Social media checklist 2021: come gestire la comunicazione social

Serena Calabrò

Pubblicato da Serena Calabrò

Blog-post-SOCIAL-MEDIA-CHECKLIST-2021-header

Tutte le aziende ormai, appartenenti ai più svariati settori del mercato, sono d’accordo nel considerare il marketing relativo ai social media un elemento fondamentale per la loro strategia di marketing digitale. Il 92% degli imprenditori lo ritiene essenziale (Hubspot).

I social media non sono solo una piattaforma utile per mantenere una presenza viva sul web. Ma grazie al loro potenziale a livello promozionale e alla facilità con cui è possibile creare e mantenere contatti con il pubblico, le piattaforme social sono in grado di
  • Migliorare i livelli di awareness del tuo brand
  • Incrementare la credibilità dei tuoi prodotti, servizi e in generale del tuo brand, agli occhi dei consumatori
  • Velocizzare i processi di trasformazione da potenziali clienti ad acquirenti e aumentare il numero delle vendite totali
L’utilizzo dei social media è particolarmente diffuso nel momento storico corrente, segnato dalle continue evoluzioni dovute alla pandemia da COVID-19. Sono la cosiddetta “stay at home economy”, con la preferenza dello smartworking tra le aziende a farla da padrone e a determinare il successo sempre maggiore delle piattaforme social.

 


Punti chiave dell’articolo:
  1. La checklist della comunicazione: com’è costituita e quali sono le sue finalità; come progettarla perché sia funzionale nell’impostazione di una strategia di social media marketing vincente, che raggiunga gli obiettivi della tua azienda
  2. Pubblico e piattaforme: dove condividere i tuoi contenuti e come fare in modo che siano cuciti su misura per il tuo pubblico target su ogni piattaforma
  3. Contenuti social: come produrli e selezionarli; come scegliere i canali, i tempi di diffusione e le forme comunicative più adatte per la divulgazione del tuo messaggio


 

Secondo i risultati di una ricerca condotta da Datareportal lo scorso luglio il tempo passato dagli intervistati sui social media rispetto ai periodi antecedenti l'arrivo del COVID-19 avrebbe subito un notevole incremento. 

Come ignorare questo trend in continua ascesa?

I social media e le interazioni online costituiscono attualmente la linfa che permette all’economia, ai processi di vendita, e di riflesso alle singole aziende, di non fermarsi. 

Progetta una social media strategy che dia risalto al tuo brand tra gli altri nel tuo mercato di riferimento, ascolta il tuo pubblico target e rispondi ai bisogni e ai desideri dei tuoi acquirenti. 

L’attenzione al cliente è basilare per poter sviluppare, redigere e mettere in atto una social media checklist 2021 che sia davvero in grado di far crescere la tua attività, anche in un’epoca complessa come quelle attuale. 

Ecco di cosa ci occuperemo:

New call-to-action

Perché una checklist?

Pianificare non basta. 

La pandemia da COVID-19 ci ha dimostrato come, anche senza alcun preavviso, il mondo del marketing - e quello fisico - possono cambiare e come tali modifiche possono essere difficili da gestire e dare luogo a lunghi periodi di incertezza. 

Costruire una checklist che sappia mostrare i progetti visivamente, a tutti i membri della tua azienda coinvolti nell’area del social media marketing, ti aiuterà a mantenere i lavori sul binario giusto e ad apportare modifiche velocemente e in maniera precisa qualora questo si rivelasse necessario. 

La progettazione e la pianificazione sono tanto importanti quanto la messa in atto delle tue strategie di marketing, in modo particolare in questo clima volubile. 

I social media a tua disposizione sono sempre più numerosi e ognuno di essi può essere un reale valore per la tua attività, grazie ai tanti strumenti e alle numerose funzioni con cui vengono sistematicamente aggiornati, ancora più di frequente nel corso degli ultimi 12 mesi.

Facebook, LinkedIn, Instagram, Youtube, TikTok: tutte le piattaforme hanno subito compreso il proprio elevatissimo potenziale nel 2020 e hanno agito di conseguenza. Il 2021 non sembra arrestare la corsa all’economia digitale, anzi, sembra confermarla e affermarla sempre di più. 

Sviluppare una checklist:

  • Ti sarà di supporto nella creazione di un sistema di lavoro costante e sempre allineato
  • Ti permetterà di mantenere il lavoro della tua azienda sempre organizzato e chiaro, per tutti i professionisti coinvolti nei lavori e su tutte le piattaforme social utilizzate
  • Ti permetterà di assegnare compiti alla tua forza lavoro, suddividendo gli sforzi e mantenendo il ritmo serrato e puntuale e il tuo team sempre produttivo. 

Per quanto riguarda nello specifico la suddivisione dei compiti, creare una checklist ti permetterà anche di individuare i ruoli fondamentali da distribuire all’interno del tuo team. 

I 5 ruoli principali nella gestione dei social media sono: 

  • Responsabile della pianificazione strategica: la figura che tiene sotto controllo l’andamento di tutta la strategia 
  • Community manager: gestisce, coordina e struttura le attività all’interno di ogni data comunità o piattaforma virtuale, garantendone salute e vitalità
  • Content creator: crea i contenuti da condividere e gestisce la rete di creatori dell’azienda
  • Ad buyer: figura con un approccio analitico e preciso, che tiene sotto controllo l’andamento del ROI (return on investment, o ritorno sugli investimenti) e gestisce la spesa delle campagne di paid advertising
  • Analista dati: monitora, integra e analizza tutti i dati provenienti dalle diverse piattaforme

Se il tuo team è pronto e hai ben chiari i motivi per cui vale la pena investire tempo e sforzi nella produzione di una checklist dettagliata e accurata continua a leggere, per scoprire come produrre la tua social media checklist per il 2021.

 

Blog-post-SOCIAL-MEDIA-CHECKLIST-2021-quote-Serena

Torna all'indice

Definisci il tuo pubblico target

Ancora prima di vedere che cosa effettivamente compone una social media checklist, è importante definire il tuo pubblico target, composto dalle tue buyer persona.

Profilare le buyer persona che compongono il parco clienti a cui desideri rivolgerti è fondamentale per progettare qualsiasi strategia di marketing, a maggior ragione come puoi immaginare, una strategia che si svolge ai social media, l’ambiente principe delle relazioni con il pubblico. 

Prima di vedere come procedere per completare questa operazione però, vediamo com’è composto il panorama utenti sui social media oggi.

Gli utenti del web nel 2021

A seguito dell’inizio della pandemia da COVID-19, che ha portato ad un pesante distanziamento sociale e umano, gli utenti del web hanno iniziato ad avere aspettative più alte e particolareggiate del proprio rapporto con i brand e i loro rappresentanti.

Il pubblico chiede trasparenza, correttezza, scelte e comportamenti etici da parte dei brand, che siano inoltre effettivamente riscontrabili. 

Il 51% del pubblico intervistato nel corso di indagini settoriali definisce come “empatia” vera e propria il sentimento di connessione che si sviluppa nel momento in cui un brand ascolta, considera e comprende i pensieri e i desideri dei propri acquirenti. (Sproutsocial)

Il 76% dei clienti si aspetta che le aziende ascoltino i desideri e i bisogni dei propri acquirenti, e che se ne ricordino. (Salesforce Research)

Questo tipo di attenzione è quella che fa propendere un cliente per un brand e per la sua offerta piuttosto che per un altro. 

Come puoi immaginare quindi, individuare le tue buyer persona e di conseguenza il tuo pubblico di riferimento è assolutamente imprescindibile per poter organizzare una strategia di marketing per i social media che sappia raggiungere il tuo cliente desiderato, incontrando i suoi gusti e favori. 

Profilazione delle buyer persona

Per definire il tuo pubblico target dovrai profilare le cosiddette buyer persona della tua azienda. 

Se vuoi operare questa profilazione, dovrai compilare una scheda contenente informazioni e caratteristiche che pensi corrispondano alle descrizioni dei tuoi clienti ideali.

Specifica:  

  • Informazioni socio-demografiche come età, genere, professione, livello di educazione raggiunto, etnia, religione, residenza attuale, classe sociale, stato civile, reddito
  • Informazioni psicografiche riguardanti lo stile di vita gli interessi e gli hobby, i valori, le opinioni e le preferenze, i gusti, lo stile di vita

Ricorda che nel creare la tua social media strategy per il 2021 dovrai tenere conto delle caratteristiche attuali dei tuoi clienti esistenti, storici e fidelizzati, tanto quanto di quelle del tuo pubblico desiderato. 

Una volta realizzato un profilo della tua buyer persona, da aggiornare con regolarità, sei pronto a creare una social media checklist adatta al tuo pubblico di riferimento. 

Torna all'indice

Definisci i tuoi obiettivi

Al pari dell’individuazione delle caratteristiche che andranno a definire il tuo pubblico target c’è l’importante passaggio della definizione dei tuoi obiettivi. 

Per creare una social media checklist efficace dovrai innanzitutto determinare le finalità della tua strategia per il 2021. 

Per prima cosa, ricorda che un obiettivo non è un’attività, ma rappresenta un risultato. 

In questa fase quindi definisci le mete a cui vuoi arrivare nel 2021, ci preoccuperemo dopo delle tecniche e delle modalità di messa in atto. 

Per iniziare, affidati a una regola sempre attuale.

Assicurati che le mete che vuoi raggiungere seguano la regola dei cosiddetti obiettivi SMART, ovvero che si tratti di scopi:

  • Specific: specifici
  • Measurable: quantificabili, valutabili
  • Attainable: raggiungibili
  • Realistic: realistici
  • Timely: puntuali.

In secondo luogo, ricorda di impostare intenti che abbiano il cliente e le tue attività sempre al centro. 

I tuoi obiettivi dovranno guidare i tuoi acquirenti nella loro customer journey creando:

  • Awareness: dovranno cioè essere in grado di catturare l’attenzione del tuo cliente target
  • Conversioni: dovranno cioè guidare il tuo target nelle sue azioni dalla considerazione all’acquisto finale
  • Advocacy: dovranno cioè portare il tuo acquirente a sostenere il tuo prodotto, il tuo brand, e a consigliarlo ad altri utenti

I tuoi obiettivi dovranno inoltre essere misurabili secondo i risultati relativi a questi parametri. 

Risultati misurabili

In quanto risultato finale, un obiettivo deve sempre poter essere misurato tramite parametri e KPI specifici e oggettivi. 

L’analisi dei dati relativi alla performance delle tue operazioni di social media marketing è assolutamente fondamentale per riuscire a raggiungere quanto prefissato, anche nell’eventualità di obiettivi particolarmente complessi. 

Per mantenere un miglior controllo delle tue operazioni dividi i tuoi obiettivi in: 

  • Obiettivi primari: obiettivi con la massima priorità, direttamente finalizzati al raggiungimento dello scopo finale della tua strategia di marketing aziendale
  • Obiettivi secondari: relativi agli intenti e alle finalità oggetto della tua attività di social media marketing canale per canale

Per ogni obiettivo come abbiamo visto, dovrai fare uno sforzo di tracciamento e analisi dei risultati, dei dati e dei KPI più importanti, al fine di stabilire l’efficienza, l’efficacia e la salute della tua strategia di marketing.

Questi possono includere: 

  • Incremento del pubblico: nuovi follower e fan
  • Copertura: organica e a pagamento
  • Engagement: interazioni, visualizzazioni video, commenti, condivisioni
  • Traffico generato: visite da parte di profili di qualità
  • Lead generation: lead generati da campagne di advertising sui social media
  • Lead nurturing: visite da prospect già nello stadio di nutrimento del lead generation funnel
  • Acquisizione clienti: nuovi clienti provenienti dai social media
  • Fidelizzazione dei clienti
  • Supporto al cliente: numero operazioni di cura e supporto al cliente concluse positivamente

Fissa micro obiettivi interni ad ognuno di questi parametri e analizza i dati raccolti mensilmente.

Esegui verifiche periodiche

Raccogliere e analizzare i dati relativi alle tue operazioni di social media marketing mensilmente ti permetterà di leggere l’andamento della tua strategia con precisione, nel dettaglio e di aggiustare il tiro se e dove ce ne fosse necessità.

Mese per mese potrai: 

  • Aggiornare il tuo profilo: bio, foto profilo, copertina, informazioni aziendali
  • Valutare l’andamento dell’acquisizione di follower
  • Conoscere il volume di traffico dai social media alle tue piattaforme web 
  • Leggere i dati relativi a click e copertura dei tuoi post e delle tue pubblicità.

In questo modo potrai valutare lo stato di salute della tua social media strategy basandoti su dati relativi a intervalli di tempo regolari, e quindi più attendibili.

 

Blog-post-SOCIAL-MEDIA-CHECKLIST-2021-quote3

Torna all'indice

Social media checklist: com'è fatta?

La tua social media checklist dovrà contenere: 

  • Informazioni sul contesto in cui si sviluppa la tua social media strategy
  • Analisi del tuo pubblico di riferimento
  • Pianificazione tattica
  • Modalità di esecuzione della tua strategia

Vediamo ogni sezione più in dettaglio. 

Informazioni di contesto per la tua social media strategy

Questa area includerà:

  • Il riassunto degli obiettivi che intendi conseguire e un piano d’azione temporale
  • Descrizione e analisi delle maggiori sfide da affrontare in relazione al tuo mercato di appartenenza 
  • Panoramica della tua strategia aziendale

Le informazioni di contesto rappresentano il senso della tua strategia, e le motivazioni che ti spingono a perseguire determinati obiettivi. 

Analisi del tuo pubblico di riferimento

Relativa all’individuazione delle tue buyer persona, come visto nel paragrafo precedente, questa sezione identifica il tuo pubblico target e ne descrive le caratteristiche fondamentali e secondarie, al fine di creare una strategia su misura per il tuo cliente desiderato. 

Pianificazione tattica e modalità di esecuzione

In questa sezione potrai descrivere l’organizzazione che lavorerà alla tua strategia e potrai indicare tutte le attività che intendi mettere in atto, perché gli obiettivi che ti sei prefissato vengano raggiunti. 

Puoi includere: 

    • Descrizione della tua strategia di base
    • Implementazione di strumenti, piattaforme e software
    • Ruoli del team e suddivisione delle responsabilità
    • Argomenti e temi da trattare nella creazione di contenuti
    • Piano di pubblicazione dei contenuti e canali di distribuzione
    • Tono e registro per i contenuti e le comunicazioni
    • Piano per il paid advertising sui social media
    • Calendario editoriale e pubblicitario
    • Programmi promozionali che includono l’utilizzo di influencer
    • Concetti, esempi e case study

Questo elenco descrive alcune delle possibilità a tua disposizione, tutte opzionali, e alle quali puoi aggiungere numerose altre voci e informazioni. 

Assicurati che tutta la tua forza lavoro sia allineata sul da farsi, che i singoli professionisti sappiano qual è il loro ruolo, cosa implica e quali sono le loro mansioni e le loro responsabilità. 

Discuti con il tuo team rispetto agli obiettivi da raggiungere quotidianamente e settimanalmente, e non solo all’interno di intervalli di tempo ampi come trimestri o semestri.

Rendi i tuoi collaboratori quanto più possibile partecipi delle decisioni, motivali e invogliali a prendere parte in modo attivo alla strategia. 

Il lavoro sui social media implica infatti che tutta la forza lavoro sia informata, reattiva, curiosa e soprattutto che ci sia una reale motivazione personale nel promuovere il brand. 

Nell’ambiente dei social media ancora di più che in altre branche del marketing, un lavoratore felice è un lavoratore produttivo, e non solo.

Se i tuoi dipendenti crederanno nel brand saranno loro i primi a fare la migliore pubblicità, a condividere i tuoi contenuti e a consigliare il brand a partire dai loro profili social personali. 

 

Blog-post-SOCIAL-MEDIA-CHECKLIST-2021-chart1

Torna all'indice

Social media strategy e canali di diffusione

Seleziona i canali di condivisione e le piattaforme perfette per il raggiungimento dei tuoi obiettivi. 

Per fare questo dovrai:

  • Decidere quali sono i canali principali per la divulgazione di contenuto organico e per la diffusione delle tue campagne di paid advertising.
    Seleziona le piattaforme social più vicine al tuo pubblico di riferimento, che includono strumenti utili alla tua strategia di condivisione contenuti e investi la maggior parte delle tue risorse economiche, di lavoro ed energia su quelle.

  • Individuare i canali secondari, utili ad impostare strategie di crescita future e nuove opportunità.
    Nuovi social media, strumenti di tendenza: tieni gli occhi aperti e segui il tuo pubblico target sulle piattaforme di nuovo utilizzo, per decidere se valga la pena elaborare nuovi profili social aziendali. In questo momento sono canali secondari molto quotati Youtube, TikTok, Snapchat, Clubhouse, Reddit, Slack, fra gli altri.

  • Conoscere i nuovi strumenti sul mercato
    Come abbiamo detto, tenere d’occhio quali nuovi strumenti vengono aggiunti sulle diverse piattaforme social è fondamentale. 

Gli utenti del web sono curiosi, e la maggior parte di essi andrà a provare la novità. 

Seguili e prova anche tu: se il nuovo trend prenderà piede, sarai tra i primi ad utilizzare il nuovo strumento, e saprai farlo nel tempo meglio dei tuoi concorrenti, una volta che ti avranno raggiunto. 

Alcuni esempi dei nuovi strumenti social più di tendenza per il 2021: 

  • Nuovi formati fotografici: 3D e 360 (Facebook)
  • Realtà aumentata con Spark AR studio (Facebook)
  • Utilizzo di storie e in generale produzione di contenuti effimeri (Facebook e Instagram)
  • Reel (Instagram)
  • IG Shops per un e-Commerce immediato (Instagram)
  • Quiz, donazioni, challenges, sondaggi, per creare engagement

Investi del tempo per analizzare con il tuo team le nuove possibilità offerte da tutte le piattaforme social a tua disposizione, non solo Facebook e Instagram. 

Sii curioso: ogni obiettivo richiede strumenti specifici e sta a te selezionare quelli vincenti per la tua attività. 

Ricorda che un canale di diffusione indiretto possono essere i profili degli influencer. 

Seleziona gli influencer più adatti al tuo brand, instaura e mantieni rapporti professionali con loro per creare maggiore engagement e instillare fiducia nel brand per il tuo pubblico target. 

Studi di mercato hanno visto che il 70% degli intervistati si fida più delle opinioni che delle pubblicità, e il Il 63% di essi pensa che siano proprio i social media l’ambiente a cui affidarsi per reperire i pareri più attendibili. (Hubspot) 

Gli influencer sarebbero quindi la migliore promozione, e uno strumento potentissimo a cui delegare, in un certo senso, il nostro messaggio pubblicitario.

 

Blog-post-SOCIAL-MEDIA-CHECKLIST-2021-quote1

Torna all'indice

Crea i tuoi contenuti

I contenuti da diffondere sui social media devono essere chiari, accattivanti, facilmente fruibili e devono garantire un richiamo del traffico verso le tue piattaforme web principali.

Per ottenere questi risultati crea contenuti: 

    • Brevi ma completi, tra le 300 e le 500 parole, fai attenzione a non essere mai vago: questo renderebbe il tuo contenuto del tutto irrilevante
    • Che includano formati comunicativi diversi dal solo testo, alle immagini e al video
    • Che siano positivi, propositivi, frizzanti ed edificanti
    • Includi una meta description rilevante in ogni post 
    • Ottimizza i post includendo parole chiave rilevanti
    • Includi una call to action 
    • Includi sempre opzioni di condivisione veloce

Per quanto riguarda l’inclusione di contenuti comunicativi diversi dal semplice testo, non sottovalutare mai questa opzione. 

Impegnati per produrre contenuti visivi e video di ottima qualità, in grado di catturare l’attenzione del pubblico e di suscitare emozioni viscerali, importantissime per spingere il cliente a compiere un’azione sui tuoi post. 

La condivisione di contenuto visivo è collegata a un più alto CTR (click through rate o percentuale di click) e a un maggiore volume di condivisioni dei tuoi contenuti da parte degli utenti. 

Contenuti di tendenza

Per produrre contenuti più facili da trovare per gli utenti dei social media, ritaglia quotidianamente del tempo per:

  • Ricercare, registrare e utilizzare nei tuoi contenuti le parole chiave relative al tuo mercato di riferimento. Utilizza strumenti come Google Alerts, KeywordTool.io o Ubersuggest per rimanere sempre aggiornato.  
  • Scoprire gli hashtag di tendenza. Crea più engagement e migliora i livelli di brand awareness del tuo brand utilizzando i trending hashtag.

Sii creativo: contenuti innovativi e unici richiameranno subito l’attenzione del tuo pubblico. 

Allo stesso modo però non dimenticare di produrre contenuto sempre in linea con la filosofia e lo stile del tuo brand nella forma, nella tipologia, nella qualità e nel tema delle informazioni veicolate. 

Ricorda di attenerti al tono e al registro indicati nella tua social media checklist e di adattare la tua metodologia di condivisione al tuo pubblico di riferimento, in quanto a forma di comunicazione (testo, foto, video, sondaggi ecc.) e tempi. 

Organizza i tuoi contenuti per tema e argomento

Suddividi i tuoi contenuti in: 

  • Pillar content, o contenuti pilastro: dai 3 ai 5 temi principali su cui basare le idee per i tuoi contenuti
  • Argomenti secondari: argomenti relativi ai pillar content, che li analizzano più nel dettaglio o li osservano da diversi punti di vista 

Suddividere i tuoi contenuti in gruppi tematici ti aiuterà anche in fase di analisi: potrai individuare quali argomenti ottengono più successo con il tuo pubblico target, in relazione ai diversi KPI di tuo interesse. 

Per quanto riguarda la tipologia dei contenuti da creare, puoi partire dalla reazione che vuoi ottenere nel tuo pubblico. 

Contenuti che attraggono il pubblico e stimolano un interesse

Questi contenuti creano alti livelli di engagement e possono essere: 

  • Contenuti che sanno ispirare, come interviste, storytelling, esperienze reali
  • Contenuti divertenti, che includano meme, battute di spirito e che portino il brand al livello del cliente, umanizzandolo
  • Contenuti informativi e utili, come guide, how to, Q&A
  • Contenuti visivi di qualità eccellente

Questi contenuti spingeranno il pubblico ad interagire con il tuo post, a commentare e a intervenire, creando grandi quantità di user generated content, uno dei trend di più alto valore per quanto riguarda il social media marketing del 2021.

Contenuti di immediata condivisione

Questi sono i contenuti che sanno creare empatia nel pubblico:

  • Contenuti relativi ad argomenti a tema sociale
  • Contenuti a sfondo psicologico, che permettono all’utente di rivedersi nella comunicazione da te diffusa, sia essa video, foto, o testo, o che gli ricordino un conoscente, un familiare, un amico
  • Contenuti che ispirano e insegnano, riguardanti i grandi temi della vita, della scienza, della società
  • Contenuti altamente positivi, che sviluppano una alta risposta emozionale e un ritrovato senso di fede e fiducia nel mondo

Questi contenuti verranno condivisi dal tuo pubblico e hanno ottime possibilità di diventare virali, poiché rispondono alle sensazioni di stress, paura, ansia e confusione, sempre più comuni nell’era del COVID-19, contrapponendo ad esse emozioni positive.

Contenuti di brand awareness

Per questi contenuti punta sulla qualità e sulle peculiarità dei tuoi prodotti e dei tuoi servizi, e promuovi l’offerta del tuo brand. 

Includi materiale divertente, interessante, informativo ed esplicativo sulla tua azienda, sulla tua forza lavoro, e dimostra al tuo pubblico che la tua azienda è fatta di persone, valori e vanta una filosofia meritevole di fiducia. 

Per questi contenuti in particolar modo utilizza gli schemi grafici, la palette di colori e lo stile propri del tuo brand, così da renderli immediatamente riconoscibili e riconducibili alla tua azienda.

Contenuti di conversione

Per questa categoria di contenuti parla direttamente al tuo pubblico. 

Attrai i tuoi clienti con uno storytelling curato e accattivante che dimostri loro di essere al centro dell’impegno della tua azienda, della tua offerta e della tua filosofia aziendale. 

Utilizza sconti, concorsi a premi, sviluppa contenuti effimeri che invoglino all’acquisto immediato: questi contenuti fungeranno da incentivo alla vendita.

Una comunicazione così diretta e ritmata lavorerà sugli impulsi del tuo pubblico e spingerà gli utenti all’azione.

Controlla i tuoi contenuti

Ogni volta che completi un contenuto, controllane la qualità e l’organicità con il tuo piano di social media marketing. 

Le domande da porsi:

  • Il messaggio è interessante e informativo?
  • Tono e registro sono coerenti con il mio brand? 
  • Il post è troppo lungo o troppo corto?
  • Ho impostato URL e campi SEO?
  • Ho impostato il pubblico target? (Non sempre necessario)
  • Ho utilizzato parole chiave e hashtag corretti per massimizzare la visibilità del mio contenuto?
  • Ho controllato la correttezza di tutto il testo?
  • Quando postare questo contenuto? 
  • Che tipo di contenuto è? Cosa posso aspettarmi dalla sua pubblicazione? Quali KPI dovrò controllare in seguito alla sua condivisione?

Questo processo di analisi ti permetterà di pubblicare solo contenuti di reale valore per il tuo pubblico, e in grado di produrre risultati tangibili e utili per la tua attività.

Condividi i tuoi contenuti

A questo punto non ti resta che ottimizzare i tuoi contenuti nella forma e nelle caratteristiche, a seconda dei requisiti richiesti da ogni piattaforma social. 

Non dimenticare che se il processo di produzione dei contenuti richiede davvero tanto tempo e tantissime energie, almeno il processo di condivisione può essere meno oneroso. 

Crea i tuoi contenuti in gruppi: produci i tuoi contenuti nei tempi più adatti al metodo di lavoro tuo e del tuo team e pianificane la condivisione nei tempi dettati dal tuo calendario ideale, descritto nella tua social media checklist generale.

Per mantenere l’offerta dei tuoi social quanto più possibile varia, interessante e accattivante, pianifica temi di discussione e campagne pubblicitarie mensilmente, facendo attenzione a non creare troppe ripetizioni e mantenendo uno schema tematico organico e coerente. 

New call-to-action

Torna all'indice

Il tuo calendario di condivisione contenuti

L’abbiamo visto parlando della redazione di una social media checklist generale per il 2021: la creazione di un calendario che regoli i tempi e le modalità di condivisione dei tuoi contenuti sulle piattaforme social è fondamentale per una strategia vincente. 

Grazie alla possibilità di pianificare la condivisione dei tuoi contenuti, dove possibile, puoi organizzare le pubblicazioni settimanali mettendo mano agli strumenti di condivisione delle piattaforme, una o due volte la settimana. 

Questo ti lascerà tempo per progettare i tuoi post con maggiore attenzione, ottimizzandoli per la piattaforma di destinazione e per il pubblico che li visualizzerà.

Secondo analisi di mercato, i seguenti sono i momenti migliori per la condivisione di contenuti sui diversi social media. 

Facebook

Ecco i giorni e gli orari più e meno adatti per condividere contenuti sul social media più utilizzato: 

  • Posta di più mercoledì e giovedì, tra le 11 del mattino e le 2 del pomeriggio
  • Per ottenere più condivisioni durante i giorni infrasettimanali, posta i tuoi contenuti alle 13:00
  • Per i contenuti del settore B2C scegli di condividere nel weekend tra le 13:00 e le 16:00 
  • I livelli di engagement sono bassi tra le 17:00 e le 19:00 

La domenica riposati: è il giorno meno indicato per la condivisione di contenuti.

LinkedIn

Per il social più amato da professionisti e imprenditori segui questo specchietto: 

  • I migliori giorni per postare sono mercoledì tra le 8 e le 10 del mattino e a mezzogiorno; e giovedì tra le 9 del mattino e le 2 del pomeriggio
  • Per il fine settimana, condividi contenuti di venerdì dopo le 9 del mattino
  • I livelli di engagement sono più bassi tra le 8 della sera e le 4 del mattino

Anche per LinkedIn la domenica è il giorno che offre meno possibilità.

Twitter

Cinguetta secondo questo schema: 

  • Posta di più mercoledì e venerdì, intorno alle 9 del mattino 
  • Crea maggiore engagement postando da lunedì a venerdì, tra le 8 e le 10 del mattino
  • Evita di postare tra le 10 della sera e le 4 del mattino, quando i livelli di engagement sono più bassi

E senza sorprese, anche per Twitter la domenica è il giorno meno adatto alla condivisione di contenuti. 

Instagram

Per il social a più alto impatto visivo: 

  • Mercoledì è il giorno della settimana migliore per postare, specialmente alle 11 del mattino 
  • Condividi anche di venerdì tra le 10 e le 11 del mattino
  • I livelli di engagement sono più bassi tra le 9 della sera e le 6 del mattino

Anche gli utenti del secondo social media per gradimento e utilizzo dopo Facebook si prendono una pausa nella giornata di domenica. 

Quante volte al giorno condividere i contenuti?

Il volume delle condivisioni giornaliere ottimali è variabile a seconda della piattaforma social di riferimento. 

In generale posta su: 

  • Facebook: 2 volte al giorno
  • Instagram: 1 o 2 volte al giorno
  • LinkedIn: 1 volta al giorno
  • Twitter: 3-5 volte al giorno
  • Pinterest: 5 volte al giorno

Ricorda che la frequenza di condivisione è tanto importante quanto la scelta del momento adatto per postare.

 

Blog-post-SOCIAL-MEDIA-CHECKLIST-2021-quote4

 

Torna all'indice

Imposta il tuo piano d'azione sulle diverse piattaforme social

Non solo per quanto riguarda la condivisione, ma anche in reazione alle strategie di comunicazione e contatto con il pubblico, imposta una strategia su misura per le funzionalità e gli utenti di ogni piattaforma social su cui disponi di un profilo aziendale. 

Abbiamo già citato alcune delle operazioni da svolgere singolarmente su ogni piattaforma social ma in generale le più importanti sono:

    • Decidere quanti post condividere al giorno 
    • Pianificare una strategia di promozione e paid advertising
    • Pianificare tempi e modalità di risposta ai commenti, ai messaggi e alle domande dei tuoi follower
    • Creare relazioni professionali produttive con pagine e profili rilevanti nel tuo mercato di riferimento attraverso tag, condivisioni e nuove collaborazioni 
    • Ricercare regolarmente nuovi prospect 
    • Decidere quali call to action utilizzare
    • Monitorare l’utilizzo delle parole chiave più rilevanti per la tua attività
    • Mantenere le bio dei tuoi profili sempre aggiornate
    • Sfruttare tutti gli strumenti proposti dalle varie piattaforme (video, reel, sessioni live)
    • Analizzare regolarmente i dati rilevati di ogni tua operazione
    • Tenere sempre d’occhio la concorrenza, per modificare se necessario la tua strategia, in maniera da ottenere miglior engagement e maggiori interazioni rispetto alle aziende concorrenti, e guadagnarti la tua fetta di mercato

Le cose da fare sembrano infinite, ma niente paura: vedremo fra poco la scansione temporale per suddividere tutte le operazioni da svolgere in maniera metodica, chiara e ordinata.

Mantieni il contatto

Tutte le operazioni della tua social media strategy devono essere finalizzate al mantenimento di un rapporto sempre vivo, reattivo, e produttivo con i tuoi clienti attuali e desiderati. 

Come abbiamo menzionato precedentemente, l’attenzione al cliente è di speciale importanza in particolar modo in questo periodo, caratterizzato da una crisi nella fiducia dei consumatori verso le aziende produttrici, dovuta allo scoppio della pandemia da COVID-19. 

Per questo motivo, è importante che nel tuo piano d’azione per i social media sia dato uno spazio di rilievo al contatto con i tuoi follower.

Controlla sempre i messaggi privati

Dai ad ogni utente che ti contatta tutte le informazioni rilevanti rispetto alla sua richiesta. 

Sii sempre gentile, educato e propositivo nel caso in cui il cliente desideri informazioni, prodotti o servizi di cui non disponi, in generale o al momento.

Rispondi sempre ai commenti

Dimostra ai tuoi follower che a loro ci tieni. 

Riconosci la loro importanza sulle tue piattaforme e gratificali rispondendo sempre ai commenti ricevuti sotto i tuoi post. 

Se i commenti fossero negativi, non cancellarli: rispondi in modo educato e cerca di dare una buona impressione del tuo brand anche se messo sotto pressione.

Monitora le menzioni

Crea e mantieni rapporti professionali con le aziende partner che potrebbero menzionarti sui loro social, e dai spazio ai post e alle storie contenenti un tuo tag o una menzione prodotti dai tuoi clienti.

Ancora una volta, questo lì gratificherà e li avvicinerà ancora al tuo brand, oltre a stimolare una sempre crescente produzione e condivisione di user generated content

Torna all'indice

Definisci le operazioni da svolgere su base periodica

Per accertarti che i lavori procedano in modo fluido e senza intoppi, pianifica le azioni da svolgere su base quotidiana, settimanale, mensile e trimestrale. 

Vediamo alcuni esempi di compiti da svolgere in questi termini. 

Operazioni trimestrali  

  1. Controllare l’andamento attuale rispetto agli obiettivi annuali
  2. Pianificazione calendario generale dei contenuti, temi, argomenti, campagne di paid advertising 
  3. Produzione di un contenuto pillar sul quale basare i contenuti del periodo
  4. Selezionare gli influencer con cui instaurare rapporti professionali in grado di aumentare il ROI aziendale

Operazioni mensili

  1. Inserire dettagli nel tuo calendario social
  2. Misurare i rapporti sui KPI analizzati
  3. Preparare gruppi di contenuti e pianificarne la condivisione
  4. Aggiornare parole chiave e hashtag per i tuoi contenuti

Operazioni settimanali

1. Inserisci contenuti extra nel caso ci siano spazi vuoti nel tuo calendario

    1. Spingi i contenuti che stanno realizzando una migliore performance
    2. Invita contatti e segui profili nuovi per attrarre più follower
    3. Rispondi, commenta e reagisci ai contenuti di altri profili, sii proattivo e attrai nuovo pubblico

Operazioni quotidiane

  1. Monitora notifiche, messaggi privati, recensioni, menzioni 
  2. Interagisci col tuo pubblico e rispondi a commenti e messaggi privati
  3. Condividi prontamente contenuti creati dai tuoi dipendenti, collaboratori e dalle aziende partner
  4. Interagisci con e utilizza user generated content 
  5. Monitora i gruppi Facebook e interagisci con gli utenti
  6. Aggiorna le storie e i reel

Seguendo questo schema potrai mantenere i tuoi profili social sempre aggiornati e vitali senza incorrere in ritardi e contrattempi. 

 

Blog-post-SOCIAL-MEDIA-CHECKLIST-2021-quote2

Torna all'indice

Organizza la tua social media checklist 2021 con Adv Media Lab

Creare una social media checklist per il 2021 richiede ancora più attenzione che in passato, dopo i molti e confusi avvenimenti del 2020. 

I tanti compiti da svolgere, l’organizzazione delle figure professionali necessarie al funzionamento del tuo progetto, la necessità di monitorare regolarmente e di frequente l’andamento e i risultati ottenuti dalla strategia che deciderai di mettere in atto. 

La quantità e la complessità delle operazioni inerenti la creazione e la messa in atto di una social media checklist possono disorientare ed essere causa di imprecisioni ed errori grossolani. 

Adv Media Lab, con oltre 14 anni di esperienza sul campo, è il partner che fa per te. 

Affidati agli esperti: più di 40 professionisti specializzati nel social media marketing e nelle attività di comunicazione sul mercato digitale sono a tua completa disposizione. 

Ci occuperemo di sviluppare con te un piano di marketing per i social media, una social media checklist adeguata ai tuoi obiettivi, e ti aiuteremo a impostare la strategia perfetta per metterla in pratica. 

I nostri specialisti ti assisteranno anche nell’organizzazione della tua strategia di advertising digitale e nell’impostazione delle campagne di paid advertising sui social media, dalla creazione dei contenuti, all’ottimizzazione, fino alla loro diffusione. 

La tua azienda ha bisogno di iniziare ad utilizzare nuovi software, strumenti e piattaforme e hai paura che questo possa essere uno scoglio insormontabile?

Non preoccuparti: Adv Media Lab si occuperà della formazione e dell'aggiornamento del tuo staff, così da permettere a tutta la tua forza lavoro di concentrarsi sugli obiettivi finali. 

Affidati alla professionalità e all’entusiasmo del nostro team.

Scegli Adv Media Lab e contattaci per una consulenza strategica.

Prenota un incontro

Torna all'indice

Un passo alla volta

Una strategia di social media marketing non può essere pensata sul momento. 

Il tempo necessario alla realizzazione di una social media checklist non è sprecato, anzi, è un progetto su cui vale la pena investire risorse ed energie.

Un’impostazione puntuale è fondamentale per assicurare chiarezza e stabilità all’interno di un piano di lavoro che coinvolge numerosi professionisti e che richiede un impiego di tempo e denaro importante per la sua realizzazione. 

Procedi con calma e pazienza. 

Il tempo che risparmierai durante tutto il 2021 grazie alla pianificazione preliminare sarà una risorsa preziosa che potrai impiegare, per esempio, per la creazione di contenuti e campagne di advertising, per lavorare sulle relazioni con il tuo pubblico e concentrarti sulla cura del cliente. 

Come ogni sfida il 2021, con tutte le sue difficoltà e le peculiarità causate dal dissesto socio economico portato dalla pandemia da COVID-19, può far paura. 

Non spaventarti, e impegnati nel tuo progetto con dedizione e cura: vincere adesso renderà il tuo successo nel nuovo anno ancora più soddisfacente, e molto più elettrizzante. 

 


Se hai bisogno di aiuto per la costruzione della tua social media checklist 2021 e per la pianificazione della digital strategy, richiedi una consulenza gratuita. Scegliamo insieme la soluzione migliore per la tua azienda. 

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA »

Ora è il tuo turno: lascia un commento

 

 

ombrina.jpg

Sei un imprenditore o un marketer in cerca di risultati?