre cambiamenti in piccoli blocchi con linee temporali condensate. Meglio chiamato come lean marketing.

 


 

customer-experience-framework

Il ruolo chiave della customer experience

Il ruolo chiave che sta avendo la customer experience nella digital transformation ha portato alcuni analisti a concentrarsi esclusivamente alle relative esperienze che il cliente vive attraverso gli strumenti digitali, arrivando persino quindi a occuparsi solo di quello che definirei "un sottoinsieme" della gestione dell'esperienza del cliente: la digital customer experience.

Siamo in errore.

Ancora una volta avere una visione più ampia aiuta a sottolineare l’importanza di mappare completamente la customer journey.

Un’attività che purtroppo anche i Paesi tecnologicamente avanzati come gli USA, viene assicurato che solo un quarto degli intervistati si occupa di monitorare l’intero percorso.

Anche se la visione del singolo cliente (single customer view), per non parlare della mappatura del percorso del cliente, è ancora un sogno lontano per molti, quelli che lo hanno realizzato nella pratica, spesso non sono stati sottoposti a sforzi di avviare progetti di digital transformation. Al massimo quello che hanno fatto è aumentare lo stato di digitalizzazione dell’azienda ma nulla di più.

 


Quello che in questo contesto di cura della customer experience è invece più importante, riguarda l'aspetto dell’implementazione di un efficace e moderno CRM o di un social CRM e di quella promessa di abbattere i silos (passando per lo smarketing) e offrire un livello di servizio più alto arrivando al customer experience management.


 

In realtà molte organizzazioni non hanno nemmeno iniziato a digitalizzare elementi essenziali o processi come il CRM che sono la chiave per trasformazioni dell'esperienza del cliente.

L’aspetto interessante è che dovevamo avere una visione unica del cliente e stavamo costruendo community in cui avremmo portato i nostri clienti a collaborare e co-disegnare prodotti con noi.

Ma perché (secondo dati Altimeter) solo il 7% dei clienti afferma che le esperienze del servizio superano effettivamente le aspettative?

Le aziende più mature sono focalizzate sull'integrazione per dare nuovo slancio al proprio fatturato

Il successo digitale non riguarda solo la tecnologia: il Progetto di ricerca per il Global Executive di Digital Business 2015 del MIT Sloan Management Review e Deloitte, disponibile online anche in PDF, identifica la strategia come fattore chiave per il processo di digital transformation.

Lo studio si basa su una valutazione della maturità digitale del business e di come le organizzazioni più mature differiscono dalle altre. 

Agli intervistati è stato chiesto di valutare la loro azienda in riferimento al grado di digitalizzazione su una scala da 1 a 10.

Sono emersi così tre gruppi di sviluppo digitale: "precoce" (26%), "in via di sviluppo" (45%) e "in scadenza" (29%).

Il rapporto dimostra che le aziende digitali mature sono focalizzate sull'integrazione di tecnologie digitali, come social media, mobile, analytics e cloud, in ottica di una ripianificazione delle loro attività di business.

Le aziende digitali meno sviluppate invece si concentrano sulla risoluzione di problemi con le singole tecnologie digitali. Infine le strategie digitali nelle organizzazioni più mature sono finalizzate a migliorare le attività di business.

La capacità di ripensare il business in ottica digitale è determinata in gran parte da strategie supportate da leader che promuovono una cultura in grado di rivoluzionare i processi aziendali.

Sebbene questo scenario sia coerente con le precedenti evoluzioni tecnologiche, ciò che è del tutto nuovo è l’assunzione del rischio da parte delle aziende per ottenere dei vantaggi competitivi.

E’ quasi impossibile che le aziende che non assumono dei rischi abbiano successo.

I dipendenti di ogni fascia d’età inoltre desiderano lavorare per le imprese che investono nella digitalizzazione.

Quello che è palese è che la stragrande maggioranza degli intervistati tra i 22 e 60 anni persone vogliono lavorare per i leader digitali. Le persone sono alla ricerca delle aziende più innovative e le imprese devono riuscire ad attirarle.

Assumersi dei rischi inoltre diventa una norma culturale per i business.

Per rendere le organizzazioni meno avverse al rischio, i leader devono così accettare il fallimento come prerequisito per il successo. 

Phil Simon, autore di diversi libri sull'influenza della tecnologia sulle pratiche aziendali, considera l'avversione al rischio come un serio ostacolo allo sviluppo per molte aziende affermate:

"Per ogni azienda come Google, Amazon o Facebook che si assumono dei rischi importanti, ci sono altrettante grandi aziende che non lo fanno. Oggi, i costi dell'inazione quasi sempre superano i costi di azione".

Sviluppare una cultura meno avversa al rischio non è affatto un compito insormontabile.
Ma sarebbe un errore suggerire che solo la mentalità dei leader rappresenta un ostacolo per l'assunzione dei rischi.

Lo studio dimostra anche che la digital strategy è un elemento essenziale per la maturità digitale di un’azienda.

Solo il 15% dei business nelle prime fasi di maturità digitale afferma che le loro organizzazioni hanno una strategia digitale chiara.

Coerentemente con i risultati generali, la comprensione di come le tecnologie digitali possono influire sul business è una competenza carente in molte aziende nelle prime fasi di digitalizzazione.

Un altro risultato chiave è che ciò che differenzia i leader digitali da quelli ancora radicati a vecchi modelli di business, è una chiara strategia digitale ed una cultura e leadership pronte a guidare la trasformazione.

Il potere di una strategia digitale risiede anche nei suoi obiettivi.

In un articolo del 2003, "L'IT non importa", Nicholas Carr sosteneva che la trappola da evitare è rendere la tecnologia fine a sé stessa, soprattutto per le aziende nelle prime fasi del processo di digitalizzazione. Approssimativamente infatti l'80% degli intervistati afferma che migliorare la user experience è l'obiettivo principale delle loro strategie digitali. 

In generale però gli intervistati concordano sul fatto che l’era del digitale è alle porte: ben il 76% afferma che oggi le tecnologie digitali sono importanti per le loro organizzazioni. John Chambers, CEO di Cisco precisa che:

"Per il momento è ovvio che devi essere pronto al cambiamento. Molto spesso devi essere disposto a compiere un passo importante anche prima che la maggior parte dei tuoi consulenti sia d’accordo. Devi avere coraggio e per questo hai bisogno di una cultura che ti permetta di capire come sbaragliare la tua concorrenza e affermarti come leader di settore".

New call-to-action

Uno strumento fondamentale del percorso verso la digital transformation: cos’è il "digital framework"

La tua organizzazione potrebbe aver già iniziato la sua digital transformation ufficialmente o, in via informale senza che tu te ne accorgessi.

Se ricadi nel caso di aver iniziato una trasformazione digitale senza accorgetene, è necessario che venga pianificato un framework il prima possibile per garantire un effettivo successo ed evitare spiacevoli inconvenienti.

La digital transformation non è facile per qualsiasi organizzazione, per questo il digital framework fornisce una guida molto utile in un momento di caos e avviamento all'innovazione digitale.

Il digital framework rappresenta il cuore che consente alle organizzazioni, di qualsiasi dimensione di evolversi e di avere successo in un contesto in rapida evoluzione evidenziando le aree dell'organizzazione che devono cambiare.

Il framework rappresenta anche la guida che fornisce a tutti i membri dell'organizzazione, dal consiglio di amministrazione ai dipendenti, un percorso verso l'obiettivo finale: la creazione di un'organizzazione innovativa e che utilizza l'enorme potenziale digitale con successo.

Ma non è tutto.

Il framework è un modo per creare benchmark tangibili, metriche significative e indicazioni chiare sui progressi

Le organizzazioni che seguono con successo un framework di digital transformation riescono non solo a migliorare, ma anche a implementare in maniera ottimale le loro strategie di innovazione. Queste strategie consentono all'azienda di competere  in mercati in rapida evoluzione, guidati dalle aspettative dei clienti, dalle nuove tecnologie e dai nuovi modelli commerciali.

Senza un senso di evoluzione, si rischia di paralizzare un'organizzazione superando quello che è il punto di non ritorno.

Come si presenta una struttura di digital transformation?

Sebbene la natura della digital transformation differisca ampiamente in base alle richieste delle organizzazioni, vi sono alcune costanti nei diversi framework che tutti i responsabili e dirigenti dovrebbero prendere in considerazione.

Le costanti fondamentali che riguardano il digital framework:

  • Customer experience
  • Agilità nelle operazioni
  • Cultura e leadership
  • Abilitazione della forza lavoro
  • Integrazione della tecnologia digitale

Come scegliere la giusta infrastruttura di digital transformation

L'infrastruttura digitale può essere pensata come una serie di passaggi logici e coerenti in cui le fasi iniziali assicurano che l'organizzazione sappia cosa stia facendo e perché debba farlo.

L'organizzazione deve avere una visione del futuro dell'azienda, del suo personale, dei suoi clienti e del mercato in cui opera.

Non è sufficiente per un'organizzazione cambiare a causa delle pressioni commerciali.

Deve bensì spiegare il perché si devono affrontare dei cambiamenti e convincere i dipendenti.

Una strategia di digital transformation dovrebbe includere un'analisi completa del mercato, legislativa, normativa e della concorrenza.

Dovrebbe inoltre fornire una valutazione dettagliata dello stato attuale dell'organizzazione, lo stato finale desiderato e delle metriche che determineranno quando il successo verrà raggiunto in ogni fase e come avverrà.

Come accadrà è più importante di quello che accadrà, il cambiamento mentale del fare le cose in modo diverso è ciò su cui si basa il successo. 

Il passo successivo da compiere è la creazione di una roadmap che definisce le fasi da seguire durante il processo di digitalizzazione. Analizziamo quindi cosa si intende per roadmap di digital transformation e quali sono i principali passaggi da attuare nel prossimo capitolo.

 


La roadmap per una corretta ed efficace implementazione di una strategia di digital transformation

Ti accorgerai che nella realtà non esiste un solo ed unico progetto di digitalizzazione, e le iniziative che mano a mano si possono implementare nelle organizzazioni possono variare enormemente. Per questo possiamo fare riferimento ad un piano di azione specifico che analizzeremo in questo capitolo.

Il più grande vantaggio del framework di implementazione della digital transformation è quello di razionalizzare le iniziative da perseguire, in tal modo, contribuirai ad ottimizzare gli investimenti nella digitalizzazione e a garantire il sostegno interno delle parti interessate.

Ecco le milestones della roadmap da seguire e perseguire:

  1. Assicurarsi l'impegno del consiglio d'amministrazione
  2. Individuare problemi ed ostacoli
  3. Definire obiettivi concreti
  4. Pianificare l'investimento
  5. Definire l'attuale customer experience
  6. Valutare le tecnologie esistenti
  7. Selezionare le soluzioni e i partner più adatti
  8. Pianificare il lancio
  9. Scegliere un team di lancio qualificato
  10. Sviluppare dei sistemi organizzativi snelli (lean)
  11. Alimentare l'azienda con una cultura del digitale

1. Assicurarsi l'impegno del consiglio d'amministrazione

Qualsiasi trasformazione o processo di innovazione in azienda non avrà alcun successo se non può contare sull’impegno del CEO e del gruppo dirigenziale.

Questa affermazione sembra quasi scontata, data la frequenza con cui l'impegno dell'amministratore delegato si pone come la soluzione ottimale a qualsiasi grande sfida. Ma il CDA non può semplicemente accettare la digital transformation deve comunicare ciò che deve essere raggiunto per dimostrare che il cambiamento digitale è una priorità indiscutibile, per rendere più difficile il back-track. I risultati vengono così raggiunti attraverso un impegno quotidiano costante da parte di tutti i membri dell'organizzazione.

2. Individuare problemi ed ostacoli

Il primo passo è definire i problemi e gli ostacoli interni all'azienda che devono essere risolti. Un punto importante da ricordare è che la digital transformation non viene attuata immediatamente per migliorare i risultati aziendali.

Le fasi iniziali forniscono quindi chiarezza sui problemi, sugli ostacoli e sugli obiettivi strategici. Prima ancora di utilizzare la parola "digitale", un'organizzazione deve capire che esiste un'opportunità concreta perché avvenga una trasformazione, puntando però su un’attenta pianificazione delle procedure di implementazione.

3. Definire obiettivi concreti

Successivamente, viene creata una dichiarazione di presa visione che descrive uno scenario futuro in cui vengono risolti problemi ed ostacoli.

La dichiarazione di presa visione fornisce l'obiettivo generale verso cui tutte le strategie dovrebbero essere indirizzate. Il documento servirà come punto di riferimento per capire quali azioni sono più appropriate per raggiungere gli obiettivi prefissati. 

Stabilendo gli obiettivi, le imprese possono adottare delle tecnologie mirate ad un miglioramento complessivo del business, anziché dei singoli processi. Questo non solo aiuta a sviluppare una strategia completa che coinvolge e trasforma l'intera organizzazione, ma evita anche l’inutile adozione delle tecnologie. La definizione dell'obiettivo generale allinea e guida la digital transformation in tutti i livelli dell'organizzazione, raggiungendo anche i clienti e consentendo all'azienda di avere un vantaggio competitivo duraturo. 

Gli investimenti inoltre devono essere collegati a obiettivi chiari e ambiziosi in modo da avere dei vantaggi su tre fronti. 

Mostrare l’importanza di quello che l'innovazione digitale può offrire. Senza obiettivi, i manager ancorati alle vecchie pratiche di business potrebbero essere soddisfatti per un miglioramento anche solo del 10% quando invece è possibile ottenerlo del 100%. Stabilire obiettivi chiari all'inizio impedisce il back-sliding quando il gioco si fa duro

In questo modo si hanno delle linee guida nel decidere le iniziative da perseguire.

Gli obiettivi sono necessari per la creazione di valore, per avere dei risparmi sui costi, un miglioramento delle prestazioni, la soddisfazione dei dipendenti e dei clienti, e lo sviluppo di nuovi metodi di lavoro.

Puoi pianificare ad esempio la percentuale di processi che verranno automatizzati, la percentuale di transazioni che verranno portate da un canale ad un altro, il livello della personalizzazione che verrà raggiunta e il numero di campagne che verranno eseguite ogni mese.

4. Pianificare l'investimento

La digital transformation può richiede investimenti significativi ma questo dipende solo da te.

La nostra esperienza suggerisce che nel solo IT, le aziende con sistemi obsoleti potrebbero dover raddoppiare le spese che già hanno.

È probabile che l'investimento si traduca in profitti più bassi per un certo periodo di tempo, ma senza prendere dei rischi imprenditoriali non si garantirà la sopravvivenza del business nel medio-lungo termine. È importante sottolineare che le società dovranno allocare gli investimenti sia per migliorare l'attività corrente sia per creare nuovi business man mano che il modello assicurativo si evolve.

5. Definire l'attuale customer experience

Dopo aver definito gli obiettivi, devi capire l'esperienza desiderata dai tuoi clienti (e perché no, anche dipendenti).

La digital transformation dà priorità e valorizza le esperienze degli utenti tanto quanto aggiunge e introduce nuove funzionalità di utilizzo. Invece di concentrarsi sui requisiti delle nuove soluzioni e sui limiti delle tecnologie esistenti, è necessario focalizzarsi sulle esperienze che vuoi fornire ai clienti finali.

In questa fase, gli obiettivi generali sono definiti in obiettivi più dettagliati.

Questi obiettivi possono includere il modo in cui il lavoro di un dipendente può essere reso più semplice attraverso nuovi processi, software, applicazioni o funzionalità o in che modo un cliente può accedere al massimo al catalogo di un'azienda tramite un applicativo web o mobile.

Lo scopo di questa fase è determinare l'attuale esperienza e progettarne i desiderata, per poi diventare sempre più semplice, intuitiva, ma soprattutto coerente.

6. Valutare le tecnologie esistenti

Per fornire una visione dettagliata del tuo business e del suo grado di sviluppo. In questa fase vengono valutati il software, le applicazioni, le tecnologie e i relativi processi adottati agli stessi.

Devi determinare, in base agli obiettivi stabiliti e alla progettazione, quali tecnologie devono essere conservate, aggiornate, automatizzate o cancellate.

Questi passaggi consentono di allineare le tecnologie con i risultati che offrono o i problemi che risolvono. Ciò può aiutare a stabilire le priorità delle tecnologie che verranno aggiornate nella Digital Transformation e collegarle agli obiettivi ed all'esperienza utente desiderata.

7. Selezionare le soluzioni e i partner più adatti

Arrivati fin qui e valutato e selezionato le possibili soluzioni per raggiungere gli obiettivi stabiliti, progettato l'esperienza cliente desiderata e individuato le lacune delle tecnologie esistenti, ora è il momento di selezionare le soluzioni e i partner più adatti.

Questo passaggio richiede un’analisi approfondita delle possibili soluzioni e offerte dei diversi fornitori.

Il fornitore dovrebbe  essere in grado di fornire innanzitutto il supporto post-vendita necessario in modo tempestivo, in quanto per esperienza sappiamo bene che insorgono piccoli problemi ed ostacoli, dopo lo sviluppo e l'implementazione della soluzione scelta.

8. Definire una tempistica per l'implementazione

La fase finale riunisce gli obiettivi aziendali complessivi, le esperienze desiderate, le tecnologie esistenti e le possibili soluzioni e li collega in un piano attuabile.

Un'iniziativa di digital transformation richiede tempo e risorse, sia umane che finanziarie.

È fondamentale garantire prima una pianificazione di massima e poi mano a mano una pianificazione sempre più precisa e minuziosa per garantire che siano disponibili risorse umane e di capitale.

Un calendario delle attività può aiutare le imprese a gestire i diversi flussi di attività entro i termini stabiliti.

Una tempistica di implementazione fornirà anche agli stakeholder interessati, dai dirigenti di alto livello ai dipendenti ed ai clienti, un modo per avere il giusto supporto e ridurre al minimo gli attriti interni all'azienda.

Infine, una tempistica di implementazione fornisce all'azienda un benchmark per confrontare i risultati effettivi con i risultati pianificati.

9. Pianificare il lancio

Dovresti valutare attentamente i progetti da avviare e supportarli con le risorse necessarie.

I prerequisiti di lancio includono un gruppo di lancio, spesso guidato da ruoli come un responsabile (Chief Digital Officer: CDO), l'esame della struttura organizzativa e l’appoggio per una cultura digitale.

10. Scegliere un team di lancio qualificato

L'importanza di avere un team di lancio qualificato, spesso guidato da un CDO, non può essere sottovalutata.

Un CDO può rivelarsi fondamentale nella gestione del processo di digitalizzazione, elaborando una metodologia per la riprogettazione del customer journey che può essere replicata in tutta l'organizzazione man mano che gli sforzi di digitalizzazione vengono estesi, ad esempio.

Il CDO può anche portare le giuste competenze per il progetto, decidere il processo di trasformazione, monitorare i progressi rispetto agli obiettivi e assicurare che le priorità quotidiane abbiano la giusta attenzione.

11. Sviluppare dei sistemi organizzativi snelli (lean)

L’organizzazione di un’azienda è la chiave per il successo.

La creazione di un'unità digitale indipendentemente dall'organizzazione promuoverà nuovi metodi di lavoro, come lo sviluppo dei prodotti, i metodi di test-and-learn che possono accelerare i progressi mantenendo l'attenzione sui clienti e i team interfunzionali.

I migliori sistemi ad oggi sono quelli promossi dalla lean organization e comunque che utilizzano processi agili organizzativi.

12. Alimentare l'azienda con una cultura del digitale

L'attenzione alle esigenze dei clienti piuttosto che al processo ed alla procedura, il feedback continuo dei clienti, la collaborazione sono tutti elementi fondamentali.

Non c'è da meravigliarsi se le ricerche di McKinsey hanno dimostrato che il 46% dei dirigenti di servizi finanziari ritiene che il cambiamento culturale o comportamentale sia la più grande sfida che devono affrontare nel perseguire le proprie strategie digitali.

Ovviamente, non viene chiesto alle aziende di abbandonare quello che le ha rese delle realtà di successo, ma di rinnovarsi nei modi di pensare e operare sul mercato per cogliere nuove opportunità.

 

Gli errori da evitare nell’implementazione della digital transformation

Gli errori da evitare nell’implementazione della digital transformation

I tre errori più comuni che le organizzazioni possono commettere sono sufficienti a far fallire l’intero programma di trasformazione digitale. Questi errori possono verificarsi singolarmente ma comunque sono tutti e tre correlati.

Vediamoli nello specifico.

1. Concentrarsi solo sulla tecnologia

L'errore più comune è che le organizzazioni si concentrino solo sulla componente tecnologica di un framework di digital transformation. Mentre la tecnologia è una componente vitale, trascurare gli altri flussi nella fase iniziale farà fallire la trasformazione.

Le persone sono al centro.

Il lato positivo è che, se questo si verifica, il programma può essere riportato nella giusta direzione analizzando l'organizzazione nel suo complesso. Quindi, aumentando gli sforzi negli altri flussi per garantire che l'intera organizzazione si muova insieme, alla giusta velocità.

2. Lavorare in silos, a partire dall'area marketing e vendite

Allo stesso modo, anche se tutti i flussi stanno lavorando verso l'obiettivo comune, se non stanno collaborando, il programma di cambiamento vacillerà.

Lavorare in compartimenti stagni significa non favorire la condivisione delle diverse procedure.

La soluzione è garantire forum di comunicazione, a tutti i livelli dell'organizzazione.

Lavorare in modo collaborativo è uno dei risultati desiderati per qualsiasi struttura avviata alla digital transformation. Quanto prima questa filosofia diventa parte della cultura organizzativa, tanto più rapidamente l'azienda potrà trasformarsi.

Per quello che riguarda l'area marketing e vendite ne  abbiamo già parlato sopra: in soccorso abbiamo già lo smarketing. Perché non iniziare ad adottarlo?

3. Non investire in formazione, cambiamento culturale e comunicazione 

Anche se ogni gruppo lavora in modo collaborativo verso un obiettivo comune, la digital transformation di un'organizzazione può vacillare se non ci sono investimenti adeguati nella cultura e nella comunicazione.

Un'organizzazione è composta dalle risorse umane; se non vengono tenute informate durante il cambiamento, sia nel bene che nel male, il programma non avrà successo.

Investire nella cultura e nella comunicazione interna è fondamentale per l'organizzazione in quanto i programmi di cambiamento culturale hanno alla base una continua collaborazione tra HR e team di comunicazione interni.

Strategie di digital transformation: i collegamenti e le interazioni da sviluppare

Per sfruttare tutti i vantaggi delle nuove tecnologie le organizzazioni devono fungere da catalizzatori per l'evoluzione. Soprattutto, devono essere in grado di sviluppare una strategia di digital transformation e costruire dei collegamenti in diverse aree aziendali sulla base di informazioni, dati, processi, tecnologie e molto altro.

E poiché la digital transformation per definizione è olistica e richiede integrazione e collaborazione, una strategia di digital transformation prende in considerazione gli elementi costitutivi e i collegamenti che si possono creare, oltre agli ostacoli ed ai nuovi modi per superarli. Per questo è necessario creare delle connessioni tra:

1. IT e business

In una realtà aziendale in cui si devono affrontare sempre più delle decisioni relative ai budget tecnologici, vediamo che è spesso difficile per i professionisti IT parlare lo stesso linguaggio del CMO o di altri dirigenti aziendali, che tradizionalmente non appartenevano al loro target. È uno dei motivi per cui le aziende IT stanno pianificando o acquisendo delle "consulenze di digital transformation" che possono aiutarle a comprendere e soddisfare  le esigenze del nuovo target.

 2. L'azienda e i processi

Viceversa, molti dirigenti di marketing, non parlano il linguaggio dell'IT e/o non sono abituati a pensare e lavorare in termini di gestione dei processi aziendali, evoluzioni tecnologiche e metodi di ripianificazione dei processi di business.

Allo stesso tempo, la gestione delle informazioni richiede un approccio olistico e integrato. E' importante per questo creare i giusti collegamenti tra la digitalizzazione e l'acquisizione di informazioni anche cartacee per migliorare i processi ed ottenere le giuste informazioni sui clienti. 

3. I dipendenti

Ci sono connessioni da costruire anche dal punto di vista relazionale interno all'organizzazione. Anzi è il primo punto fondamentale.

La centralità del cliente, i processi orientati al cliente e la customer experience end-to-end sono fondamentali nelle strategie di digital transformation.

Abbiamo bisogno di collegamenti sempre più forti con i clienti in modo da soddisfarli.

Una strategia di digital transformation richiede anche collegamenti tra la dirigenza ed i  dipendenti, tra cui quelli che sono più vicini ai clienti e spesso si sentono dimenticati, ma anche fare comunicare i dirigenti di diverse aziende che stanno costruendo gli ecosistemi di valore, necessari in un'economia in cui nuovi modelli di business dettano sempre più le attività aziendali.

4. Tra i nuovi ecosistemi

La forza degli ecosistemi e delle innovation community definisce la forza delle imprese che ne fanno parte in una cultura di co-creazione. Trovare nuovi flussi di entrate collegando i sistemi di valore e costruendo collegamenti è fondamentale, ed è reso possibile da una realtà tecnologica che ruota sempre più intorno a dati, business intelligence, software e connettività.

5. Tecnologie

E' necessario creare dei collegamenti tra le tecnologie esistenti ed "emergenti" ed il potenziale che offrono. 

Le organizzazioni che faranno la differenza saranno quelle in grado di trovare modi completamente nuovi per sfruttare l'intelligenza creata in aree spesso apparentemente non collegate dalle tecnologie più vecchie. E per farlo, sono necessari una mentalità olistica e una profonda comprensione di come tutto possa essere connesso in base ad un unico obiettivo.

 

digital-transformation


 

Per concludere: quando la trasfomazione digitale è in ottica di open innovation

Nell'ambiente aziendale iper-competitivo di oggi, abbracciare la digital transformation è un'esigenza piuttosto che un lusso.

La digital transformation consente alle organizzazioni di aprire nuovi canali di vendita, trovare nuovi mercati e opportunità, aumentare i ricavi e migliorare l'efficienza produttiva.

Oltre a questo, mentre la digital transformation è guidata principalmente da tecnologie in rapida evoluzione, il suo successo dipende dall'avere una solida strategia di sviluppo.

Le aziende che hanno scelto di implementare la digital transformation non adottano semplicemente le singole tecnologie per risolvere i loro problemi individuali. Spesso dispongono di una strategia definita e di obiettivi chiari per la digitalizzazione che mirano a guidare la trasformazione complessiva del business, anziché funzioni ad hoc.

 


I veri benefici della digital transformation non risiedono nella forza delle singole tecnologie, piuttosto, dipendono da come queste tecnologie sono integrate per far emergere il massimo e trasformare intere organizzazioni.


 

Per quanto riguarda i trend futuri invece la ricerca di IDC "FutureScape: Worldwide Digital Transformation 2018 Predictions" riporta che "Entro la fine del 2019, la spesa per la digital transformation raggiungerà i $ 1.7 trilioni in tutto il mondo, con un aumento del 42% dal 2017." aprendo una spiraglio di speranza riguardo alla digitalizzazione delle aziende.

Non sarà facile.

Le previsioni di IDC per i CIO nel 2018 aggiungono che fino al 2019 il 75% dei CIO e le loro aziende falliranno per soddisfare tutti i loro obiettivi digitali.

Qualunque sia lo stato finale della digital transformation, raggiungerlo non è semplicemente una questione di tecnologia. In questo la ricerca di Deloitte e del MIT Sloan Management Reviewha evidenziato una verità che viene spesso non considerata: la maturità digitale è un prodotto di strategia, cultura e leadership.

Per permettere alle organizzazioni di sopravvivere al digital turnover futuro i responsabili dovrebbero chiedersi se:

  • L' organizzazione ha una strategia digitale che va oltre l’implementazione delle signole tecnologie?
  • La cultura aziendale promuove iniziative digitali?
  • L' organizzazione è fiduciosa per quanto riguarda le prospettive offerte dal mondo digital?

Affrontare queste domande può rafforzare la capacità dell’azienda di restare al passo con le tecnologie digitali. Una digital transformation comporta intraprendere un percorso di innovazione che passa per l’open innovation.

on può avvenire una reale digital transformation se non si opera in regime di open innovation, seguendo i suoi principi di collaborazione, trasparenza, condivisione, emancipazione.

La digital transformation è dunque una rivoluzione che porta con sé i temi tipici della conoscenza: nello scambio, tutti i partecipanti ne traggono arricchimento.

Contaminazione, scambio, connettività e combinazione sono le strade che le imprese devono percorrere per favorire la progressione della conoscenza.

Tu cosa ne pensi?

Quant'è digitalizzata la tua azienda?

Che tecniche o procedure per l' implementazione tecnologica hai avviato in modo da rispondere ai cambiamenti dell’ambiente economico?

New call-to-action

 

Ora è il tuo turno: lascia un commento

 

 

ombrina.jpg

Sei un imprenditore o un marketer in cerca di risultati?