<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=1610768189248995&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Inbound marketing, fashion e settore moda: i brand aumentano gli investimenti sul digitale

Filippo Alessandroni

Pubblicato da Filippo Alessandroni

Inbound marketing, fashion e settore moda

Il consumatore informato e dinamico di oggi, che è sempre online, è in ricerca continua di aziende altrettanto rapide e precise. Quale strategia può applicare un’azienda del settore fashion, moda e abbigliamento per aumentare le proprie vendite sia nel sell-in che nel sell-out? Come può creare un rapporto di valore con il cliente online e soddisfarlo appieno?

La risposta risiede nella definizione di Inbound Marketing.

Il termine "inbound marketing", o marketing in entrata, è stato coniato in questi ultimi anni e indica la modalità che permette di catturare l'attenzione dei potenziali clienti verso un brand attraverso contenuti rilevanti ed affidabili diffusi attraverso una strategia multicanale: social media, motori di ricerca, email marketing e così via...

Quindi, invece di bombardare le persone con posta indesiderata, cold call e annunci pubblicitari (che da soli e non inseriti in una strategia integrale ormai catturano un numero spesso irrisorio di persone), l’inbound marketing assicura che i messaggi aziendali siano effettivamente disponibili solo per coloro che hanno scelto di riceverli o che li stanno cercando.

I blog, i tweet, i post di Facebook, le foto di Instagram o l'email marketing sono tutte forme di inbound marketing.

Inbound Marketing, ecco come può aiutare la tua azienda di moda e abbigliamento

Non è un segreto che numerose aziende stanno passando dal marketing di tipo outbound (o in uscita) a quello inbound (di attrazione).

Sicuramente ti starai chiedendo come l’inbound marketing possa essere importante per il tuo settore, ecco alcuni benefici di questa moderna strategia di marketing nel campo della moda e dell'abbigliamento:

  • La natura interattiva e "social" dell'inbound marketing consente di migliorare ulteriormente il rapporto con il vostro pubblico attuale.
    Questo porta ad un miglioramento nella capacità di raccogliere dati preziosi su di essi e la loro percezione del vostro brand, come le opinioni sui vostri prodotti, i suggerimenti sul tipo di offerte che desiderano ricevere e il loro livello di soddisfazione dopo l’acquisto. Queste informazioni ti consentiranno di migliorare la tua offerta, la percezione del tuo brand e il servizio clienti... con un conseguente aumento delle vendite.

  • Consente al pubblico di fare parte del lavoro promozionale al posto tuo.
    Come è possibile? Le persone amano condividere sui social network informazioni che generino emozioni, interesse o che creino valore... se sarai tu a fornirle il gioco è fatto! Infatti, in questo modo anche i loro amici, i loro follower e la loro rete di contatti saranno esposti alla tua attività comunicativa, anche loro avranno la possibilità di mostrare interesse per il tuo brand e scegliere se diventare parte del tuo pubblico di utilizzatori. Le opinioni positive di un amico su un determinato brand, sono più potenti del prodotto in sè. Improvvisamente, avrai la possibilità di ampliare il tuo pubblico in maniera naturale e senza dover avviare faticose e dispendiose campagne promozionali. Questo è il potere virale dell’inbound marketing.

  • Stabilisce la tua autorità e costruisce la tua reputazione.
    Pubblicando costantemente contenuti di qualità, affidabili ed interessanti, la tua azienda avrà la possibilità di porsi come leader di settore e di far trasparire tutta la sua esperienza nel tuo campo di riferimento.

  • Migliora sensibilmente il posizionamento sui motori di ricerca, con un conseguente aumento del traffico organico (il migliore) verso il tuo website.

  • Genera traffico organico.
    Grazie alle attività di inbound marketing non dovrai pagare per ogni visitatore che atterra sul tuo website, il che è ottimo per mantenere basse le spese pur dovendo fare un investimento di media portata. Ovviamente la miglior strategia possibile è affiancare l'attività di paid advertising alle attività di inbound marketing (per arrivare all'allbound marketing), tuttavia con il passare del tempo il traffico organico prenderà il sopravvento, sia per numero di lead generati che per la qualità di questi ultimi.

Scarica-ebook-fashion-marketing-trends-2018

Qualche suggerimento per i rivenditori di abbigliamento online

Mentre prima era una cosa per i più coraggiosi, oggi lo shopping online è diventato di uso comune, soprattutto quando si acquistano capi di abbigliamento.

Anzi, diciamo pure che online è diventato il mercato più competitivo e rischioso.

La libertà di navigare attraverso quanti più siti eCommerce possibile senza l’obbligo di comprare, invita molti utenti ad aderire a questo innovativo metodo di acquisto.

Al contrario però, la comodità dello shopping online può essere facilmente rovinata da piattaforme online lente nel caricamento, da menù incomprensibili, da opzioni di navigazione errate e da lunghi processi di check-out.

L’importanza della user experience

Pensate al processo d'acquisto online.

Il cliente tipo che sta cercando su Google un prodotto apre diverse schede. Di conseguenza chiuderà quelle che non lo interessano in pochi secondi. Ma quali tiene aperte? Quasi sicuramente quelle con immagini incredibili e con semplici percorsi espliciti e chiari.

Sulla homepage del tuo website l’obiettivo dovrebbe essere uno: far compiere un’azione agli utenti. Come? Attraverso le Call to Action (CTA).

Il menù deve essere sintetico. La prima pagina di un eCommerce dovrebbe avere percorsi che non sono disponibili nel menù, ma ai quali il cliente può accedere facendo click su una certa CTA.

Il design del website di un negozio online e la sua facilità di utilizzo determinano la prima impressione che uno shopper ha di un brand.

Ricorda che a differenza di un negozio fisico, online non hai la possibilità di mettere a disposizione dei potenziali clienti un commesso in grado di rispondere a tutte le domande e curiosità (a meno che tu non abbia a disposizione le risorse necessarie ad utilizzare e gestire una live chat). Inoltre, essendo online, l'acquisto non è più tattile.

Pertanto, tutte le informazioni che potrebbero interessare al cliente che sta valutando un acquisto devono essere facilmente disponibili, ma senza complessità.

Rendi le informazioni più sintetiche, complete, chiare, oggettive ed illustrative.

Utilizza piccoli pulsanti per indirizzare informazioni che potrebbero interessare la clientela.

Apparire, non essere

Le persone desiderano e consumano ciò che aggiunge alla propria immagine quello che vogliono mostrare al mondo.

I grandi marchi hanno una personalità così forte che la gente acquista un elemento fondamentale anche per centinaia di euro solo per appropriarsi del loro logo. Questo prodotto e questo marchio hanno un significato e personalità, rappresentano uno status symbol ben preciso che identifica una persona appartenente a un gruppo e si distingue da altri. I clienti finali vogliono aggiungere l'immagine di quel brand all'immagine che essi stessi vogliono trasmettere di se stessi al mondo.

Pensa a chi è realmente il tuo pubblico e permettigli di distinguersi dagli altri.

Per un piccolo marchio, quello che non è ancora consolidato nel mercato, funziona nello stesso modo, probabilmente in scala minore. Allineate l'identità visiva del vostro marchio con le immagini distribuite, i modelli scelti, i contesti e i contenuti testuali utilizzati; pensate a ciò che porta un cliente a comprare da voi anche attraverso la definizione della vostra buyer persona.

Non è importante ciò che l'utente è, ma quello che vuole essere.

Pensiamo al consumatore di proteine, lui o lei vogliono essere muscolosi, chi acquista la biancheria intima vuole apparire sexy, il corridore del fine settimana vuole assomigliare ad un atleta alle olimpiadi così come il calciatore di provincia vuole indossare le scarpette del campione.

Inbound marketing, fashion e settore moda

Moda e marketing: i vantaggi dell’inbound marketing in un settore così dinamico

In questo mercato veloce e imprevedibile, i marchi non hanno altra scelta, piuttosto che attuare le loro campagne di sensibilizzazione garantite tramite lo spazio pubblicitario tradizionale, devono impegnarsi e costruire la fiducia dei clienti attraverso la conversazione online.

L’inbound marketing implica la creazione di contenuti di qualità intorno al tuo prodotto che naturalmente attirerà l'attenzione degli utenti che navigano in rete, invitandoli a saperne di più sul vostro brand.

 


Sia che le aziende siano enormi o di piccole dimensioni, sempre più responsabili marketing, così come imprenditori si stanno rendendo conto che l’inbound marketing è il modo migliore per avere successo.


 

L'industria della moda non fa eccezione anzi, il cambiamento e l'evoluzione costantemente presenti in essa necessitano dell’utilizzo di tale strategia di marketing.

Le nuove tendenze e gli stili si evolvono rapidamente e vanno altrettanto veloce, inoltre il mondo della moda si rivolge a persone di tutti i livelli, ci sono brand di lusso e quelli invece rivolti al compratore con un budget limitato. 

Ogni persona può entrare in un negozio, acquistare il prodotto e uscire. In un settore in cui gli stili e le tendenze cambiano il più velocemente possibile, i social media possono essere particolarmente efficaci ma è fondamentale conoscerne la direzione e tutti i trend.

Infatti attraverso queste piattaforme, i clienti finali hanno la possibilità di interagire con il brand e con altri utilizzatori, confrontarsi, scambiare opinioni sui prodotti attuali, su quelli che vorrebbero vedere in futuro ed esprimere il loro parere.

Questo sistema di relazione con il cliente può dare al tuo brand un vantaggio straordinario: ottenere risposte rapide da clienti fedeli, permettendoti di migliorare, crescere ed aumentare le vendite.

Andando ancora avanti, i brand di moda possono espandere il loro database pubblicando contenuti rilevanti sul loro website e sui social media. I clienti fedeli contribuiranno alla diffusione di questi contenuti grazie alle condivisioni con la loro rete di contatti che si fideranno di te grazie ai consigli utili che troveranno sui vostri canali: le ultime linee lanciate, le prossime tendenze in ambito moda e i consigli di stile.

Questi clienti avranno già un’idea di base della qualità del tuo lavoro e si aspetteranno di ritrovarla nei prodotti che riceveranno.

I vantaggi conseguenti all’utilizzo delle metodologie di inbound marketing nell'industria della moda sono molto chiari: in un settore in continua evoluzione, questa strategia di marketing aiuta le aziende a mantenere la loro base di consumatori e, nel frattempo, a trovarne di nuovi.

Scarica-ebook-fashion-marketing-trends-2018

Inbound marketing nel fashion e nell'abbigliamento: da dove iniziare?

I social media creano relazioni

Il primo posto per iniziare a promuovere e interagire con i clienti è il mondo dei social network.

I rivenditori di abbigliamento hanno abbastanza contenuti per pubblicare e lavorare regolarmente. I post possono essere focalizzati su prodotti attuali, contenuti generati e condivisi da fan e continui annunci di lancio dei nuovi arrivi.

Queste piattaforme hanno la capacità di raggiungere milioni di persone in pochi secondi.

Un suggerimento molto utile da tenere in considerazione quando si pubblica su più piattaforme è quello di mantenere i post coerenti per contenuti e per stile su tutti i canali utilizzati.

Pinterest, Facebook, Instagram o Polyvore sono tra i più popolari siti di social networking da utilizzare per la pubblicità di moda.

Questi canali permettono di pubblicare immagini e video di qualità e le immagini sono ciò che attraggono gli utenti verso i tuoi prodotti. Questo è il tipo di contenuto che il commercio online di moda deve sempre produrre: foto dei tuoi prodotti da diversi angoli e situazioni.

Soluzioni semplici, creative e molto attraenti.

La maggior parte delle aziende in questo settore pubblica 2-5 volte al giorno. Usa i social media per promuovere i tuoi prodotti; ricorda però che non è perché si lavora con un prodotto di moda che si deve essere presenti su ogni social media. Pensa a quali sono le piattaforme più in linea con l'identità e la personalità del tuo brand e dai social network avvia una strategia e un analisi del ritorno d'investimento.

I contest espandono il tuo database di contatti

Creare contest online aiuta ad espandere il database di possibili clienti, infatti quando le persone si iscrivono per avere la possibilità di vincere il grande premio, i nuovi contatti vengono raccolti attraverso il processo di registrazione. Questi lead sono persone pronte all’acquisto perché sono già interessate ai tuoi prodotti o ai tuoi servizi.

Assicurati sempre di rendere facile e intuitivo il processo di registrazione senza richiedere troppi campi per compilare i moduli per l’iscrizione ai contest gratuiti e monitora completamente il comportamento di questi utenti attraverso il tuo website grazie a tecnologie come HubSpot.

MAI sottovalutare il potere dell'email marketing

Una volta raccolto un database di contatti sostanzioso, è necessario creare del materiale che interesserà il tuo pubblico di destinazione.

Inviando loro email rilevanti che li terranno sempre informati sui nuovi prodotti, sulle promozioni speciali o sui riepiloghi educativi di provenienza dei tuoi prodotti, aumenterai la tua credibilità e la reputazione del tu brand. 

Tuttavia, è difficile mantenere i flussi di email interessanti per un lungo periodo di tempo.

Un primo suggerimento efficace è quello di suddividere i tuoi prodotti in base alle persone che saranno interessate ad essi e di avere un calendario aziendale in cui modificare questi flussi per ogni nuova collezione lanciata.

Prestate attenzione alla segmentazione, deve avvenire secondo l'interesse di acquisto che il consumatore ha dimostrato di avere.

Può capitare che uno stesso utente rientri in liste diverse. In questo caso è molto importante fare attenzione a non bombardarlo di informazioni e di coordinare correttamente tutte le campagne di email marketing.

I criteri di segmentazione possono essere diversi, quelli più comuni sono relazionati al profilo e alla lingua di ogni persona o in base all'interesse di acquisto che questa ha mostrato.

Inoltre ci sono servizi dimarketing automation, come HubSpot, che aiutano ad aumentare sensibilmente le entrate suddividendo i contatti in base al comportamento effettuato nello shopping e agli acquisti precedenti, offrendo la possibilità di inviare comunicazioni automatiche in seguito alle azioni svolte dagli utenti.

In altre parole, crea un rapporto con i tuoi clienti. Il primo passo per far sì che i consumatori si ricordino di te e della tua azienda è quello di rendere chiaro che tu non ti sei dimenticato di loro.

Utilizzare gli influencer

L'influencer marketing e nello specifico gli influencer sono creatori di contenuti che sostengono ed intrattengono un pubblico enorme online.

I blogger o gli YouTuber, insieme agli utenti più seguiti su Snapchat o Instagram, stanno convertendo sempre più i loro seguaci in fedeli clienti dei marchi che sponsorizzano.

Gli influencer sono anche in grado di fornire un messaggio di marca nel modo più creativo e accattivante. Grazie al loro alto seguito online, il loro pubblico li vede come fonti credibili. Infatti, più persone si affidano alle recensioni dei blogger prima di prendere decisioni di acquisto.

Facilitare il processo di acquisto online

C'è un motivo per cui lo shopping molte volte è un tipo di terapia, l'acquisto di nuove cose è divertente, ma la gente ama soprattutto una grande esperienza di acquisto.

I rivenditori online devono offrire al cliente una sensazione d’acquisto eccezionale, proprio come avviene nei migliori negozi fisici.

Proprio perché molti dei rivenditori online non dispongono di questi spazi dove i clienti possono entrare o parlare con altri visitatori, essi devono utilizzare un modo per creare un'esperienza personalizzata, su misura e piacevole al cliente. 

Inbound marketing, fashion e settore moda

Inbound marketing: le strategie principali

L’inbound marketing si concentra sull'attrazione dei clienti attraverso contenuti rilevanti e utili. Con il marketing in entrata i potenziali clienti ti possono trovare attraverso canali come blog, motori di ricerca e social media.

A differenza dell’outbound, l’inbound marketing non ha bisogno di lottare per attirare l'attenzione dei potenziali clienti. Creando contenuti progettati per affrontare i problemi, i bisogni o i sogni dei tuoi clienti ideali, l'inbound marketing attrae clienti qualificati e crea fiducia e credibilità per la tua attività.

Scoprirai nel tempo che l’inbound marketing è il modo migliore per trasformare gli sconosciuti in clienti fedeli e promotori della tua attività.

Il percorso che separa un utente sconosciuto in un cliente fedele ed entusiasta, è suddiviso in quattro fasi principali: Attract, Convert, Close, Delight.

Quando poi parliamo di eCommerce ed inbound marketing scopriamo che questa metodologia diventa ancora più potente se implementata con le strategie di vendita e con il successo del cliente.

La metodologia perfetta per far crescere il tuo business

Il modo in cui le persone comunicano e ciò che si aspettano dalla tua attività commerciale è cambiato. 

La buona notizia?

La metodologia inbound continua ad aiutare le aziende ad adattarsi alle esigenze in rapida evoluzione non solo con il marketing, ma con l'intera esperienza del cliente. Grazie alla metodologia inbound e il software di Hubspot, hai la possibilità di far crescere la tua attività commerciale e ottenere clienti che acquistano di più, rimangono con voi più a lungo, parlano della tua azienda ai loro amici e raccontano al mondo che ti amano.

[CALLTOACTION]

Le quattro tappe dell'inbound marketing

Prima fase: Attract

L’obiettivo iniziale è fare in modo che qualcuno arrivi al tuo sito. Successivamente le persone che hanno visitato il tuo website devono diventare lead (contatti) e, infine, devono trasformarsi in clienti felici.

Come raggiungere questi obiettivi?
Il segreto è attrarre i gli utenti giusti (ed in target) con contenuti rilevanti al momento esatto, ovvero quando essi li cercano.

1. Blogging
Il marketing in entrata inizia con i contenuti. Un blog è il modo migliore per attirare nuovi visitatori sul tuo sito web. Per essere trovati da potenziali clienti è necessario creare contenuti strutturati per questa strategia, parliamo di contenuti educativi che rispondano a domande reali rilevate attraverso ricerche qualitative. Sta qui la differenza principale tra un semplice blog ed un blog per l'inbound marketing.

2. Strategia di contenuti
I tuoi clienti iniziano il loro processo di acquisto online, di solito cercando una risposta alle loro domande. Quindi devi essere sicuro di mostrare loro cosa cercano. A tal fine, aumenta la tua presenza con strumenti che consentono di definire e implementare la tua strategia di contenuto.

3. Social Media
Le strategie di successo riguardano un contenuto rileavante e i social media ti consentono di condividere informazioni preziose, impegnarti con i tuoi clienti e dare al tuo brand un volto. Interagisci sulle piattaforme dove i tuoi acquirenti ideali spendono il loro tempo.

Seconda fase: Convert

Una volta che hai attirato i visitatori sul tuo website, il passo successivo è quello di convertire questi visitatori in lead. Per fare ciò, inizia una conversazione in qualunque canale sia meglio per loro: chat, moduli e form o incontri di persona. Una volta che sei in contatto con loro, rispondi alle domande e fornisci contenuti pertinenti e interessanti per ognuno di essi e continua la conversazione.

1. Formule facilitate
Affinché i visitatori diventino lead, possono compilare un modulo e presentare le loro informazioni. Ottimizza i 
tuoi form per rendere il passaggio di generare contatti più semplice possibile.

2. Incontri
Per avere nuove offerte, dovrai parlare con persone in un modo o nell'altro, via telefono o attraverso una riunione virtuale o in un punto vendita. Fornisci ai lead un modo semplice per prenotare incontri senza problemi. 

3. Messaggi
Chatta con i visitatori del website, connettiti con le persone giuste al momento opportuno e rendi le conversazioni una parte naturale del processo di vendita. Chiudi altre offerte con lo strumento di chat live creato appunto per le squadre di vendita. I messaggi aiutano i team di vendita a connettersi con le persone giuste anche quando sono più impegnati.

4. CRM
Tutto parte dal tenere traccia dei lead che stai convertendo nel tuo CRM, un database di contatti centralizzato. Avere tutti i tuoi dati in un unico luogo ti aiuta a ricordare di ogni interazione che hai avuto con i tuoi contatti e ottimizzare così le future interazioni per attrarre, convertire, chiudere e divertire in modo più efficace i tuoi clienti ideali.

Terza fase: Close

Arrivato qui, sei sulla strada giusta. Hai attirato i visitatori ideali e hai convertito i lead, ma ora devi trasformarli in clienti. Come puoi farlo? Gli strumenti di vendita disponibili in questa fase assicurano che stai chiudendo i contatti giusti al momento più opportuno, in modo semplice e rapido.

1. Gestione delle pipeline di vendita
Come fai a sapere quali sforzi di marketing stanno portando i migliori lead? Il tuo team di vendita sta trasformando efficacemente i migliori lead nei clienti? L'utilizzo di un CRM come quello di HubSpot consente di analizzare quanto cooperano al massimo il tuo team di marketing e quello di vendita. Un monitoraggio più attento di ogni fase ti aiuta a concentrarti principalmente sui contatti più propensi ad effettuare un acquisto per quanto riguarda le vendite, e aiuta il marketing ad individuare azioni ed attività necessarie a far progredire i lead nel funnel di conversione.

2. Alimentazione dei lead
Tutti i lead che hai attratto dovranno essere alimentati in base ai loro interessi. Le pagine che hanno visitato, i contenuti e i documenti che hanno letto indicano i loro interessi. Si tratta di avviare una strategia di lead nurturing ad hoc per ogni segmento individuato. 

3. Email
Cosa fare se un visitatore compila un form su una landing page scaricando un tuo contenuto ma non è ancora pronto per diventare un cliente? Una serie di email incentrate su contenuti utili e rilevanti può creare fiducia nel tuo contatto e aiutarlo ad essere pronto per l'acquisto, parliamo sempre di lead nurturing.

4. Punteggio dei lead qualificati
Il punteggio dei lead è un ottimo modo per gestire la crescita della tua azienda. Poiché la tua attività cresce e tu generi più prospect (potenziali clienti), non ha sempre senso entrare in contatto con ogni singolo lead. Assicurati che il tempo e gli sforzi del tuo team di vendita siano focalizzati sui lead con punteggio più alto, ovvero quelli che hanno maggior probabilità di chiudere l’affare rispetto ad altri.

Quarta fase: Delight

L'inbound marketing è tutto quello che fornisce un'esperienza straordinaria ai tuoi clienti. Inoltre questi ultimi hanno aspettative sempre più alte della tua azienda e vogliono che riservi loro un trattamento speciale. Quindi, è ancora più importante impegnarsi, intrattenerli e rendere i tuoi clienti felici. Se lo farai, compreranno di più, rimarranno con te più a lungo, condivideranno l’esperienza ai loro amici e saranno felici di raccontare al mondo che ti amano.

1. Il successo del cliente
I tuoi clienti possono essere i tuoi fan più grandi o i tuoi peggiori detrattori. Tutto sta nel modo in cui vengono trattati e se li aiuti ad avere successo. Con i nostri strumenti di successo per i clienti hai tutto il necessario per conoscere, connetterti e aiutare veramente i tuoi clienti.

2. Le conversazioni
Tieni traccia di tutte le conversazioni che riguardano i tuoi clienti, indipendentemente da dove hanno iniziato a parlare con te o da dove sono partiti. Tieni traccia delle loro domande, dei loro commenti, dei likes e dislikes e mettiti in contatto con loro con contenuti e aiuti pertinenti.

Inbound marketing, fashion e settore moda

L’inbound marketing contribuisce a creare un'esperienza unica

Alcuni commercianti online ritengono che sia facile aggiornare regolarmente le pagine dei social network, creando blog o postando foto.

Non è facile.

Prendi in considerazione subito la consulenza di un professionista di inbound marketing per elaborare una strategia per la tua attività di promozione e vendita, e per evitare tutti i problemi che potrebbero sorgere.

Per fare in modo che i clienti finali scelgano ciò che li attrae realmente, occorre mettere in atto una tattica ed un piano per creare l'impatto desiderato su di essi.


 Vuoi conoscere gli ultimi trends del digital marketing in ambito fashion e moda?

Scarica-ebook-fashion-marketing-trends-2018

ombrina.jpg

Sei un imprenditore o un marketer in cerca di risultati?