In che modo l'intelligenza artificiale trasformerà il B2B marketing?

Daniel Casarin

Pubblicato da Daniel Casarin

Intelligenza-artificiale-header-settembre

L’intelligenza artificiale (AI) ha già rivoluzionato molti aspetti della nostra vita e questo processo non sembra abbia la benché minima intenzione di arrestarsi. Ovviamente l’AI non ha risparmiato il B2B marketing che, con l’introduzione della targetizzazione degli acquirenti, ha avuto e continua ad avere un impatto enorme sulle aziende.

Com’è noto, il progresso dell’intelligenza artificiale (AI) nella ridefinizione del processo di marketing B2B negli ultimi due anni è stato degno di nota: l'intelligenza artificiale non solo ha aiutato gli esperti di marketing ad avere successo in diversi ambiti - come coinvolgere chi visita il sito web attraverso l'utilizzo delle chatbot - ma si è rivelata utile ed efficace anche nelle analisi predittive per le campagne pubblicitarie.

Esistono molti altri modi in cui l'intelligenza artificiale (AI) può potenziare ed accelerare i processi aziendali nel prossimo futuro, perciò vediamo quali sono e in quali modi entusiasmanti e distintivi l'AI trasformerà il marketing B2B.

 

Scarica-ebook-marketing-intellgenza-artificiale

 

Intelligenza artificiale: più afflusso di contatti di qualità

Per poter avere successo nel moderno mondo B2B digitale, è essenziale che gli esperti di marketing siano in grado di inglobare l’intelligenza artificiale nei processi aziendali e saperla adoperare strategicamente per poter affrontare e soddisfare le esigenze dei propri clienti.

Per questo motivo le aziende sono alla ricerca di dati sempre più esaurienti e dettagliati sia per chi è già fidelizzato che per i potenziali clienti (ti suggeriamo di approfondire l'articolo: La tua strategia di marketing è basata su dati corretti?).

Finora la ricerca di lead da parte degli esperti di marketing si è tradotta nell’analisi manuale dei dati degli utenti.

Tuttavia, questi metodi tradizionali di generazione dati richiedono un enorme dispendio di tempo da parte dei professionisti del marketing, in quanto devono ottenere i dati, rivederli e classificarli prima di indirizzare il targeting verso i potenziali contatti.

Sebbene gli esperti di marketing siano in grado di generare lead sulla base dei dati ottenuti da diversi siti web, CRM (Customer Relationship Management) e campagne di marketing, esistono alcune lacune per gli esperti di marketing per cui non riescono a comprendere la natura degli interessi dei loro lead.

Se queste lacune non vengono colmate, nel tempo rischiano di influire negativamente sulle campagne di marketing delle società, che rischierebbero di avere un ritorno d’investimento molto basso o addirittura nullo sia in termini di tempo che di risorse investite.

Grazie alla sua vasta copertura, l'intelligenza artificiale ti può facilmente far acquisire una serie più ampia di dati da varie piattaforme come siti web, canali social media e database di contatti.

L'AI può colmare il divario tra il team di vendita e i potenziali clienti attraverso il suo alto potenziale in grado di identificare i migliori obiettivi B2B per le iniziative di marketing interne ed esterne.

Una volta che integri attivamente l'AI in un processo di vendita, essa ti aiuterà ad aumentare sia la quantità che la qualità dei lead generati, riducendo le inutili ore di lavoro investite in attività poco utili e ripetitive.

Questo consentirà a te e al tuo team di concentrarvi su compiti più produttivi che includono responsabilità più elevate, in quanto puoi gestire efficacemente l'aumento delle vendite in base alle previsioni ricavate con l'aiuto dell'AI.

 

È essenziale che gli esperti di marketing siano in grado di inglobare l’intelligenza artificiale nei processi aziendali.

Torna all'indice

 

Intelligenza artificiale: selezioni account semplificate

Ogni giorno, gli addetti impiegano molto tempo per svolgere compiti monotoni al fine di trovare potenziali contatti, come telefonate, invio di email e creazione di elenchi.

Secondo le statistiche, l'80% del tempo viene impiegato per email e telefonate indirizzate a generare lead con attività ripetitive, riuscendo a convertire solo il 20% dei contatti.

La maggior parte del personale addetto alle vendite dovrebbe, invece, concentrarsi maggiormente sul mantenere vive le relazioni commerciali con i clienti esistenti, coltivando la continua fidelizzazione piuttosto che essere alla ricerca di nuovi potenziali clienti.

A svolgere questo compito ci penserà l’AI, che potrà venire in loro soccorso semplificando l'intero processo in modo efficace: integrando l'intelligenza artificiale nei database CRM, in software di automazione come Salesforce e in altre applicazioni B2B, le attività quotidiane possono essere facilmente automatizzate, facendo così in modo che il personale addetto possa dedicare il tempo risparmiato per portare le proprie idee a nuovi livelli.

L'introduzione dell'intelligenza artificiale in queste operazioni, ti aiuterà anche ad identificare gli account dei clienti esistenti e dei lead in ​​base agli attributi predefiniti, offrendoti l’accesso ad un gran numero di ideali prospect.

Poiché l’AI lavora di più sui dati e meno sull'intuizione, aiuterà i venditori a fare scelte più accurate durante l’operazione di prospecting, il che porterà la tua azienda a risultati migliori e maggiori conversioni.

Inoltre, una volta che l'AI si avvia e si stabilizza, porterà anche a numerosi altri vantaggi per la tua azienda dando un grande contributo nel risparmio delle tue finanze: poiché sempre più account attivi necessitano di account manager dedicati, l'intelligenza artificiale può sostituire la forza lavoro aggiuntiva richiesta e ridurre i costi generali, nonché il tempo dedicato alla formazione e all'assunzione di nuovi dipendenti.

Sebbene questo possa comportare una diminuzione delle opportunità di lavoro per i dipendenti meno qualificati, quello che si evince per adesso è che l'intelligenza artificiale non sostituirà completamente la forza lavoro umana nel prossimo futuro, in quanto ci sarà comunque bisogno delle abilità umane per controllarla e guidarla.

 

L'intelligenza artificiale può sostituire la forza lavoro aggiuntiva richiesta e ridurre i costi generali.

Torna all'indice

 

Personalizzazione del marketing B2B con intelligenza artificiale

Uno dei vantaggi più promettenti dell'AI nel marketing B2B sarà l'iperpersonalizzazione delle campagne di marketing (l'abbiamo già approfondito nel nostro: Come l’intelligenza artificiale sta rivoluzionando l’email marketing).

La maggior parte degli acquirenti tende a evitare email e messaggi spam: il marketing basato sull'intelligenza artificiale ti aiuterà ad eliminare del tutto questo problema, poiché gli acquirenti stanno diventando più selettivi con brand diversi e si aspettano che essi siano sempre più vicini alle loro esigenze.

L'intelligenza artificiale contribuirà a rafforzare la capacità di un brand di offrire esperienze di consumo accurate, rapide e su misura, in quanto i brand saranno facilmente in grado di avviare conversazioni personalizzate con milioni di acquirenti, i quali si baseranno maggiormente su una conoscenza approfondita del comportamento dei potenziali clienti, consentendo ai brand di anticipare i loro desideri e le loro esigenze.

Invece di rivolgersi ad un settore specifico, l'AI ti aiuterà ad indirizzare i tuoi prodotti verso i clienti su base individuale, ovvero personalizzando i prodotti e i servizi in base agli interessi del cliente. In questo modo, il tuo brand sarà in grado di ottenere risposte più favorevoli ai piani di marketing.

I messaggi iperpersonalizzati generati dall'intelligenza artificiale non si limitano solo a email o messaggi di testo, ma includono anche messaggi pop-up e advertising che compaiono su vari siti web.

L’AI realizzerà e invierà in modo del tutto indipendente i messaggi per attirare l'acquirente secondo i suoi stessi interessi, e lo farà attraverso l'invio di email personalizzate, delle newsletter dinamiche e all'adattamento dei contenuti del sito web.

Inoltre, poiché l'AI può raccogliere un’ampia gamma di dati cronologici ed analizzare l'ora corretta di invio del contenuto personalizzato per ogni persona, va da sé che funziona molto meglio dei tradizionali metodi di marketing nel realizzare una strategia di content marketing più efficace.

 

intelligenza artificiale e marketing

Torna all'indice

 

Intelligenza artificiale migliora le esperienze di shopping online

L'introduzione di Siri, Alexa, Cortana e Google Home ha trasformato il modo in cui gli acquirenti interagiscono coi vari brand.

Poiché la maggior parte degli acquirenti si affida alla ricerca vocale e non più, ormai, alle consuete ricerche di testo e visive, gli esperti di marketing stanno già trovando il modo di fornire una nuova e più ampia gamma di esperienze ai loro clienti attraverso i dispositivi di intelligenza artificiale sempre in continua evoluzione.

L'intelligenza artificiale è sempre più in grado di comprendere le parole pronunciate dall’utente e a riconoscere le voci.

Questo ha inevitabilmente portato la maggior parte dei brand di eCommerce ad ottimizzare le loro pagine web in modo tale da saper gestire in modo efficiente le ricerche vocali (ti suggeriamo di approfondire l'articolo: Intelligenza artificiale e vendite, cosa cambia?).

Ne è un esempio l’introduzione dell'altoparlante domotico a comando vocale di Amazon Echo, che consente agli utenti di effettuare acquisti online tramite la tecnologia di ricerca vocale. Questo ha rivoluzionato il mondo ricerca vocale esistenti.

Oltre alle ricerche vocali, l'intelligenza artificiale sta offrendo un’esperienza di acquisto personalizzata più ampia.

Diverse aziende già si avvalgono di questa tecnologia per offrire esperienze personali virtuali ai loro clienti: IKEA ne rappresenta un valido esempio, avendo adottato i planner e configuratori online, i quali permettono agli utenti di scegliere lo stile che preferiscono: inserendo le dimensioni della stanza, si può avere subito un disegno della soluzione ed il preventivo.

Una volta terminate tutte le sistemazioni che si desiderano, si salva il progetto per poterlo consultare presso i negozi IKEA oppure si spostano i prodotti nella lista dei desideri per acquistarli online.

Con l'aiuto dell'AI, le aziende possono essere in grado di personalizzare e curare in maniera sempre più specifica gli articoli per i propri clienti, imparando a conoscere i loro gusti personali e le loro abitudini di acquisto.

 

Oltre alle ricerche vocali, l'intelligenza artificiale sta offrendo un’esperienza di acquisto personalizzata più ampia.

Torna all'indice

 

Intelligenza artificiale semplifica la SEO

La creazione di contenuti altamente coinvolgenti non è un'abilità che l’AI può apprendere. Nonostante questo, possiamo aspettarci che essa possa essere sviluppata in modo da saper ottimizzare questi contenuti per i principali motori di ricerca con competenza.

La maggior parte delle strategie di marketing richiede molto tempo e sforzi manuali per essere attuate. Questo include l'identificazione di parole chiave per la SEO, la creazione di backlink, targeting, l'analisi delle tendenze del mercato, reperire informazioni sulla concorrenza e quant'altro.


[AML]---Citazione-dani-AI

Con l'evoluzione dell'AI, le attività SEO lunghe e noiose diventeranno più automatiche ed efficienti, generando al contempo contenuti di marketing.

La capacità dell'IA di suddividere attività complesse in attività più semplici la rende competente nella gestione delle attività e nella riduzione del tempo complessivo impiegato dai professionisti del marketing.

Di conseguenza, tutto questo aiuterà ulteriormente gli esperti di marketing a concentrarsi maggiormente sull'esperienza dell'utente e ad aumentare i tassi di coinvolgimento, per mezzo di avvisi automatici e monitoraggio della velocità: non solo questo massimizzerà i rendimenti del brand sulle risorse investite in precedenza nella creazione di contenuti, ma aiuterà anche a coinvolgere un maggior numero di clienti online.

Considerando la più ampia portata dell'AI, sarà presto possibile per i marketer B2B generare contenuti specifici per ogni cliente sulla base di informazioni esistenti, attraverso varie fonti e offrendo loro una migliore customer experience.

 


Approfondisci l'argomento con i contenuti più interessanti sulla SEO:


Torna all'indice

 

Che ruolo ha l’intelligenza artificiale per il B2B marketing?

L'intelligenza artificiale spesso produce tra gli esperti di marketing delle reazioni di contrasto, e questo è in gran parte dovuto al fatto che ci sono così poche informazioni reali su quello che la tecnologia può effettivamente fare per loro.

Si vocifera molto su come l'AI tenda a prendere decisioni al posto della persona fisica, il che, di conseguenza, crea diffidenza e paura, emozioni che sovente prendono il sopravvento degli acquirenti.

Inoltre, gli esperti del settore affermano che l’AI risolverà ogni problema immaginabile e su come le aziende possano aumentare automaticamente i ricavi semplicemente integrando questa rivoluzione tecnologica.

Sentiamo molto meno parlare di persone che utilizzano effettivamente la tecnologia su base giornaliera. Tuttavia, quelle storie sono là fuori, esistono già ed è importante tenerne conto per capire effettivamente come l’AI si sviluppa nelle realtà aziendali di vario tipo.

L'intelligenza artificiale non è qualcosa a cui ti devi preparare come essere umano o come marketer B2B: è già qui e sta già avendo un impatto significativo sulle campagne di marketing.

In breve tempo, ogni soluzione di marketing e ogni stack tecnologico presenteranno l'intelligenza artificiale in un settore o nell’altro, incluso il tuo.

Più adotterai l'AI, più ti renderai conto che è molto meno minaccioso ma molto più accessibile e utile di quanto viene affermato. Non è certamente la bacchetta magica per ogni problema di marketing, ma non si tratta nemmeno della fine del marketing.

Su LinkedIn, ad esempio, l'AI è come l'ossigeno: la usiamo da oltre un decennio per creare esperienze utili a coinvolgere gli utenti nelle aree di nostro interesse e competenza sulla nostra piattaforma. L’intelligenza artificiale dà una struttura ai dati preziosi che forniamo e, soprattutto, aiuta a mantenere il nostro profilo sicuro.

I nostri clienti si aspettano sempre più il tipo di esperienze che l'apprendimento automatico aiuta a offrire: più intuitivo, più ricco e più sicuro.

Siamo abbastanza fortunati da avere una grande prospettiva su quello che l'AI significa in realtà.

Quali soluzioni di AI sono disponibili oggi? Cosa succede quando inizi ad adottarli? Di cosa hai bisogno per assicurarti di ottenere il miglior risultato da questa tecnologia?

Aziende di tutte le dimensioni stanno già applicando soluzioni di intelligenza artificiale prontamente disponibili al loro marketing, la quale modella le esperienze che crea per i clienti e aiuta a far evolvere il ruolo degli stessi marketer.

 

In breve tempo, ogni soluzione di marketing e ogni stack tecnologico presenteranno l'intelligenza artificiale in un settore o nell’altro, incluso il tuo.

Torna all'indice

 

In che modo l'intelligenza artificiale potrà aiutarti a trasformare il tuo B2B marketing e a far impennare le conversioni?

Dato il suo potenziale per lo storytelling e il marketing, l'intelligenza artificiale nelle vendite e nel marketing B2B può trasformare il modo in cui le persone interagiscono col tuo brand.

Il mondo del marketing B2B e il suo futuro sono pronti a essere rivoluzionati dall'intelligenza artificiale.

Una buona parte dei giganti aziendali teme l'idea della piena automazione delle strategie di marketing attraverso la tecnologia AI, tuttavia, misurando l'effetto dei robot basati sull'intelligenza artificiale in molti settori del servizio clienti, si può affermare che comprendere e soddisfare le richieste del cliente non può essere un’attività gestita solo dall’uomo o solo dall’AI.

Perciò, se anche in te alberga un simile timore, puoi essere tranquillizzato dal fatto che non si può completamente automatizzare qualcosa di altamente variabile come le necessità umane.

È improbabile che i principali marketing influencer potranno assistere ad una regressione della pubblicità ai tempi antichi dei supporti di stampa, cartelloni pubblicitari e pubblicità ripetute su canali radio e TV o persino pubblicità porta a porta.

Il marketing digitale si sta intensificando e le vendite online sono raddoppiate negli ultimi cinque anni.

La ricerca mostra che circa il 70% della popolazione preferisce fare acquisti online; inoltre, il totale delle entrate generate dagli annunci online ha superato quella degli annunci TV, desktop e sui giornali.

Tali statistiche in tempo reale evidenziano come i clienti (B2B o B2C), stanno rendendo la loro esposizione online una parte sempre più integrata alla loro realtà quotidiana.

Questo è anche un indicatore fondamentale di come i marketer debbano urgentemente spostare la loro attenzione sullo sviluppo di strategie di pre-vendita più potenti per sfruttare le potenziali opportunità che offrono i moderni metodi di marketing B2B.

Tuttavia, tutti gli sforzi delle campagne di marketing online si basano sul reperimento da parte delle aziende dei dati, ricavati dalle loro interazioni quotidiane con i clienti attraverso il buon operato del loro servizio di customer care.

Alcuni fattori coinvolti nel processo di gestione dei dati possono anche infrangere il risultato finale. Quindi, come si fa a gestire i dati che indicano qual è la strada che ha percorso il cliente?

Per soddisfare le esigenze dei clienti aziendali e raggiungere la massima acquisizione, le tue azioni di marketing B2B devono essere compiute concentrandoti sul conoscere sempre meglio i tuoi clienti: ogni individuo lascia una moltitudine di informazioni ad ogni suo click, che può essere una ricerca online, comunicazioni via chat e email, visite al sito web e decisioni di acquisto.

Una miriade di dati come questa ha bisogno di un sistema automatizzato di alto livello, come l'intelligenza artificiale, in grado di organizzarli, elaborarli e creare una panoramica approfondita di quello che ha appreso dai tuoi clienti, tracciando la loro mentalità, le loro abitudini e il loro comportamento.

A causa della mancanza di competenze adeguate, le aziende spesso perdono questa ghiotta possibilità, perché i dati raccolti vengono gestiti male o risultano ridondanti, conseguenza di una scarsa strategia di marketing pre-vendita.

La sfida più grande durante la raccolta e l'elaborazione dei dati reperiti dall’interazione con i clienti, è avere un metodo accurato per interpretarli con precisione.

L'assenza di un sistema di apprendimento automatico intelligente rende insignificanti dati che, al contrario, sono preziosissimi per impostare una corretta strategia di marketing, significando una perdita di budget per l’azienda.

Tutto questo vale sia per il B2C che per il B2B.

Non ti far mai trarre nell'inganno di vedere un’azienda come una mera struttura fisica: qualunque struttura è fatta da esseri umani in carne ed ossa, esseri umani acquirenti e utenti che costituiscono la forza lavoro e il cuore pulsante dell’attività di qualunque azienda.

L'intelligenza artificiale consente l'elaborazione conversazionale e Google si affida alla tecnologia di apprendimento automatico per reinventare i suoi prodotti già esistenti.

Google Assistant è un ottimo esempio dei progressi compiuti nell'area dell'intelligenza artificiale, in quanto offre un'esperienza di conversazione creando una versione personalizzata di Google per ogni utente.

Utilizzando gli elementi del riconoscimento vocale e dell'elaborazione del linguaggio naturale, aiuta le persone nelle loro attività quotidiane come ricerche vocali online, gestione del calendario e delle risorse del proprio dispositivo, reminder per appuntamenti e riunioni, ecc.

 

Scarica-ebook-marketing-intellgenza-artificiale

 

Intelligenza artificiale vuol dire più pertinenza e controllo nel marketing digitale

L'adozione dell'intelligenza artificiale nel marketing B2B non solo aiuterà le aziende, ma personalizzerà talmente l’esperienza dei clienti da fornire loro più di quanto possano aspettarsi.

È qui che gli esperti di marketing possono raccogliere informazioni dal loro software intelligente e trasformarle in strategie per le decisioni di acquisto dei clienti.

Quando l'analisi predittiva si fonde con l'elaborazione del linguaggio naturale, diventa più facile prevedere le scelte future del cliente e il comportamento di acquisto.

Poiché i digital marketing manager possono impostare l’invio di messaggi assistiti dall'AI, i clienti ricevono i suggerimenti più rilevanti per loro e offerte di acquisto personalizzate che possono aiutarli nella loro percorso di acquisto.

Ma vediamo, ora, quali sono concretamente questi strumenti di intelligenza artificiale e come possono essere in grado di offrire un prezioso aiuto al salto di qualità per la tua azienda.

Chatbot e Assistenti vocali

I chatbot e gli assistenti vocali digitali sono gli esempi per eccellenza di elaborazione conversazionale, combinati con una potente intelligenza artificiale in grado di offrire una user experience senza interruzioni, attraverso l’utilizzo strumenti di ricerca come Google, Amazon e Facebook.

Coinvolgimento degli utenti

Creare un modello di analisi predittiva derivato attraverso l’utilizzo di strumenti di apprendimento automatico come Urban Airship e Microsoft Azure, ti aiuterà a gestire la tua attività aziendale in modo più efficiente, aumentando il tasso di fidelizzazione.

Elaborazione del linguaggio naturale

L'apprendimento automatico può essere ulteriormente ampliato con l'elaborazione del linguaggio naturale, in modo da poter migliorare la pubblicità digitale e l'organizzazione dei dati, nonché costruire modelli predittivi molto più accurati che funzionano con le parole chiave più pertinenti. Un esempio è il servizio offerto dalla piattaforma QuanticMind.

Incremento delle performance

Gran parte del marketing e delle vendite B2B dipende da quanto i tuoi clienti sono soddisfatti del tuo brand.

L'intera rete aziendale di distributori, fornitori, partner e clienti può rimanere in perfetta armonia solo se i tuoi clienti continuano a volersi rivolgere al tuo brand per soddisfare le proprie necessità.

Ovviamente, se continuano a ricevere messaggi fastidiosi nel momento sbagliato con offerte irrilevanti, devi essere pronto a vederli abbandonare il tuo brand e dire addio a tutti i tuoi sforzi di fidelizzazione.

È qui che l'intelligenza artificiale e il marketing vanno di pari passo, poiché i messaggi basati sull'intelligenza artificiale sono personalizzati per i clienti target e attivati ​​al momento giusto, oltre che altamente pertinenti coi loro reali interessi.

Questo è un approccio che non solo può ispirare i tuoi clienti a prendere in considerazione il tuo brand, ma li farà anche sentire meno infastiditi e più curati, mantenendo viva la loro fidelizzazione.

Analisi dei dati in tempo reale

I magnati del marketing online spesso adoperano il termine "tempo reale" per descrivere i risultati delle attività di pre-vendita o servizio clienti. Ma l’avvento dell’intelligenza artificiale ha ridefinito il significato di questa terminologia, in quanto oggi per “tempo reale” s’intende poter reperire e visionare i dati nel momento stesso in cui vengono acquisiti, vista la velocità di elaborazione di cui godono le tecnologie odierne di AI.

L'intelligenza artificiale nel marketing B2B ha superato con successo tutte le barriere che fino a poco tempo fa impedivano alle aziende di raggiungere le prospettive dei loro obiettivi.

I tuoi clienti oggi possono assistere ad un cambiamento delle tue offerte e promozioni minuto per minuto. Tutto quello che serve all’AI è elaborare i dati online creati dal modello comportamentale da essa stessa profilato, per produrre soluzioni pertinenti e specifiche per il cliente.

 


Ti interessa l'argomento e vuoi approfondire? Dai un'occhiata a questi articoli:


 

Prevedere i desideri del cliente

Gli esperti di marketing hanno sempre cercato di sapere in anticipo quali sarebbero potuti essere i desideri e le necessità dei clienti, ancor prima che essi li potessero esprimere.

L'intelligenza artificiale può guidare la profezia del marketing e aiutare a prevedere la domanda dei clienti, sulla base di dati reperiti circa le tendenze e i modelli di acquisto.

Gli specialisti del marketing del brand possono ottenere risultati straordinari dall'AI, consentendo ai team di vendita di ottenere buoni risultati attraverso la predizione di cosa è più probabile che i clienti desiderino.

L’intelligenza artificiale nel marketing B2B può aiutarti a migliorare l'efficacia della tua strategia di marketing, intercettando le esigenze future dei tuoi clienti: l’algoritmo dell'AI aiuterà il tuo brand ad acquisire suggerimenti per offerte personalizzate, gestione della merce, scoprire quali sono i prodotti più ricercati, ecc.

Contenuti più convincenti e influenti

Per interagire con il pubblico di destinazione, gli esperti di marketing della tua azienda devono adoperarsi ad utilizzare le informazioni raccolte per progettare campagne di email marketing e creare annunci creativi: gli autori dei contenuti devono essere tanto scaltri da riuscire a fare predizioni precise su quello che i clienti possono volere e con cui effettivamente si relazioneranno.

E come riuscirci se non attraverso l'aiuto del deep learning dell'AI?

L'intelligenza artificiale apprende accuratamente le preferenze dei clienti per includerle nella strategia di digital marketing.

L'algoritmo AI legge e analizza le sensazioni dei clienti circa l'espressione delle proprie esperienze, consentendo ai professionisti del marketing di sapere come presentare al meglio quello che i clienti vogliono.

Twitter, ad esempio, è una di quelle piattaforme in cui è facile monitorare le tendenze e scoprire cosa sta creando desiderio a livello sociale: sulla base dei risultati dei commenti degli utenti, gli autori del marketing possono comporre contenuti strategici che si collocano perfettamente nella fase di pre-vendita, che possono influenzare i clienti e migliorare l'immagine complessiva del brand.

 

Infografica: In che modo l'intelligenza artificiale potrà aiutarti a trasformare il tuo B2B marketing?

Torna all'indice

 

Intelligenza artificiale per oggi e per il futuro

Finora, l'AI è stata ampiamente utilizzata da molti leader nel settore IT.

Google ha lanciato Pixel l'anno scorso sfruttando il potenziale dello strumento di machine learning chiamato Doubleclick, il quale ha contribuito ad aumentare il numero di impressioni visualizzabili sulla base di dati cronologici.

Google ha assistito ad un'impennata di efficacia nel posizionamento degli annunci più coerente per il pubblico più pertinente, ottenendo più impressioni con questo strumento rispetto ad altre campagne in cui non è stato utilizzato.

Prima che Internet diventasse parte integrante di ogni aspetto delle nostre vite, la pubblicità in tempo reale era limitata all'invio di messaggi pubblicitari casuali ai clienti per favorire vendite e coinvolgimento.

I tradizionali mezzi di pubblicità unidirezionali e il servizio clienti dominavano il mercato, senza generare una risposta sufficiente da parte della clientela.

Pertanto, l’AI permette di predire i risultati futuri usando la cronologia precedente.

In un recente sondaggio, oltre il 90% dei principali marketing influencer ha confermato che persone competenti, combinate con l'apprendimento automatico, rappresentano il futuro del marketing B2B.

Anche Instacart ha fatto ricorso alla piattaforma di apprendimento automatico open source di Google TensorFlow, per prevedere quale sarà il percorso d’acquisto che i suoi clienti seguiranno per acquistare articoli presso il negozio.

Lo stesso vale per Coca-Cola, la quale si è avvalsa dell'intelligenza artificiale per reinventare il coinvolgimento degli utenti sugli smartphone; oppure Walt Disney Co., che si basa sull'elaborazione del linguaggio naturale per riprodurre una colonna sonora audio durante la lettura di una storia per tuo figlio.

 

Intelligenza artificiale: i tradizionali mezzi di pubblicità unidirezionali e il servizio clienti dominavano il mercato, senza generare una risposta sufficiente da parte della clientela.

Torna all'indice

 

Considerazioni finali

Prima dell'ampia diffusione dell'avvento e dell'adozione di Internet, le vendite e il marketing B2B soffrivano dell'assenza di un dialogo interattivo: era difficile per gli utenti accedere all’offerta migliore, dato che non c'erano canali social che permettessero ad altri utenti di condividere l'esperienza avuta con uno o più brand.

Passando allo scenario oggi, la realtà è totalmente cambiata.

I clienti possono ora controllare il proprio percorso di acquisto e selezionare i passaggi preferiti in pochissimo tempo. I media online sono fluidi, veloci e forniscono servizi ininterrotti ai clienti.

Con l'apprendimento automatico, parte integrante dell'AI, le aziende non devono più di inviare fastidiosi pop-up e i clienti possono evitare di utilizzare software di blocco degli annunci, poiché l'intelligenza artificiale ridefinirà il modo in cui vengono condotte le campagne di marketing B2B.

Pertanto, il marketing digitale inefficace e disperato, grazie all’integrazione dell'intelligenza artificiale si sta arrestando, così che tu possa attuare strategie di marketing realmente efficaci, evitando che questo investimento possa rovinare la reputazione del tuo brand.

L'intelligenza artificiale può fare al caso tuo?

Con lo sviluppo dell'IA, la maggior parte degli esperti di marketing ha già iniziato a raccogliere i suoi benefici.

Mentre molti sistemi di intelligenza artificiale non sono ancora conosciuti al momento, il modo in cui questa tecnologia può avvalorare la tua azienda non è più oscuro: sarà entusiasmante per te assistere all'efficacia dell'AI, che offrirà un'esperienza B2B senza pari sia alla tua azienda e ai tuoi marketer, che ai tuoi clienti.

Indubbiamente, l'intelligenza artificiale nelle vendite e nel marketing B2B rappresenta il futuro, e questo sta diventando sempre più evidente.

L’intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico possono aiutare a gestire il flusso selvaggio di dati per la tua azienda, al fine di creare modelli predittivi in ​​tempo reale e interagire efficacemente con i clienti, ottenendo contemporaneamente vantaggi competitivi.

La tua azienda può accedere subito a nuove opportunità, integrando l'intelligenza artificiale nelle vendite e nel marketing B2B, facendoti diventare un buon storyteller.

L'intelligenza artificiale spingerà la tua azienda ai confini della creatività, rendendoti abile nel creare una user experience interattiva, la quale aumenterà, in definitiva, le conversioni degli utenti e, di conseguenza, le tue entrate aziendali.

 

 


Vuoi sapere come la tua azienda può
sfruttare le potenzialità dell'AI integrandola nelle vendite e nel marketing B2B?

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA »

Ora è il tuo turno: lascia un commento

 

 

ombrina.jpg

Sei un imprenditore o un marketer in cerca di risultati?